Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 02/13/2014 in all areas

  1. 12 points
    Ciao, in un paio di occasioni qui sul forum è venuta fuori la necessità di poter pubblicare un insieme di foto nella stessa discussione nella sezione Critica Foto. Qualcuno vorrebbe poter condividere reportage, qualcuno vorrebbe aiuto nel selezionare la migliore all'interno di un insieme di foto, qualcuno vorrebbe condividere dei mini portfolio. In passato ho già apportato modifiche al forum in base alle richieste che arrivavano. Ho però sbagliato perchè le persone che ne sentivano l'esigenza erano troppo poche. Quindi, questa volta chiedo la tua opinione prima di agire. Per favore, rispondi al sondaggio qui sopra. In base al numero delle risposte deciderò cosa fare. Grazie mille.
  2. 12 points
    Neocan

    La grandezza di una comunità

    Rubo 5 minuti di tempo al mio lavoro perchè mi sentivo dentro di dover esprimere quanto avrete voglia di leggere...: In questi ultimissimi giorni un nostro moderatore sta postando degli scatti nella sezione musica.... Nelle ultime ore a fronte di uno scambio di opinioni ha chiesto a me, ultimo degli arrivati che sta ancora pasticciando con i controlli della fotocamera, consigli sulla sua produzione. Credo che tutti abbiate capito che sto parlando di Abulafia. Ritengo che "Abu" sia uno dei migliori interpreti della fotografia in questo forum, soprattutto per panorami, architettura...grande appassionato e tecnicamente molto preparato. Mi ha stupito e inorgoglito la sua richiesta di consiglio confermandolo ai miei occhi, come una persona di grande levatura morale, modestia e disponibiltà. In questa comunità/forum, ci sono molte altre persone che come lui dedicano con competenza e modestia molto del loro tempo a consigliare e suggerire ciò che noi "inesperti" tenteremo poi di mettere in pratica. Se il sottoscritto è riuscito a fare qualcosa di buono con la fotografia lo deve a queste splendide persone, moderatori o "semplici" fruitori del forum quindi, i consigli che a mia volta mi arrischio esprimere, non sono altro che il ripescaggio e l'adattamento di quanto finora mi è stato insegnato qui. Una comunità virtuale si regge su poche cose ma, una delle più importanti (e difficili), ritengo, è la capacità di umanizzare il rapporto fra le persone. Orgogliosamente orgoglioso di farne parte, concludo con un apprezzamento anche nei confronti di Alberto che ha saputo individuare queste persone e proporle. Torno a lavorare...scusate, FCF forever
  3. 11 points
    In questo breve documento, voglio darti qualche suggerimento su come criticare le foto. Non sono delle regole da seguire rigidamente, piuttosto una serie di linee guida. Se tutti ci impegnamo a commentare le foto nel modo migliore, il forum sarà sempre più utile e bello. Migliori saranno le critiche che lascerai, migliori saranno le critiche che riceverai. Quindi, quando critichi una foto, osserva questi aspetti: Soggetto - È interessante? È originale? È emozionante? Viene descritto e raccontato adeguatamente dallo scatto? Composizione - È ben bilanciata? Serve allo scopo della foto? Ci sono elementi che non ci dovrebbero essere e che distraggono? Viene applicata qualche regola (ad esempio la regola dei terzi)? La foto sarebbe da ritagliare o al contrario avrebbe bisogno di più spazio? L’orizzonte è dritto? È stato scelto correttamente l’orientamento verticale o orizzontale? Il punto di vista è adeguato/interessante? Che percorso segue il tuo sguardo? Luce - Ambientale o flash? Ci sono più fonti di luce? Il colore della luce o delle luci è ben bilanciato? Da quale direzione o direzioni arriva la luce? Quanto è dura o diffusa? Vengono create ombre antiestetiche? Ci sono zone bruciate che non dovrebbero esserci? Complessivamente la scelta della luce si sposa con il soggetto? Aspetti tecnici - La nitidezza è troppa o troppo poca? Viene messo a fuoco il punto giusto? La profondità di campo è troppa o troppo poca? C’è del mosso non voluto (non mosso artistico intenzionale)? Ci sono artefatti nei colori? Ci sono distorsioni da togliere? Post-produzione - Il rumore digitale è ben gestito? I colori si prestano al messaggio che si voleva trasmettere? È stata calcata troppo la mano su saturazione, contrasto, nitidezza o altro? Si potrebbe proporre qualche miglioramento o potenziamento dell’immagine? Se la foto ha subito molte modifiche, sono azzeccate, troppo evidenti? Impatto - Che impressione ti lascia la foto? Attrae il tuo sguardo come un magnete o hai voglia di passare rapidamente alla successiva? Suscita emozioni specifiche (positive o negative)? Queste sono alcune delle domande che puoi porti, non devi per forza rispondere a tutte nella tua critica e non hanno una risposta giusta o sbagliata. Usale semplicemente come strumento di riflessione. Poi, nella tua critica inserisci gli aspetti secondo te più importanti e utili all’autore della foto. Ricordati che puoi anche porgli delle domande, se qualcosa non ti è chiaro e ti serve per formulare meglio la tua critica. Non avere paura di evidenziare aspetti negativi, mantenendoti sempre rispettoso. Se non ci sono aspetti negativi, anche una critica positiva è utile e può essere approfondita. Racconta perchè la foto ti piace, l’impressione che ti dà e così via, sempre sfruttando le linee guida qui sopra. Se non vuoi o non puoi dare una critica per qualche motivo, ma vuoi mostrare il tuo apprezzamento, allora usa il pulsante mi piace sotto il post. Non inserire un commento solo per dire “Mi piace” o “Bella”. Non serve che tu sia più bravo o “avanzato” dell’autore della foto. Un professionista può sempre imparare da un principiante. Se noti qualcosa in una foto, dillo e basta. Nel caso sbagliassi, l’eventuale correzione ti farà imparare qualcosa di nuovo.
  4. 10 points
    Cos'è che mi fa apprezzare fotocomefare.com perchè lo differenzia dagli altri siti a tema fotografia? Il fatto che dia all' attrezzatura il giusto peso ed il giusto spazio. Tutti gli altri siti sembrano il catalogo di Amazon, con recensioni dettagliatissime e sempre aggiornate, ma poi non parlano di fotografia, della teoria e della pratica. Per un fotografo alle prime armi e con un budget ridotto frequentare gli altri siti ti fa sentire sempre fuori luogo, ti fa credere che la fotografia sia un hobby al di fuori delle tue possibilità, un hobby dal quale non potrai mai ottenere la minima soddisfazione a causa della tua modesta attrezzatura. Anche sui forum sembra sempre e soltanto una rincorsa a chi ce l'ha più lungo ( l'obiettivo ) invece che trattare l'argomento fotografia svincolandolo, per quanto possibile, dai freddi numeri. E' chiaro che una reflex full frame con un obiettivo luminosissimo permetterà di fare foto che la compatta di turno non è in grado di fare ma è importante ricordare che anche con la compatta, conoscendone limiti e pregi, si può fare fotografia. Questo sito sembra percorrere una strada alternativa, una strada più umana, più vicina alla passione e più lontana dal tecnicismo esasperato, una strada che io apprezzo. Avevo voglia di dirlo e l'ho detto, saluti
  5. 10 points
    dankan73

    Restaurant impossible

    Sony nex samyang 12 mm iso 100 f8 0.4 cavalletto telecomando. Potrebbe essere il set della serie tv invece esiste davvero
  6. 10 points
    teoz

    light painting - mini tutorial

    ciao! da un po' mi cimento in questa tecnica, che consiste nel "pitturare" con la luce. non mi ritengo per niente un esperto (ho fatto tre scatti fino ad ora) ma dalla poca pratica che ho fatto ho iniziato a capirci qualcosa trottola by matteoz.7, on Flickr l'otturatore, quando si apre e fa arrivare la luce al sensore, rimane aperto per un certo periodo di tempo, che nel light painting deve essere piuttosto lungo, lo stretto necessario per completare il proprio "disegno", ovvero la scie di luce create muovendo una torcia dentro l'inquadratura. l'intensità della luce sarà maggiore quanto più ci muoviamo lentamente, minore se ci muoviamo più velocemente. ovviamente, meno luce ambiente c'è, meglio è. infatti influirebbe sulla foto e illuminerebbe parti che magari non si vogliono mettere in risalto. è comunque importante non essere totalmente al buio, fa sempre comodo avere una luce molto bassa ma necessaria per vedere il soggetto e i punti dove muovere la torcia. oltre che muovere la torcia all'interno dell'inquadratura, è possibile comandarla dall'esterno e puntare la luce sugli oggetti che vogliamo siano più illuminati nella foto finale. ogni segno di luce che si fa, da fuori o dentro l'inquadratura, sarà visibile nella foto finale, quindi se ci si vuole spostare da un oggetto all'altro, per esempio, e illuminarli singolarmente, senza illuminare lo spazio che c'è tra i due, l'unico modo è illuminare il primo oggetto, spegnere la torcia e riaccenderla per illuminare il secondo. conviene quindi tenere sempre un dito sul pulsante di accensione/spegnimento! la torcia che ho usato per i miei scatti è molto piccola ma anche molto potente, della Led Lenser. avevo perso il coperchio con la lente che convoglia la luce del led, e ho scoperto che adesso è perfetta per disegnare con una fine scia di luce. ho trovato molto utile il comando a distanza con la macchina in posa "bulb", perché quando si ha finito di illuminare la scena si toglie il dito dal pulsante e l'esposizione termina, senza aspettare i secondi di posa che si sono impostati precedentemente, che potrebbero essere troppi o troppi pochi per terminare il disegno. il diaframma, visto che vogliamo allungare il più possibile i tempi, deve essere molto chiuso, ma non troppo, per evitare diffrazioni. visto che l'unica cosa che si deve muovere durante l'esposizione è la luce, tutto il resto deve essere immobile. è necessario un treppiede! io uso il pixi della manfrotto, che consente punti di ripresa molto vicini al terreno e comunque di orientare a piacimento la macchina. poi è molto più stabile del cavalletto-cinesata che ho non ho trovato necessario l'uso di sfondi neri o set particolari, intanto se si è in una stanza abbastanza buia, qual che non si vuole illuminare non lo si illumina, quindi anche una parete gialla di un muro può diventare nera. light guitar by matteoz.7, on Flickr alla torcia poi si possono aggiungere coni di carta, per avere un effetto "veli di luce", o qualsiasi altra cosa per diffondere più o meno la luce e ottenere effetti sempre diversi. ghost beer by matteoz.7, on Flickr ho anche provato a usare il flash come fonte di luce, ma non l'ho trovata una buona idea. illumina troppa porzione di inquadrature e se si vuole avere uno sfondo nero il flash te lo illumina e quindi sarà visibile nella foto finale. la messa a fuoco, una volta che la macchina è stabile sul cavalletto, si può anche mettere in manuale e non modificarla più. ovviamente tutti questi consigli si applicano anche all'esterno, e penso che il difficile di questa tecnica sia la pratica, che si deve fare per ogni scatto al fine di ottenere quel che si vuole, la scelta della foto tra le 600 prove fatte (il più delle volte io scelgo sempre la prima ) e soprattutto l'idea di partenza, che non sempre arriva subito. spero di essere stato utile a chi come me è sempre in cerca di tecniche "strane" e si vuole cimentare ne light-painting! ciao
  7. 9 points
    AlFaver

    Un Tramonto in Bianco e Nero

    Ogni tanto mi faccio vivo eh .... purtroppo non riesco a trovare il tempo/luogo per andare a fotografare, sto ancora cercando di guarire dalla febbre delle Dolomiti. Sistemando l'HD, ho trovato questa foto che non avevo minimamente considerato...è un clone di un'altra già postata, ma ripresa verticalmente e pochi minuti prima. Ho deciso però di andare contro ai classici schemi e di trasformare un tramonto in un bel bianco e nero come piace a me (la versione a colori è comunque caricata su flickr, inoltre non ho usato il filtro glow per la gioia di Mattia ) Canon 70D • Mir 1-B 37mm • f/11 • ISO400 (come per l'altra, ho sbagliato impostazioni) • 1/8000s • Mano Libera PP Quasi tutta in LR e veloce passaggio su PS per viraggio in BN e maschera di contrasto locale.
  8. 9 points
    Milia F.

    Sogno Adolescenziale

    Ciao Mmg_P, so bene che sei qui per un parere sugli scatti e non su altro, ma dato che oltre ad essere un'osservatrice sono anche una lettrice mi soffermo per un momento anche sulle tue parole, sperando di non recarti fastidio con ciò che dirò. Il mio vuole soltanto essere un suggerimento che ha il peso del soffio di vento, o forse ancor più leggero, come quello di una piuma, che puoi quindi lasciar volare via, senza afferrarlo. Credo che una persona, nel momento in cui esponiamo un lavoro, abbia il diritto di interpretarlo come più crede. Se una posa gli ricorda una donna brilla rientrata il sabato sera (o qualunque altro) ha tutto il diritto di dirlo (certo, esprimendosi sempre nel rispetto del fotografo e del soggetto). Credo che chi fotografa non debba e non possa imporre il proprio vedere e il proprio sentire. Si sa, che nel momento in cui si espone un lavoro ci si ritrova ad interpretazioni del tutto lontane da ciò che in realtà si voleva trasmettere. Il mio suggerimento è solo quello di lasciar dire. Poiché non c'è niente di male. Poiché ne sentirai così tante che ad arrabbiarsi non vale la pena. Perché poi ci sarà anche chi non si soffermerà su ciò che trasmette la foto ma solo sul corpo (a prescindere di chi sia, tuo o di altre), perché c'è anche chi guarda solo quello, sai? Io ci ho trascorso anni a domandarmi se a piacere erano più le foto o più il soggetto, perché capita di prendersi più dei BELLA, anziché dei BRAVA e brava è tutto ciò che in realtà vorresti sentirti dire. Poi col tempo comprendi che non tutti sentono la fotografia come la senti tu e che chi non ha cuore non ha nemmeno occhi e la fotografia non è per ciechi, né per pervertiti, né per sciocchi. La fotografia che tu fai con te stessa è un mondo intimo e tutto tuo, non aspettarti che tutti lo comprendano. Non tutti gli scatti riusciranno, alcuni piaceranno soltanto a te. Non tutti gli scatti saranno compresi. Prendi quei commenti (quelli che non gradisci) come questo suggerimento, leggeri, come piume che volano via appena ci soffi sopra. Questo è quanto io posso dirti. Per quanto riguarda la foto invece posso affermare che questa come tipo di illuminazione mi piace più delle altre. E' luminosa, appunto. Non è una brutta foto. P.s. Non servono le luci da studio, basta un raggio di sole. Non serve il fondale, basta una parete vuota. Non serve niente, se non la determinazione che hai.
  9. 9 points
    Fede_78

    Blue hour - Gent

    Blue hour - Gent by Federico_78, on Flickr f/11 12 mm ISO 100 13 sec. Critiche gradite..... Ciao!!!!!
  10. 8 points
    Filippo Romani

    One night in Venice

    Questa foto fa parte di un progetto più ampio che sto portando avanti, ossia rappresentare non la solita Venezia, con i suoi luoghi canonici ma tutta una serie di posti non conosciuti ai più ma secondo me altrettanto caratteristici che di notte hanno un valore aggiunto. Qui ho provato un hdr per cercare di tirar fuori qualcosa in più ma senza esagerare ISO 100 15 mm F9 Tempi diversi in base a 3 esposizioni diverse Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  11. 8 points
    Alberto Cabas Vidani

    Sogno Adolescenziale

    Ciao a tutti, sembra che il moderatore di questa sezione non sia presente da un po'. In attesa di risolvere questo problema, intervengo sulla discussione. Per la seconda volta in un mese mi trovo ad intervenire perchè un botta e risposta è sfuggito di mano. E andrò a dire praticamente la stessa cosa. Lo scopo del forum è discutere di fotografia. Nello specifico di questa sezione, discutere delle foto. Chi invia una foto, deve essere pronto a ricevere qualsiasi commento, nei limiti del rispetto. Quindi, se posti la foto più bella che hai mai fatto e qualcuno evidenzia un milione di errori e dice che a lui non trasmette nulla (o trasmette qualcosa che per te è una cosa brutta) non puoi offenderti. Anche se fa dispiacere. Al massimo cerca di capire il perchè. Tieni sempre in considerazione che ci sarà sempre, sempre, qualcuno che ha una sensibilità così diversa dalla tua che proprio non vi capirete mai. Chi commenta, deve tenere in considerazione che dall'altra parte ci può essere un fotografo che proprio non vede i suoi limiti. E che è molto affezionato alla propria opera. Quindi nel commentare deve avere tatto. Se c'è qualcosa di molto negativo da dire, non bisogna nasconderlo, ma bisogna dirlo nel modo giusto. Queste sono regole di civile convivenza. Regole generali che in genere tutti rispettano anche su questo forum. Quello che ho visto in questa discussione è che i commenti alle foto, anche se negativi, non andavano oltre. Il problema è sorto quando sono partiti i commenti sulle persone che commentavano. Questo è sempre sbagliato punto. Se pensi che il commentatore di una tua foto sia un deficiente, lascia stare. Cosa ne ricavi a rispondergli? Un lieve sollievo di qualche minuto. Poi una catena infinita di risposte che aggraveranno solamente la situazione. Quindi, non commentare mai sulle persone e non rispondere mai. Questo ce lo insegnavano alla scuola materna. Ora, come sempre in questi casi, chiudo la discussione per evitare altri danni. Per favore, continuate a commentare le foto con onestà e rispetto e non rispondete mai con accuse (o chiaritevi in privato). Grazie mille.
  12. 8 points
    apa69

    Differnze

    I personaggi mi avevano colpito per le loro differenze ... Lui così imponente, lei minutina e raccolta. Uno il contrario dell'altra. Dati di scatto: Sony A77 F 6,3 ISO 200 1/250 Differenze by apa69, on Flickr
  13. 8 points
    Harma

    Mammy…mi racconti una storia?

    Un altro scatto con i miei Tiny People…. Finalmente ho tirato fuori il mio flash,che devo ancora imparare ad usare.. Approfitto del thema per segnalare un bellissimo sito/iniziativo che promuove la lettura a bambini piccolissimi.. Chiedete nelle vostre biblioteche..loro propongono bellissimi libri per la primissima infanziahttp://www.natiperleggere.it Nikon D3100 Tamron 90mm iso100 f10 0,5sec Voglio precisare che la bambina è più piccola d'un unghia del mignolo,ed è già sfuocata di suo…. Please Mamy,tell me a story.. by Harma4, on Flickr
  14. 8 points
    rossfive

    Pontile - Monte di Procida

    Altro pontile, ma sempre mare. Canon 24-70 su 25mm, 1/100s, f/8,0, ISO 100
  15. 8 points
    Neocan

    Footloose shot style

    Titolo (troppo) importante per definire come in realtà sia stato fatto questo scatto. Ambiente: pista da ballo con pavimento in metallo in una sagra paesana, credo in luglio. L'attimo: la bambina, figlia di uno dei componenti della band, dal fondo della pista si avvia verso il palco durante il sound ceck. Chi ha visto il film Footloose di buona memoria (1984), avrà sicuramente presente la scena in cui il protagonista Ren McCormack (interpretato da Kenny Wormald) durante l'esibizione sul palco si lancia, chitarra in mano, in una lunga scivolata sulle ginocchia. Ok, avete già capito. Stavo parlando a bordo pista con l'imprenditrice della band quando giro l'occhio e vedo lo scatto della giornata, quello irripetibile. Lascio la ragazza a parlare con il vuoto, mentre mi lancio accendo la macchina e atterrando sulle ginocchia per avere l'altezza adeguata, punto e scatto! Bingo! Ovviamente le impostazioni erano quelle che erano, il tutto è durato 4-5 secondi e quindi ...accontentarsi. Canon 1100+Sigma 50-150 a 50mm, f5,6, 1/160, iso 3200 In pp tutto in Gimp (quello che propongo qui è il jpg, il raw mi riprometto di prenderlo in mano prossimamente) raddrizzamento del frame (una decina di gradi) e ricostruzione dei quattro angoli che son venuti a mancare causa raddrizzamento per avere il pavimento che favorisca l'idea dello spostamento del soggetto. Pesante intervento di denoise sui rossi e sul rumore, spennellata sulla maglietta della bimba per visualizzare in modo non troppo invasivo la scritta legata alla band, leggera rifilatura sopra e a sx. Accetto di tutto, pomodori, lattuga, uova, monetine, buonipasto....che con la macchina fotografica da comprare va tutto bene.... NB. Dropbox momentaneamente non attivo, cuccatevi il jpg ridotto...
  16. 7 points
    Ciao a tutti Dopo qualche scatto e qualche prova sul campo vorrei parlarvi dell'ultimo arrivato del mio corredo, che ormai utilizzo da circa tre mesi: l’obiettivo grandangolare Canon 10-18. Volevo fare una bella recensione “tecnica” ma in realtà ho preferito optare per un’opinione più personale: basta digitare Canon 10-18 su Google e si trovano tutte le informazioni dalle più importanti (focale, diaframma f/4.5-5.6) alle più specifiche per i “nerd” (lamelle, etc.). Premetto che ho cercato in tutti i modi di parlare male di questo obiettivo, facendo qualche prova e che Canon non mi passa nessuna mazzetta. Non ho nemmeno la scusa di dover giustificare con me stesso i soldi spesi, dato che l’obiettivo mi è stato regalato, anche se è stato un regalo “Indirizzato”. Il risultato finale, avrete capito e ve lo anticipo, è che tutti i Canonisti interessati ad un grandangolo dovrebbero guardare bene questo prodotto e farci non uno, ma due pensierini. Per i canonisti alla ricerca di uno zoom grandangolare, infatti, le scelte possibili non sono poi molte: - Il Sigma 10-20 - Il Tamron 10-24 - Il Canon 10-22 - Il Sigma 8-16 - Il Canon 10-18 in questione Oltre al Canon in oggetto ho avuto modo di provare (in prestito da amici e conoscenti, in passato) anche tutti gli altri obiettivi, tranne il Canon 10-22. Vediamo cosa mi ha più convinto: - È leggero. Rispetto alle alternative pesa molto, MOLTO, meno e questo lo rende ideale per il viaggio - Autofocus ottimo: rispetto agli altri 10mm (consideriamo l’8-16 di un’altra categoria, per ora) ha un autofocus silenziosissimo (pensato anche per i video) ma, soprattutto, velocissimo. Ho fatto qualche confronto, su questo parametro, con il mio 15-85 con motore USM. Di notte (non sera, notte!) si nota qualche differenza ma di giorno la velocità di risposta è tale da far pensare veramente ad un motore USM, anche se non lo è. Scordatevi il czzz-zzv-czzzz continuo di Tamron e Sigma 10-20 (quello meno luminoso dei due, dato che esiste in due versioni) - Costruzione più che buona: La ghiera di attacco è in plastica ma, diciamocelo, quanti di noi sono professionisti e attaccano/staccano l’obiettivo talmente tanto spesso da usurare la plastica? In ogni caso questo obiettivo non è pensato per loro. Il resto della costruzione mi pare ottimo: niente cose lasche, plastiche simili a quelle del fratello 18-55 ma una buona sensazione di robustezza. Trattatelo bene e vi durerà per sempre. La capacità di messa a fuoco “macro” a 22 cm è un plus ulteriore, ma non ho ancora avuto modo di testarla bene. Le ghiere funzionano bene, anche utilizzate in manuale. Attenzione però: la ghiera manuale non ha fine corsa e questo può causare qualche problema in alcune circostanze, per esempio qualora si voglia fotografare il cielo notturno mettendo manualmente a fuoco all’infinito. Manca sempre il paraluce, mannaccia a Canon, ma si rimedia con pochi euro in rete (vi proibisco di comprare l’originale a circa 30€!) - È nitido questa opinione si ritrova anche in rete. Bisognerebbe fare un confronto approfondito, scattando le stesse foto con i vari obiettivi e la cosa non mi è possibile. Però è nitido sicuramente più del “morbido” Tamron 10-24 che ho avuto modo di usare più spesso degli altri e conosco mentre perde qualcosa nei confronti dell’8-16 che per me rimane spettacolare. Sea as it should be by Giovaneskywalker, on Flickr - Il costo questo a mio avviso è il parametro che chiude la discussione con un pietra tombale. Gli avversari più diretti sono il Sigma 10-20 e il Tarmon 10-24. Entrambi costano un centinaio di € in più. Oggi il Canon10-18 si trova tranquillamente a 280€ [EDIT: a dicembre 2014, magari oggi si porta a casa per meno] circa in rete e, a quel prezzo, ogni confronto con i due citati va nel cestino. Anche se fosse impercettibilmente meno nitido (e non lo è) o più lento con l’autofocus (e non lo è, è il più veloce!) quei 100€ di differenza su questa fascia di prezzo sono un abisso. Discorso un po’ diverso per il Canon 10-22 e il Sigma 8-16 che costano entrambi circa il DOPPIO. Il primo non l’ho provato di persona ma si trovano in rete molte persone che li hanno testati entrambi quindi non vorrei riportare “rumors”, anche se quel che si legge è che la differenza di prezzo fra i due sia ingiustificata (nel senso che le prestazioni sembrano essere equivalenti). Discorso a parte per l’8-16, obiettivo di “altro livello”, l’unico ad offrire una focale che copra anche il range 8-10mm. Qui la scelta è personale: al di là degli aspetti tecnici (nitidezza, resa, peso) credo che molto dipenda dalla domanda fondamentale “quei 2mm in più in basso, valgono 300€ per me?” a cui ognuno da una risposta diversa e soggettiva. Nel mio caso no, e sono contento così. Cercando di smetterla col miele, l’unico vero difetto di questo obiettivo è la luminosità (è un f/4.5-5.6). Sento già alcuni di voi in coro “e grazie, hai detto niente!”. È vero, quei 4.5 in basso non sono poi troppi ma chiedetevi: vi serve davvero di più? Si tratta di un grandangolo, in fin dei conti ed è comunque in linea con gli altri candidati (dal 3.5 del Tamron 10-24 al 4.5 del Sigma 8-16). In più rispetto agli altri, però, ha uno stabilizzatore da 4 stop che dovrebbe consentire di andare molto meglio, a livello di prestazioni, rispetto agli altri non stabilizzati. Che dire quindi? A me, che cercavo un grandangolo ma avevo un budget non altissimo, è sembrato l’uovo di Colombo. Considerato il prezzo mi pare un prodotto che sbaraglia la concorrenza, di sicuro nella sua fascia di prezzo. Non trovo alcun motivo per cui uno dovrebbe prendere il Sigma 10-20 o il Tamron 10-24 (più pesanti, non stabilizzati, autofocus più lento e “vecchio”) a meno che non siano importanti quei mm di focale in più in alto (18 contro 20 e 24). Gli altri due obiettivi, invece, possono dire la loro offrendo qualcosa in più (specie l’8-16. Con quell’8 che fa sognare) ma non dimentichiamo che costano parecchio di più (esattamente il doppio, per ora). Per le mie esigenze è un ottimo prodotto da affiancare al 15-85 e da usare, quindi, nel range 10-15. Un must per tutti quelli che il grandangolo è un “secondo obbiettivo” che usano magari meno spesso, per tutti quelli che non vogliono svenarsi, per tutti quelli che vogliono espandere il loro range di focali senza gettare il 18-55 di serie (anzi, con pochissima spesa si è decentemente coperti da 10 a250 con 10-18, 18-55 e 55-250 di Canon) ma soprattutto per tutti quelli che vogliono un grandangolo e non hanno 500 eurozzi o giù di li a disposizione. Insomma, per molti. Posto qualche esempio e, se qualcuno fosse interessato, posso fornire anche un file non compresso e non elaborato. Honey Moon-2014-10-17_08-57-3.jpg by Giovaneskywalker, on Flickr The dock by Giovaneskywalker, on Flickr Walking on sunset by Giovaneskywalker, on Flickr Volvo V40CC by Giovaneskywalker, on Flickr
  17. 7 points
    Filippo Romani

    Rialto

    Forse uno degli scatti più rischiosi che io abbia mai fatto!!! Ero su di una passerella di legno leggermente più stretta del cavalletto, aveva appena iniziato a piovere, mi accorgo che la lente che ho su non va bene e allora ad effetto rallentatore mi giro, mi tolgo lo zaino e cambio lente sempre cercando di non perdere l equilibrio. Rimonto la reflex sul cavalletto e di lato cerco di impostare tutti i parametri perché proprio non c'era spazio di manovra!!! Questo è il risultato: ISO 100 F9 12 mm 30 sec Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  18. 7 points
    phonix

    col salso sulle mani, cozze.....

    Mi trovo a Chioggia ed esattamente in via Poli e stavo riprendendo la chiesa San Domenico comprensiva di laguna e barche, mentre li vicino nei pescherecci gli addetti ai lavori iniziavano l'insacchettamento e il carico sui camion delle cozze, quando un addetto a bordo mi guarda e protendendo le mani verso di me piene di cozze mi fa "fammi nà foto", mi giro inquadro e d'istinto vado di due scatti, uno a figura intera e il secondo sul particolare. exif: obiettivo Nikkor 55-200, focale 160mm, tempo 1/160sec, diaframma f/5.3, 100 iso. Sviluppo conversione con Capture NX_D, mappatura con SNS HDR, passaggio in Color Efex e finito con relativa riconversione da tiff in jpeg con Lightroom con un passaggio finale di Viveza. cozze..... by Benedetto Restivo, su Flickr Benedetto
  19. 7 points
    dalturion

    Alba e lunga esposizione

    Prima prova di lunga esposizione al mare. Location Cabo de Gata, notte sotto le stelle in un sacco a pelo e mentre gli altri ancora ronfavano, mi sono goduto l'alba con i piedi e treppiede in ammollo Il risultato mi piace e su Flickr ne trovate altre se volete dare un'occhiata! EXIF f6.3, iso100, 23" a 10 mm Sunrise over the shore by Giorgio Rinaldi, su Flickr
  20. 7 points
    Stefano Grechi

    Giochi d'acqua

    In vacanza mentre ero in piscina a giocare col bimbo, alzo lo sguardo e vedo che il getto d'acqua arriva a coprire il sole e mi immagino subito questa foto, corro a prendere la macchina e pregando che nessuno mi passi vicino a corsa mi piazzo sotto per scattare. Non so che genere sia, non penso street, quindi la metto qui. NIKON D3300 18.0-105.0 mm f/3.5-5.6 40mm - ƒ/7.1 - 1/1250s - ISO 100
  21. 7 points
    Vanclik

    Albero sulla statale 26

    Passo davanti a questo albero da anni in tutte le stagioni, ogni tanto mi fermo per uno scatto anche se il parcheggio è pericoloso. Sono molto indecisa tra la versione a colori e il BN. L'altra la trovate su Flickr. Elaborazione del RAW in Lightroom con qualche filtro radiale . X-E2 XF18-55mm F2.8-4 R LM OIS 18mm/ ƒ/10 /1/60s /ISO 20
  22. 7 points
    MadEly

    My crazy Dad

    Qualche settimana fa mio padre e la mia ragazza, che è anche make-up artist, si sono messi in un angolino a confabulare fitti fitti... io non sapevo di cosa stessero parlando e quando mi sono azzardata a chiedere mi hanno cacciato via entrambi.... Ho scoperto poi che mio padre stava organizzando qualcosa per carnevale, ma non ho saputo cosa tramasse fino all'altra sera. Me lo ritrovo in studio vestito in modo alquanto bizzarro, lo guardo e gli dico "ma dove diavolo pensi di andare conciato così?" e lui, beatamente "sul carro dei matti!" Ok, ve lo descrivo: pantaloni rossi, scarpe beige con la punta all'insù, camicia blu, cravatta gialla e giacca di velluto viola con tutti i bottoni colorati: rosso, beige e giallo. Insomma tutto in tono. Sara inizia a truccarlo... la faccia bianca... mah! Nel frattempo mio padre mi chiede se gli faccio qualche bello scatto, e io "certo! ma se non so da cosa ti stai travestendo come faccio a pensare alle luci?", lui mi guarda e mi dice "sono... cattivo! ma non troppo in verità" Insomma alla fine si è fatto truccare da Joker e io, tra me e me, pensavo che d'altronde la mia follia da qualcuno devo pur averla ereditata, no? Ed ecco che vi presento mio padre a cui devo tantissimo, non solo la mia vita, e a cui voglio un'infinità di bene Joker Dad-4 by Elena Gatti Photography, on Flickr
  23. 7 points
    dellandre80

    Ultima di Milano..

    ...in bianco e nero! La meno concettuale della serie..ma mi piace lo stesso Exif ISO100 - 1/200s - f/4.8 - 45mm Unicredit Tower by dellandre80, on Flickr
  24. 7 points
    Bengasi

    Vision..

    ballerina sul ghiaccio by robystreetphotography, on Flickr La fotografia deve essere istinto e creatività mai banalità.. exif canon 6D 85 mm,f13,T1/30 iso 100.. Grazie per gli eventuali C.&C.
  25. 7 points
    apa69

    The others

    Combinazione tra disegno e riflesso, La foto l'ho scattata su di una vetrina di un negozio nel centro di Roma. Mi farebbe molto piacere avere un vostro giudizio. Ciao Antonio Dati di scatto: Canon S100 ISO 125 F 2.8 1/250 7.5 mm
×