Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'bracketing'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Discussioni generali
    • Comunicazioni dallo staff
    • Presentazioni
    • Aiuto, proposte, segnalazioni sul forum
    • Fuori tema
  • Fotografia
    • Critica foto
    • Progetti fotografici e reportage
    • Tecniche fotografiche
    • Post-produzione e fotoritocco
    • Luoghi fotografici
    • Tutto il resto
  • Dopo lo scatto
  • Fotocamere, obiettivi e altro
    • Sull'equipaggiamento
    • Le vostre recensioni
  • Sfide
    • Sviluppa questo RAW!
    • Sfide fotografiche a tema

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


MSN


Sito web


Yahoo


Skype


Dove vivi?


Interessi

Found 3 results

  1. Circa un mese fa mi è capitato di fare questa fotografia che, pur essendo apparentemente semplice e neanche particolarmente significativa, racchiude una lavorazione niente affatto scontata e per nulla banale. Dalla Civitavecchia di Arpino: Torre di Cicerone / From Arpino's Civitavecchia: Tower of Cicerone by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + DA 18-55 WR @ 18mm Exif: Av, f/8, 100iso, tempi da 1/1000 a 1/15. Vi chiederete: -E che c'è di così complicato in una torre in mezzo ad un prato?- Ecco, di complicato c'è che per fare questa foto ho dovuto utilizzare i due metodi indicati nel titolo, cioè il Bracketing (o esposizione a forcella) e lo Stitching (o panoramica). Questo perché le condizioni di scatto non mi permettevano di fare la foto in uno scatto solo. Ho deciso di scrivere questo post perché la foto è il risultato ottenuto con un semplice 18-55 da kit e con un po' di perizia tecnica per superare le limitazioni tecnologiche (ed economiche). Quali erano i problemi di questa scena? 1) La gamma dinamica della luce era esageratamente vasta, considerato che ho scattato verso le cinque di pomeriggio e mancava ancora un'ora al tramonto. La luce non era così dura, ma la differenza tra le ombre e le luci non veniva coperta dal sensore della mia fotocamera (che tra l'altro è uno dei migliori sotto questo punto di vista). 2) La scena è troppo grande per la focale a disposizione, e ci sono elementi umani che non possono essere mantenuti "dritti". La torre è abbastanza alta, e si trova nella parte più alta del prato. In più il prato è in realtà un terrazzamento coltivato ad ulivi e, nel punto in cui ho scattato, "finisce" la terrazza e quindi oltre non si può andare. Ciò comporta due problemi: il primo è che inquadrando la torre con la fotocamera "in bolla", le si taglia tutta la parte superiore, e quindi ci si ritrova con la torre mozzata; il secondo è che in questo modo si inquadra moltissimo prato, che riempie fin troppo il fotogramma. A) La soluzione alla gamma dinamica è il bracketing, cioè lo scatto successivo di più foto con esposizioni diverse, in questo caso quattro scatti a distanza di 1EV l'uno dall'altro, partendo da -2EV fino a +1EV. Così si recuperano tutte le informazioni della scena che poi potranno essere fuse attraverso un programma HDR o manualmente attraverso la sovrapposizione in un programma di fotoritocco. Più complicato è risolvere i problemi compositivi. Non avendo a disposizione niente di più grandangolare del 18mm (il mio 14mm l'avevo prestato alla mia ragazza, e comunque avrebbe ingigantito ancor di più il prato) ho deciso di fare una panoramica, scattando più foto per coprire tutta l'altezza della torre. Ciò implica che ci sia il bisogno di inclinare la fotocamera per inquadrare la parte alta della torre, con relative linee cadenti da correggere in post-produzione. E' proprio sapendolo che ho deciso di comporre in maniera precisa la mia panoramica: invece di due scatti per la parte bassa e due scatti per la parte alta, ho infatti optato per sei scatti; due per la parte bassa, col prato e la base della torre, e ben quattro, il doppio, per la parte alta. Perché questo? Perché quando si correggono le linee cadenti "indietro" i programmi di sviluppo "stirano" la parte alta della foto, facendole perdere risoluzione: avendo invece più scatti a comporre la parte da "stirare", si poò evitare troppa perdita di qualità. Per unire le due tecniche, ed ovviare alle mancanze tecnologiche del momento, mi è toccato quindi fare sei foto per la panoramica, ognuna composta da quattro scatti per il bracketing, per un totale di 24 scatti. A questi ne ho aggiunti altri due esposti sulla sola torre per avere più dettaglio, per un totale di 26 scatti. A casa poi ho processato in HDR tutti i bracketing, per poi passare i .TIFF su Microsoft ICE per la panoramica. Infine, il file completo, l'ho processato come al solito sul Lightroom. Questa foto, all'apparenza così banale, è in realtà quindi l'unione di 26 scatti, per una foto finale di di 36megapixel (la mia fotocamera ha un sensore da 16mpx, quindi oltre il doppio della sua risoluzione) ed è perfettamente esposta e leggibile. Spero di aver fatto che apire che anche la vita del paesaggista è complicata, e non è solo "guarda che bel paesaggio, scattiamoci una foto e poi saturiamo i colori su Photoshop"
  2. Buongiorno a tutti, mi sono letto fino alla decima pagina, ho trovato qualcosina, ma nulla che mi possa colmare le lacune che ho. Mi sono letto sul blog ed altri siti, come si dovrebbe fare un bracketing (sia pre-impostandolo nella reflex, sia facendolo manualmente). Però mi manca la parte dopo lo scatto, ovvero quella di post-produzione. Prendo i miei 3 ( o 5 ) scatti fatti con le diverse esposizioni: - in una ho il cielo esposto - in una tutte le zone in ombra, sono ben visibili - e l'altra quella intermedia, ha un buon bilanciamento dell'esposizione Quando però le unisco (utilizzo l'automatismo di Photoshop) mi viene fuori una cosa inguardabile....una foto un sacco sovraesposta e per niente nitida. Se provo ad unire gli scatti manualmente mi perdo completamente, la foto risultate è del tutto sotto-esposta nelle zone scure, e completamente bruciata nelle zone di luce. Sento sempre parlare di maschera, però ahime, non riesco a capire di cosa si tratti...qualcuno ha qualche dritta ? Thaanks
  3. Guest

    Solchi

    Continuo con le foto della gitarella a Campo Imperatore, questa volta tocca ad un tramonto (e come può mancare) a colori. I colori sono stati particolarmente belli e "forti", e sono passati velocemente dal giallo pieno fino al rosso e arancione accesi. Nel mezzo, per un paio di minuti, tutta la zona è diventata rosa. In questo caso eravamo quasi alla fine del tramonto, con l'erba che dal verde in ombra passa al giallo illuminato dal sole fino al rosso/arancione delle parti più marginali e meno esposte al sole diretto, ma solo ai raggi della parte già tramontata. Eccovi la foto: Solchi / Furrows by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + DA 18-55 WR, @ 31mm, a mano libera. Con polarizzatore. Bracketing di 5 scatti da -2 a +2 EV. Exif: Av, f9, tempi da 1/80 a 1/5, 80ISO. In PP: importazione dei raw su LR, esportazione in .tiff senza modifiche, unione dei tiff in HDR, reimportazione su LR, curve e contrasto, modifica selettiva del cielo con filtro digradante. Esportazione in jpg e lieve maschera di contrasto.
×
×
  • Create New...