Jump to content

gloutchov

Partecipante
  • Content Count

    646
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

gloutchov last won the day on May 21

gloutchov had the most liked content!

About gloutchov

  • Rank
    Apprendista
  • Birthday 06/03/1972

Contact Methods

  • Sito web
    http://www.glaucosilvestri.it

Profile Information

  • Sesso
    Male
  • Dove vivi?
    Bologna

Recent Profile Visitors

1,656 profile views
  1. Davvero notevole! Poi me la immagino anche in formato quadrato, con una simmetria perfetta tra realtà e riflessi. Sarebbe ancora più efficace.
  2. La canon 200D e la 800D sono reflex. La D5600 è reflex. la M50 è invece una Mirrorless. Tra le reflex anche io consiglierei la 800D. La M50 è un mondo a sé, per di più ha un parco ottiche molto limitato se non si prende in considerazione l'acquisto di un adattatore. Poi dipende anche da quello che cerchi...
  3. Concordo con quanto detto sopra ma... E se dallo scatto, croppando, tirassi fuori due foto in verticale?
  4. Bella composizione. Mi piace il percorso a cui è indotto lo sguardo. Si segue il camminamento fino ad arrivare alla casetta, e poi ecco il dettaglio dell'acqua, e il contorno degli alberi. Nonostante sia maggio, ho come la sensazione sia stata scattata in questi giorni
  5. Sono d'accordo quando si parla di generi fotografici. Forse il cellulare potrebbe adattarsi alla street, ma in studio, o in architettura, o ancora nella still life, è sicuramente prematuro anche solo pensarci. Però non bisogna sminuire lo smartphone. Quelli di fascia alta - oggi - permettono gli scatti in RAW, e persino le regolazioni manuali, sia a priorità di tempi, sia a priorità di diaframma, sia completamente manuale. Così come le regolazioni degli ISO etc etc (oddio, anche cellulari come il mio 'vecchio' iPhone 6S Plus lo permette, usando app di terze parti). Per cui non vedo problemi se non l'eventuale limite del sensore, e dell'ottica, che non è intercambiabile. La stampa è un falso problema. La risoluzione dei cellulari più moderni consente stampe di qualità anche in grande formato, ovviamente sempre parlando di scatti in RAW. Più problematica è invece la maneggevolezza. Concordo completamente col fatto che una fotocamera sia molto più comoda da utilizzare e tenere in mano. Per usare bene uno smartphone ci vorrebbe una Gimbal di buona qualità... Ma a questo punto è comunque meglio una reflex o una mirrorless.
  6. Oggi mi sono imbattuto su questo articolo, scritto da un fotografo - Eric Kim - che seguo già da qualche anno. L'articolo è in inglese, per cui mi rendo conto che non tutti saranno in grado di affrontarlo cogliendone le sfumature, e ovviamente, la provocazione. Tutto parte da una domanda: Perché possedere una fotocamera? Istintivamente tutti quanti potremmo rispondere elencando una serie infinita di vantaggi ma... E' l'autore stesso che ne cita alcuni sin da subito, quelli che son sempre i primi a venire in mente quando si confrontano i cellulari con le fotocamere. Poi però scrive: A dire la verità, fare foto con una fotocamera digitale non è così conveniente al giorno d'oggi. Devi scattare le foto, importarle dalla SD al PC, selezionare quelle migliori, processarle, esportarle in formato standard, quindi fare l'upload sul vostro portale (o consegnarle al cliente, se uno è un professionista), e fare il backup. Un sacco di attrito inutile (al processo creativo). Per me, il flusso di lavoro su uno smartphone è cento volte più liscio, con molto meno attrito (sempre al processo creativo). L'autore fa riferimento a un principio base, ovvero che il fotografo vuole fotografare, e tutto il resto è un extra che produce attrito nel processo produttivo di una foto. Dallo scatto al 'prodotto finito' c'è davvero troppo da fare, troppo tempo da perdere in operazioni necessarie, ma molto distanti dalla fotografia pura. Ci passiamo ovviamente tutti quanti in questo flusso di lavoro, alcuni si divertono, altri lo trovano odioso... Ma ha davvero così tanto senso passare tante ore al PC quando invece si potrebbe essere sul campo e fare ciò che veramente amiamo fare? Bella domanda, eh? Io è già da qualche tempo che cerco di comprimere questa frizione. Non ho ovviamente rinunciato alla fotocamera, ma sono migrato verso un dispositivo in grado di spostare gli scatti in tempo reale sul mio smartphone (e sul cloud), così da geolocalizzarle in automatico, e così da poterci lavorare in mobilità. Sull'iPad ho strumenti che mi permettono di fare i ritocchi necessari (che per mia tradizione son sempre minimi e mai invasivi), spostare su Flickr quelle che considero più rappresentative, eccetera eccetera, stando quindi lontano dalla scrivania e dal computer, e lavorando alle immagini nei tempi morti (in treno, in autobus, quando faccio degli spostamenti). Voi cosa ne pensate?
  7. gloutchov

    Ethereal

    Devo dire che a me piace proprio così come la vedo. Da un bel senso di etereo, quasi impalpabile. Molto bella.
  8. Ciao, guardando la foto, lo sguardo mi cade più sui ragazzi nello sfondo che sul 'soggetto' della foto. Per quanto il BN mi piaccia, c'è qualcosa che non funziona. Magari i consigli di Roberto migliorano la situazione...
  9. Si, la foto manca di nitidezza, ed è davvero un peccato che non si noti il tricolore. Però la vista frontale ha il suo bell'impatto. Io, quando lavoro col mio 500mm della Samyang, uso un filtro IR (sarebbe meglio un CPL, ma non ne ho mai trovato per il diametro del mio obiettivo) per cercare compensare i problemi dovuti all'umidità dell'aria e, di conseguenza, la mancanza di nitidezza che questa provoca. Poi - magari - col braketing faccio le correzioni del caso in PP. Ma lavoro solo con un treppiede, e con uno EQ5 (fino a 6kg di carico e 900mm di ottica), così sono sicuro che la mia EOS 700D con obiettivo 500mm (o 1000mm se ha il duplicatore di focale) non balli. Poi, ammetto che non ho mai tentato di fotografare aerei acrobatici con il mio Sammy. E' totalmente manuale e, tra regolazioni eccetera eccetera, gli aerei son belli che passati quando io son pronto allo scatto
  10. Ciao DanEsi, lascio la valutazione dell'ottica ai più esperti, e vorrei invece portare l'attenzione sulla questione compatibilità. Se non erro il Sigma che citi non nasce per l'attacco EOS-M, bensì per l'EOS-EF. Avrai quindi bisogno di un adattatore per poterla montare sul tuo corpo macchina. Io ho una EOS-M5 e una vecchia EOS-700D. Il Sigma 18-250mm f/3.5-6.3 DC MACRO OS HSM che ho sempre usato con la 700D mi ha dato non pochi problemi di compatibilità sulla EOS-M, sia con un adattatore compatibile non Canon, sia con l'adattatore originale Canon. Non è che l'ottica lavorasse male sulla M5, ma ogni tanto - abbastanza spesso nelle MACRO, un po' meno nelle lunghe distanze - l'autofocus dava di matto (costringendomi a spegnere e riaccendere la macchina), e altre volte, invece, pur volendo spegnerla, la fotocamera non si spegneva veramente, congelandosi in uno stato da cui riuscivo a risvegliarla solo dopo diversi tentativi (lo si notava dal display, che pur essendo spento, rimaneva leggermente retroilluminato). Per di più, a causa di questi comportamenti anomali, subivo anche dei consumi di batteria fuori dal normale (già le batterie delle EOS-M non sono così generose come numero di scatti...). All'inizio pensavo che il problema fosse dell'adattatore, e son passato da un compatibile a quello originale (in verità l'adattatore compatibile faceva filtrare anche un po' di luce, e questo nonostante fosse di un marchio abbastanza blasonato, non una cinesata da 4 euro), e poi del corpo macchina, che però aveva pochi mesi di vita, e non dava alcun problema con gli originali Canon EF ed EF-S che possiedo, e neppure con il Sammy 500mm con attacco T-2. Ero disperato! Poi - cercando in rete - ho trovato un articolo (questo) che parlava proprio del mio obiettivo, e in generale degli obiettivi Sigma, e del fatto che la casa costruttrice non garantisse la compatibilità con i mirrorless Canon della serie EOS-M (all'epoca ancora non era uscita la nuova EOS-R). Per cui... Prima di spendere 600 euro per l'ottica della Sigma, se hai possibilità, provala in modo esaustivo perché non vorrei che ti trovassi in una situazione simile alla mia. Nel dubbio rimarrei su marchio Canon, o cercherei un'ottica che garantisse la compatibilità col tuo corpo macchina.
  11. Si, uno scatto verticale, o forse un passo indietro, avrebbero dato un briciolo d'aria alla base della foto. Ma lo scatto è davvero notevole! Complimenti
  12. Ciao, La Lowepro fa dei prodotti interessanti per chi ama fotografare in movimento. Io ho uno zaino trekking di questa marca che ha di particolare il fatto di avere una tasca laterale da cui accedere al comparto fotocamera senza dover togliere lo zaino dalle spalle. oltre al comparto fotocamera ha anche un discreto spazio da usare come 'zaino normale' (c'è la variante da 20Lt e quella da 30Lt), uno spazio destinato alla camel bag, e persino il raincoat per proteggere tutto quanto da acquazzoni violenti. E' un bel prodotto! Il mio modello non è più in produzione ma quello nuovo è questo. Però temo che il comparto fotografico non riesca a contenere tutta l'attrezzatura che indichi. C'è una variante più grande (da 45Lt credo), che però perde l'accesso laterale, ma magari può fare al caso tuo. Più in generale, prova a guardare tra i vari prodotti della Lowepro, sono davvero ottimi, e forse trovi quello che fa al caso tuo :-)
  13. Io sono un fan di Lowepro. Devo dire che non ho nulla che possa portare così tanta attrezzatura, ma sono davvero degli ottimi prodotti. Io possiedo uno zaino trekking con tasca laterale per la reflex (fotocamera con obiettivo montato + un secondo obiettivo), e una borsa Passport Sling per le uscite urbane.
  14. Questo è un vero e proprio scatto rubato. Io e la mia compagna stavamo passeggiando per Sofia, se non ricordo male eravamo anche un po' di fretta per raggiungere un posto - ammetto di non ricordare quale - prima che chiudesse e l'occhio ha colto a lato del marciapiede questa signora coperta di piccioni. Avevo la reflex in mano con il braccio disteso lungo il corpo, camminavo normalmente, e ho deciso di tentare lo scatto en passant. Ho semplicemente ruotato il polso in modo che l'obiettivo fosse rivolto verso la donna, e ho scattato una breve raffica. La foto migliore è questa che segue: Signora dei Piccioni by Glauco Silvestri, su Flickr Lo scatto è stato realizzato in automatico con la mia canon 700D e il sigma 18-250mm f/5.6 - 18mm - 1/80" 100ISO In post ho semplicemente virato l'immagine su B/N
  15. Perché "Pinocchio"?
×
×
  • Create New...