Jump to content

Fabio Carraro

Partecipante
  • Content Count

    48
  • Joined

  • Last visited

About Fabio Carraro

  • Rank
    Novizio
  • Birthday 12/04/1989

Profile Information

  • Sesso
    Male
  • Dove vivi?
    Breganze (VI)

Recent Profile Visitors

233 profile views
  1. Non sottovaluto l'importanza dell'obiettivo, ma come dici giustamente anche tu, conta molto di più l'esperienza e la pratica. E visto che sono ancora ai primissimi passi ritengo sia giusto accontentarmi di attrezzature di livello base. Detto questo possiamo parlare ore ed ore del fatto che io, alle primissime armi, abbia una macchina come la D750...ma è un altro discorso, ed ho già detto che mi sono reso conto di aver fatto il passo più lungo della gamba
  2. Hai più che ragione, il problema è che, per quanto poco l'abbia sfruttata, la D750, con il suo enorme potenziale (almeno nelle mie mani) mi ha per così dire drogato. Non potrei più fare a meno della possibilità di scegliere il punto di messa a fuoco, il punto di misura dell'esposizione, di poter impostare manualmente tempi ed aperture, di scattare in RAW...certo, tutte le reflex permettono di farlo, ma reflex per reflex tanto vale, secondo il mio modesto parere, che resti sulla D750; che oltretutto ha una buona resa almeno fino ad ISO 6400, e lo dico per averlo provato. Gli unici problemi della Nikon sono l'ingombro ed il peso, almeno per l'utilizzo che ne faccio io. E mi portano a non usarla. Ecco da dove deriva la mia fissa sulla Sony, perdonate l'eresia che sto per scrivere ma, date le sue caratteristiche e dato il mio utilizzo, sarebbe come avere la D750 dimagrita. Poi se mi dite che il peso non cambia poi molto, allora cambia tutto. Infatti prima di tutto devo andare da qualche parte per vederla e prenderla concretamente in mano. Se non avverto differenze rilevanti, il problema non si pone e mi tengo la D750, se invece noto la differenza, allora potrei farci un pensierino reale. Al momento sono sul campo delle ipotesi
  3. Non spenderei per ottiche nemmeno sulla sony, credimi. Mi accontenterei anche lì dell'obiettivo kit (mi pare sia un 28-70) e basta. E' un delitto per la fotografia? Pazienza, per le occasioni che ho, per quello che faccio, per le mie conoscenze in materia, per il mio livello di esperienza e per le mie possibilità economiche va benissimo così.Non vedo ragione di spendere soldi dietro ottiche dedicate. Questo vale per Nikon, Sony, Canon o qualsiasi altra marca e macchina. Col senno di poi, con cui tutti sono capaci di fare i maestri, se dovessi iniziare adesso ad avvicinarmi più o meno seriamente alla fotografia, andrei dritto su una mirrorless. FF o meno non avrebbe importanza, il fatto che adesso abbia addocchiato una FF è dovuto solo al fatto che ho esperienze precedenti a riguardo, mi sono trovato bene e, nel caso decidessi di fare il passaggio, la vendita della D750 coprirebbe tutto, o almeno una bella fetta, del costo dell'altra. P.S. ho appena guardato il 50 mm che dici tu. Non sarebbe male come prezzo, e con la EOS 1200d che avevo prima avevo fatto qualche scatto con un 50 mm prestatomi, ed erano venute fuori delle discrete foto...discrete sempre rispetto alla mediocrità dei miei lavori
  4. Sulla questione ottiche, ne ho una sola, il 24-120 che era in kit con il corpo macchina. E penso che resterà per sempre l'unica, viste le mie capacità ed il mio livello è meglio che resti su un'ottica che, pur non eccellendo in nessuna lunghezza, mi permetta di fare un po' di tutto. Questo anche considerando il prezzo delle altre ottiche, almeno restando su quelle originali Nikon.
  5. Ciao a tutti, chiedo un consiglio a voi molto più esperti di me. Poco più di un anno fa ho preso la Nikon D750, anche convinto che fare un investimento simile mi avrebbe spronato ad esplorare nuove opportunità e fare sempre più esperienza pratica, ma ora mi rendo conto che 99 su 100 ho fatto il passo più lungo della gamba. Paradossalmente sono uscito ancora meno volte rispetto a quando avevo una reflex base base, ed ho fatto ancora meno foto, ottenendo per la stragrande maggioranza dei casi risultati che tutto sommato potevo benissimo ottenere sia con la vecchia EOS 1200d sia addirittura con la bridge che avevo prima. Questo sia, anzi soprattutto per la mia volontà di impiegare il mio tempo libero in altre cose, sia per il peso e l'ingombro che portarsi dietro la D750 comporta. Tuttavia sono rimasto affascinato dalle possibilità che la macchina offre, e pensando a qualche alternativa che mi permettesse di conservarne buona parte mi sono ricordato dell'esistenza delle mirrorless. Volendo rimanere sul full frame ho trovato molto interessanti le varie versioni della Sony A7 II, soprattutto per, appunto, il sensore FF, per la tenuta agli alti ISO, da più parti testimoniata e per la possibilità di generare file RAW. Sicuramente la mirrorless è molto meno problematica da portare in giro, ed è più pratica; sembra inoltre che la differenza sui risultati finali non sia così abissale, ma questo lo chiedo a voi che ne sapete di più. Secondo voi vale la pena vendere la D750 e passare ad una Sony A7? Se mi "accontento" della versione base della A7 II dovrei coprire abbondantemente le spese della nuova con la vendita della D750...mi ispira parecchio la A7 II S, ma ha un prezzo folle e se la differenza si nota solo sui video, che non faccio quasi mai, è un acquisto non giustificato.
  6. Ciao a tutti, vorrei chiedervi un consiglio. Quest'estate andrò a fare a piedi il tratto finale della Via Francigena, da Viterbo a Roma. Stavo pensando a come portare via la mia D750, non posso certo non fare foto in un'occasione del genere. Tuttavia la natura stessa del viaggio mi costringe a scendere a compromessi, già camminare per 5-6 ore al giorno per una settimana, con uno zaino sulle spalle, è impegnativo. Lo diventa ancora di più se si aggiungono i 2 kg abbondanti della sola fotocamera, senza contare la scomodità di doverla tirare fuori e metterla dentro allo zaino ogni volta che desidero fare una foto. Portarla sempre al collo è fuori discussione, cercando sul sito nikon ho trovato interessante questa tracolla http://www.nikon.it/it_IT/product/accessories/slr/slr-protection/straps/blackrapid-quick-draw-an-sbr2 qualcuno l'ha già provata? Sa se può andare bene per un viaggio come quello che devo fare? Ci sono eventualmente altre soluzioni? Vi ringrazio in anticipo
  7. Faccio un nuovo tentativo di critica su un altro scatto, anche se simile al precedente. Le uniche differenze stanno nel taglio orizzontale invece che verticale, e nell'orario di scatto, come facilmente intuibile si stava andando verso il tramonto. Per il resto le impostazioni sono le medesime della foto precedente, con le stesse motivazioni, quindi: Nikon D750, scatto a priorità apertura (f11), tempo 1/640, lunghezza 120 mm (per lo stesso motivo, a lunghezze inferiori avrei tolto rilievo al lago ed al riflesso del sole, che volevo protagonisti dello scatto), ISO 100 Come per il precedente scatto ho messo a fuoco e misurato l'esposizione sul riflesso del sole nell'acqua. Ho scattato direttamente in jpeg per le stesse ragioni (essenzialmente di tempo e comodità una volta ritornato a casa), quindi non c'è nessun ritocco e nessuna modifica. Il bilanciamento del bianco purtroppo è sbagliato, nella fretta l'ho lasciato impostato su nuvoloso e non avendo scattato in RAW non ho potuto aggiustarlo successivamente. Il risultato finale riguardo questo aspetto, pur carino nell'effetto e nelle tonalità, non è così reale. Anche su questa foto c'è il problema, più o meno relativo, della foschia che rende un po' indefinite le rive del lago ed in generale tutto quello che non è in primissimo piano, mi è già stato consigliato un filtro polarizzatore per attenuare l'effetto della nebbia, magari proverò ad utilizzarlo in futuro. Vi chiederei in particolare riguardo la composizione, quei rami in primo piano non so se diano valore alla foto, visto che dividono la foto in 3 piani ben distinti, o se disturbino. Forse quelli sulla destra sono solo di disturbo. Portate pazienza, sono ancora ai primi scatti più o meno consapevoli, e sono tutti quanti classificabili come esperimenti, specie da quando ho preso la D750.
  8. La velatura, in questa come in molte altre foto simili, è dovuta in buona parte alla foschia di quei giorni. Il giorno precedente e quello successivo infatti, il lago si vedeva appena perché coperto dalla nebbia. Questo è stato il giorno migliore come visibilità, anche se non perfetta. A me personalmente l'effetto non dispiace, anche se non voluto dona comunque un che di mistico
  9. Ciao a tutti, ritorno a chiedervi opinioni e/o consigli sulle mie foto. Questa l'ho scattata durante un'uscita con il gruppo di ragazzi che seguo come animatore, i dati Exif sono i seguenti: Nikon D750, apertura f11, lunghezza 120 mm, tempo 1/2000, ISO 100 Vale la pena che mi soffermi un attimo su alcune scelte che ho fatto per questo scatto. Il primo, quello più evidente, è lo scatto in verticale, scelto per il semplice fatto che, in orizzontale, uno tra il sole ed il lago veniva tagliato, almeno in parte, eliminando molto del significato che cercavo nella foto. La lunghezza è anch'essa strana per una foto panoramica, ma a lunghezze inferiori, dal posto in cui ero, avrei incluso parecchi elementi di disturbo e non avrei messo al centro della scena il riflesso del sole sul lago, anche in questo caso avrei perso buona parte dell'atmosfera che cercavo. Lo scatto l'ho fatto in priorità apertura, mettendo a fuoco sul riflesso nell'acqua e con la misura a spot dell'esposizione, sempre sul riflesso. Non c'è post produzione, ho scattato in jpeg semplicemente perché quando vado in queste uscite si portano sempre a casa centinaia e centinaia di foto, se non migliaia, e scattarle in RAW, oltre che relativamente inutile visto che la stragrande maggioranza delle foto sono "casuali", allungherebbe di molto i tempi per passarle agli altri. Ho quindi tenuto sempre il jpeg per evitare di continuare a cambiare le impostazioni. Nel fotostream di flickr, subito prima, c'è una foto simile a questa, la DSC_1259, scattata un paio d'ore dopo, in pieno tramonto e con la medesima logica di questa, tranne per lo scatto classico in orizzontale. A me piacciono tutte e due visto che raggiungono lo scopo che io mi ero prefisso, ovvero trasmettermi la stessa sensazione di stupore e meraviglia provata in quel momento, ma opinioni e consigli di persone più competenti di me sono ben accetti
  10. Ciao a tutti, durante l'ultima uscita ho apprezzato la comodità, nonché la minor fatica, di portare la fotocamera in una piccola sacca che poi ho caricato sulle spalle, invece di utilizzare la borsa a tracolla che finora ho sempre usato (questa per capirsi http://www.amazon.it/gp/product/B004JMZPJG?psc=1&redirect=true&ref_=oh_aui_detailpage_o07_s00). Questa custodia era perfetta per la EOS 1200d che avevo prima, ora sono passato alla D750, con montato un 24-120, e sono sorti alcuni problemi. Intanto, se lascio montato il paraluce, la fotocamera non ci sta più fisicamente dentro la borsa, seconda cosa, il peso è nettamente superiore e portarlo su una spalla sola per 3-4 ore di camminata è piuttosto stancante, anche cambiando spalla ogni tanto. Per questo ho iniziato a guardarmi intorno per uno zaino, in modo da avere la comodità sperimentata con la sacca ma offrendo all'attrezzatura tutt'altra protezione e supporto...ma mi sono perso tra le moltissime proposte che ci sono. Attualmente il mio "corredo" è limitato alla D750 con il suo 24-120 e con tutti gli accessori che ci vanno dietro, quindi batteria extra, caricabatteria, cavo USB, cavo per il comando remoto e paraluce. In aggiunta ho 4 filtri, 3 ND di diverse gradazioni ed un polarizzatore, ed un treppiede. Come è evidente ho poca roba, non ho nemmeno in previsione di prenderne altra (forse forse, in un lontano futuro, un grandangolo) quindi mi basterebbe uno zaino di dimensioni medio-piccole. Nonostante abbia il desiderio di fare scarpinate per raggiungere posti spettacolari e diversi dalle colline del mio paese, tra mancanza di tempo, e lo confesso anche mancanza di voglia, non faccio mai camminate estreme e mi limito a passeggiate di qualche ora qui nei dintorni. Insomma, penso che potrei anche scendere un po' a compromessi, senza puntare al top in assoluto ma cercando un prodotto con un buon rapporto qualità-prezzo. Avete qualche consiglio?
  11. Ciao a tutti, sempre nell'ottica di giocare un po' con la nuova fotocamera, ho voluto fare un piccolo e timido tentativo di foto macro, o pseudo tale visto che non ho certo utilizzato obiettivi dedicati. Durante una passeggiata ho visto sul ciglio della strada una serie di fiori come questo, mi sono piaciuti ed ho provato a fare qualche esperimento, anche in tutte le pose, mi sono sdraiato a terra anche su questa, ma scorrendo sulla gallery si trova un'altra foto di questi fiori fatta puntando la fotocamera al cielo con un'ulivo di sfondo DSC_0069 by Fabio Carraro, su Flickr Nikon D750 con 24-120 Lunghezza 120 mm Apertura f4.0 Tempo 1/500 s ISO 100 Successivamente ho aperto un po' le ombre e chiuso un pochino le luci, il minimo per evitare le aree di bruciato e di troppo scuro che lightroom mi segnalava. Ho quindi virato ulteriormente verso il giallo, aumentandone anche leggermente la saturazione, infine ho corretto le varie distorsioni dell'obiettivo. Considerando che non mi reputo un grande fan della foto macro, e che questo è un tentativo quasi buttato lì più per giocare che per altro, il risultato finale non mi dispiace. Sicuramente proverò a fare qualche altro scatto del genere in futuro.
  12. Ho provveduto a questo già il giorno successivo, sapevo bene che senza un filtro nd avrei dovuto scendere a compromessi, ma ho voluto comunque tentare
  13. DSC_0024 by Fabio Carraro, su Flickr Ciao a tutti, dopo un po' di tempo torno a farmi vivo. Ho scattato questa foto pochi giorni fa, durante la prima uscita con la nuova fotocamera, per iniziare a prenderci la mano. Il soggetto è sempre il solito torrente, solo che mi sono spostato in uno dei pochi luoghi in cui è possibile sistemarsi a pelo dell'acqua. Una volta sistemata la fotocamera, ho fatto una serie di esperimenti e tentativi, e reputo questo uno dei migliori risultati della serie, nonché uno dei migliori scatti da me fatti finora. Nikon D750 con 24-120 f4 Lunghezza: 52 mm Apertura: f20 Tempo: 1 s ISO 100 Successivamente in lightroom ho bilanciato il bianco, regolato luci ed ombre, virato leggermente al blu il colore dell'acqua con un lieve aumento della saturazione, e corretto le distorsioni dell'obiettivo. Come detto all'inizio, questa uscita era più per "prendere le misure" alla nuova fotocamera che non per ottenere lo scatto ad effetto, quindi metto già in preventivo alcuni errori sulla scelta di alcuni parametri. In ogni caso il risultato finale corrisponde a quanto mi ero prefissato, e sono piuttosto soddisfatto della foto.
  14. Evidentemente dipende dalla zona della pianura, da me per oggi c'è stata una tregua dalla nebbia
  15. IMG_3032 by Fabio Carraro, su Flickr Finalmente un tentativo, a mio parere abbastanza riuscito, di una foto che rincorrevo da un po'. Ho sfruttato questi giorni molto nebbiosi, nonché di vacanza per me, per dare la caccia allo scatto ad effetto, e quando ieri mia madre mi ha detto di un posto abbastanza vicino che era fuori dalla nebbia, sono partito e sono andato. Ho fatto più di 80 tentativi, ne ho salvate solo 12 che sono quelle che trovate su flickr, e condivido questa perché è quella che personalmente mi piace di più. Canon EOS 1200d con 18-55 mm Lunghezza 18 mm Apertura f11 Tempo 1/60s ISO 100 Su lightroom poi ho dato chiarezza ed aumentato lievemente la saturazione dell'intera immagine, oltre a riscaldare un bel po' i colori. Ho poi corretto distorsioni, aberrazioni e rumore. Considerando che oggi, a differenza di ieri, il sole splende anche in pianura, mi sento di dire di aver azzeccato il momento giusto. Mi farebbe piacere poi avere qualche opinione, se possibile, anche sulle altre 11 foto che trovate su flickr.
×
×
  • Create New...