Jump to content

fluid

Partecipante
  • Content Count

    1,899
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    32

Everything posted by fluid

  1. Avendo una D90 qualche mi capita di avere problema di rumore ad alti iso o con le lunghe esposizioni, cercando in rete ho trovato questa tecnica (Image averaging) comune per chi si occupa di astrofotografia, che consente attraverso delle esposizioni multiple di ridurre il noise nelle immagini senza intaccare i dettagli, sfruttando il fatto che il rumore digitale è completamente casuale e non è mai uguale in due foto. Ritenendo questa tecnica molto valida mi permetto di spiegarla a chi non la conosce, e sono indeciso se postarla nella sezione delle tecniche fotografiche o in quella del fotoritocco, perché se è vero che è un tecnica che viene finalizzata in post produzione, è al momento dello scatto che si rende possibile l'utilizzo di questa pratica. Questa tecnica non è utilizzabile per dei ritratti, è l'ideale per lo still life e la paesaggistica..il meglio di ottiene scattando su cavalletto, alzando lo specchio per ridurre le vibrazioni..ma usando la funzione di PS che permette di allineare i livelli Da IMAGE AVERAGING si può anche scattare a mano libera, ovviamente avendo cura di avere la stessa esposizione e messa a fuoco su tutti gli scatti, e nel limite del possibile degli scatti uguali a livello di composizione. Ora vengo alla spiegazione Si apre la serie di immagini come livelli Da IMAGE AVERAGING La serie di immagini in questione è scattata con la Nikon D90 a iso 5000, si tratta di 11 scatti che hanno avuto come trattamento in lightroom il bilanciamento del bianco e la riduzione del rumore di crominanza standard di Lr. Ecco il risultato: Da IMAGE AVERAGING Dopo aver aperto tutte le immagini come livelli una sopra l'altra, si interviene sull'opacità di ogni livello..la regola è semplice si prende la posizione del livello e la si divide per 1 e di conseguenza si regola l'opacità..quindi il primo è 1/1=1 opacità 100% Da IMAGE AVERAGING Secondo livello 1/2=0,5 quindi 50%..terzo livello 1/3=0,33 di conseguenza opacità del livello al 33% Da IMAGE AVERAGING L'operazione va ripetuta per tutti i livelli, ne consiglio almeno 4 e il risultato è questo: Da IMAGE AVERAGING Che potete confrontare con un'unica esposizione trattata con Dfine in modo totalmente automatico..mi pare che la differenza di nitidezza si noti parecchio..forse la grana è minore Da IMAGE AVERAGING E questa è l'immagine frutto della media dei vari livelli passata a dfine, personalmente ritengo il risultato incredibile visto da dove si partiva. Da IMAGE AVERAGING La cosa interessante di questa tecnica è che permette di mantenere i dettagli, consente di intervenire ulteriormente in modo fine sulla riduzione del rumore...e volendo al momento dell'appiattimento dell'immagine di lavorare a 32bit. Ovviamente nella foto di paesaggio si può trovare il problema per avere una serie di immagini guali del vento che soffia o dell'acqua che scorre, se nel secondo caso l'effetto può essere gradevole, il vento crea fastidiosi effetti nello scatto finale..ma in casi come questo l'image averaging è utilizzabile..si crea l'immagine fondendo più livelli e poi la si unisce alla foto che si è deciso di tenere come scatto principale...semplicemente usando una maschera si sceglie quali zone rivelare o meno, puntando quelle maggiormente rumorose o quelle in cui si vuole recuperare dettaglio. PS:sono stato lungo ma non riuscivo a riassumere di più..ovviamente le immagini allegate sono crop al 100%..mi auguro che questa tecnica vi possa servire, di certo non si usa tutti i giorni, ma conoscerla è come avere un attrezzino in più nel coltellino svizzero, può non servire mai ma la volta in cui serve sapere di averlo fa tutta la differenza del mondo:)
  2. mi limito a segnalarmi questo documentario a puntante sulla storia della fotografia e linkarvi un blog con il programma completo della trasmissione http://catturarelaluce.org/it/47-storia-della-fotografia-feltrinelli-tv
  3. Avendo una D90 qualche mi capita di avere problema di rumore ad alti iso o con le lunghe esposizioni, cercando in rete ho trovato questa tecnica (Image averaging) comune per chi si occupa di astrofotografia, che consente attraverso delle esposizioni multiple di ridurre il noise nelle immagini senza intaccare i dettagli, sfruttando il fatto che il rumore digitale è completamente casuale e non è mai uguale in due foto. Ritenendo questa tecnica molto valida mi permetto di spiegarla a chi non la conosce, e sono indeciso se postarla nella sezione delle tecniche fotografiche o in quella del fotoritocco, perché se è vero che è un tecnica che viene finalizzata in post produzione, è al momento dello scatto che si rende possibile l'utilizzo di questa pratica. Questa tecnica non è utilizzabile per dei ritratti, è l'ideale per lo still life e la paesaggistica..il meglio di ottiene scattando su cavalletto, alzando lo specchio per ridurre le vibrazioni..ma usando la funzione di PS che permette di allineare i livelli Da IMAGE AVERAGING si può anche scattare a mano libera, ovviamente avendo cura di avere la stessa esposizione e messa a fuoco su tutti gli scatti, e nel limite del possibile degli scatti uguali a livello di composizione. Ora vengo alla spiegazione Si apre la serie di immagini come livelli Da IMAGE AVERAGING La serie di immagini in questione è scattata con la Nikon D90 a iso 5000, si tratta di 11 scatti che hanno avuto come trattamento in lightroom il bilanciamento del bianco e la riduzione del rumore di crominanza standard di Lr. Ecco il risultato: Da IMAGE AVERAGING Dopo aver aperto tutte le immagini come livelli una sopra l'altra, si interviene sull'opacità di ogni livello..la regola è semplice si prende la posizione del livello e la si divide per 1 e di conseguenza si regola l'opacità..quindi il primo è 1/1=1 opacità 100% Da IMAGE AVERAGING Secondo livello 1/2=0,5 quindi 50%..terzo livello 1/3=0,33 di conseguenza opacità del livello al 33% Da IMAGE AVERAGING L'operazione va ripetuta per tutti i livelli, ne consiglio almeno 4 e il risultato è questo: Da IMAGE AVERAGING Che potete confrontare con un'unica esposizione trattata con Dfine in modo totalmente automatico..mi pare che la differenza di nitidezza si noti parecchio..forse la grana è minore Da IMAGE AVERAGING E questa è l'immagine frutto della media dei vari livelli passata a dfine, personalmente ritengo il risultato incredibile visto da dove si partiva. Da IMAGE AVERAGING La cosa interessante di questa tecnica è che permette di mantenere i dettagli, consente di intervenire ulteriormente in modo fine sulla riduzione del rumore...e volendo al momento dell'appiattimento dell'immagine di lavorare a 32bit. Ovviamente nella foto di paesaggio si può trovare il problema per avere una serie di immagini guali del vento che soffia o dell'acqua che scorre, se nel secondo caso l'effetto può essere gradevole, il vento crea fastidiosi effetti nello scatto finale..ma in casi come questo l'image averaging è utilizzabile..si crea l'immagine fondendo più livelli e poi la si unisce alla foto che si è deciso di tenere come scatto principale...semplicemente usando una maschera si sceglie quali zone rivelare o meno, puntando quelle maggiormente rumorose o quelle in cui si vuole recuperare dettaglio. PS:sono stato lungo ma non riuscivo a riassumere di più..ovviamente le immagini allegate sono crop al 100%..mi auguro che questa tecnica vi possa servire, di certo non si usa tutti i giorni, ma conoscerla è come avere un attrezzino in più nel coltellino svizzero, può non servire mai ma la volta in cui serve sapere di averlo fa tutta la differenza del mondo:)
  4. mi limito a segnalarmi questo documentario a puntante sulla storia della fotografia e linkarvi un blog con il programma completo della trasmissione http://catturarelaluce.org/it/47-storia-della-fotografia-feltrinelli-tv
  5. L'atro giorno su rai 5 ho visto questo bel documentario, a mio pare molto interessante, dove si parla di come percepiamo i colori. http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html?day=2013-11-08&ch=31&v=288479&vd=2013-11-08&vc=31#day=2013-11-08&ch=31&v=288479&vd=2013-11-08&vc=31
  6. L'atro giorno su rai 5 ho visto questo bel documentario, a mio pare molto interessante, dove si parla di come percepiamo i colori. http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html?day=2013-11-08&ch=31&v=288479&vd=2013-11-08&vc=31#day=2013-11-08&ch=31&v=288479&vd=2013-11-08&vc=31
  7. Ciao, mentre cercavo un tutoria su come cavalcare una giraffa pigmea mi sono imbattuto in nel video che posterò a fondo post...in pratica si tratta di foto in notturna, lunghe esposizioni con l'extra dell'uso di torce elettriche per illuminare selettivamente una parte della scena. Mi pare una cosa molto carina, che richiede pochissima spesa...bene o male un paio di torce per casa le abbiamo tutti, e volevo provare a metterla in pratica, sfruttando la tregua offerta dal mal tempo alla mia provincia. Volevo chiedervi se avevate provato questa tecnica tecnica e se avevate consigli extra, magari la piccola cosa che fa la differenza e a cui spesso non si pensa prima di provare? Comunque domani provo, se non dovessi più scrivere o mi ha mangiato l'orso o sono finito giù per un dirupo:)
×
×
  • Create New...