Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'jupiter-9 85/2'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Discussioni generali
    • Comunicazioni dallo staff
    • Presentazioni
    • Aiuto, proposte, segnalazioni sul forum
    • Fuori tema
  • Fotografia
    • Critica foto
    • Progetti fotografici e reportage
    • Tecniche fotografiche
    • Post-produzione e fotoritocco
    • Luoghi fotografici
    • Tutto il resto
  • Dopo lo scatto
  • Fotocamere, obiettivi e altro
    • Sull'equipaggiamento
    • Le vostre recensioni
  • Sfide
    • Sviluppa questo RAW!
    • Sfide fotografiche a tema

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


MSN


Sito web


Yahoo


Skype


Dove vivi?


Interessi

Found 11 results

  1. Guest

    Linee metalliche

    Ancora dal raduno del 30 gennaio di Estremisti Vintage, una foto del "simbolo" delle zone che abbiamo visitato, e cioè il Gazometro di via Ostiense, una vecchia struttura un tempo utilizzata per lo stoccaggio del gas. In questo caso la foto è stata scattata da via del Commercio, con un mediotele (lo Jupiter-9 85/2), cercando di creare delle linee graficamente interessanti, sovrapponendo le varie strutture del Gazometro principale e degli altri più piccoli che lo circondano. Eccovi la foto: Linee metalliche / Metal Lines by Federico Tomasello, su Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera, 5 scatti in bracketing. Exif: Av, f/4, 1/125, 200iso (per lo scatto centrale del bracketing). Misurazione media ponderata sull'esterno della parte più luminosa. In PP: tutto su LR, e niente di che. L'HDR è bastato ed avanzato a fare la foto.
  2. Guest

    Il cobra non è un ponte...

    Ancora una foto dall'uscita di tre settimane fa per il gruppo Facebook "Estremisti Vintage". In questo caso il soggetto è l'ottimo, fotograficamente parlando, ponte "Settimia Spizzichino", che risulta veramente bene in fotografia. Dopo un breve scambio di battute con Simone (Arati, di questo forum, ndr), e qualche tentativo a focali più grandangolari, l'idea di utilizzare un teleobiettivo è risultata vincente, isolando la bella struttura dal resto del quartiere. Il cielo estremamente nuvoloso ha aggiunto il tocco mancante. Eccovi la foto: Ponte nuvoloso / Clodly Bridge by Federico Tomasello, su Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85mm f/2.0, a mano libera, bracketing di 5 scatti. Exif: Av, f/4, 1/125, 80iso per l'esposizione centrale. In PP: tutto in LR. Oltre le solite cose, un ritaglio panoramico e una spennellata selettiva sul cielo per enfatizzarlo con chiarezza e contrasto. Alcuni filtri radiali per bilanciare l'esposizione e rendere più evidente ed illuminato il ponte. Un digradante in alto e due ai lati per concentrare l'attenzione. Esportazione e lieve maschera di contrasto.
  3. Guest

    Migrazione urbana

    Nel mio archivio questa è finita catalogata come street, ma visto che propriamente è difficile dire se lo è o non lo è (a seconda di come si interpreti la categoria, io ci metto tutto quello che scatto "per strada" e che non sia paesaggio, architettura, ritratto o close-up...), la piazzo in "tutto il resto". Foto scattata prima di Natale (come detto sto un po' recuperando l'archivio di foto "da proporre"), mentre passeggiavo per via Tiburtina a Roma (ben oltre la stazione), forse una delle vie meno belle di Roma. Palazzoni, edifici di poco pregio, lavori in corso, persone scorbutiche, traffico in ogni ora del giorno e della notte, auto ovunque... insomma, un bel posto Per sfuggire all'orribile visione, mi sono messo a guardare più che altro in alto, e ho fatto un po' di scatti a insegne, pali, lampioni ed altro. Nulla di particolarmente interessante (anche se le ho conservate come foto-ricordo per motivi che non vi sto a dire) tranne nel caso di questa foto, che m'è piaciuta fin da subito (ed infatti ne ho fatte almeno una decina). La successione dei doppi lampioni, al tramonto, mi ha ricordato i disegni stilizzati dei bambini quando provano a disegnare gli uccelli e, in parte, le atmosfere di Folon (noto illustratore belga); il contrasto col bruttume della periferia romana ha aggiunto un po' di fascino ai miei occhi. Eccovi la foto, ditemi che ne pensate perché non so se valga qualcosa solo per me, o anche agli occhi di qualcun altro Migrazione / Migration by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Pentax F 1,7x AF Converter + Jupiter-9 85/2, a mano libera (145mm totali) Exif: Av, f/2, 1/125, 320 iso. In PP: ho cercato di mantenere i toni moribidissimi e pastellati tipici dello Jupiter a tutta apertura, perché erano quelli che meglio rendevano la scena (per come l'ho vista io). Un po' di contrasto, un velo di nitidezza, un ritaglio 4:3 (se non erro) e attenuazione delle luci dei lampioni. Poco altro. Esportazione e leggerissima maschera di contrasto.
  4. Finita la serie "da tergo"... ancora una foto ripresa da dietro Ma questa volta per un motivo, visto che farla da davanti non era possibile. La foto è stata scattata al tramonto sul colle Aventino di Roma, presso la famosa serratura del cancello del palazzo del Priorato dei Cavalieri di Malta, il che spiega la posizione del soggetto. Ovviamente, non sapendo di che luogo si parli, l'interpretazione più normale è quella del titolo, e quella che avevo in mente quando ho scattato la foto; davanti la serratura c'è sempre fila, ed ho aspettato di poter scattare ad un soggetto adatto, cioè questa tizia vestita un po' demodé (anche perché gli altri soggetti erano brutti pentaxiani di mezz'età, ciccioni e con la barba... ). La foto è rumorosa, ma a 8.000iso (peraltro tirati su in postproduzione di uno stop) ci si può far poco. Eccovi la foto: Curiosità è Femmina / Female Curiosity by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter 85/2 a mano libera. Exif: Av, f/2.0, 1/125, 8000ISO. In pp: crop 6x7, conversione, aumento esposizione, riduzione luci, contrasto e poco altro. Esportazione in jpg e leggera maschera di contrasto.
  5. Guest

    Vecchi leoni

    Alfin giungemmo alla meta: ultime foto di concerti. Non ne sono previsti altri a breve, il prossimo (spero) sarà un bel concerto metal in primavera (sperando non sia proibito fotografare). L'esibizione qui riportata è invece quella de La Locanda delle Fate, un gruppo progressive rock italiano di metà anni '70 che, scioltosi dopo il primo disco, è tornato in auge a partire dagli inizi degli anni '90 ed è tornato ad unirsi ed esibirsi dal vivo da un paio di anni, con enorme ringraziamento degli appassionato del genere (come il sottoscritto) che si possono godere ancora lo spettacolo (e la musica) di questi "vecchi leoni". Per capire quanto sono fedeli i loro fan basta dire che ne hanno un paio giapponesi che partono appositamente da Osaka per ogni loro concerto, ripartendo subito dopo per il Giappone... Ed in effetti ci si sente ripagati: il concerto è stato così intenso che a lungo mi sono dimenticato totalmente di fotografare (anche perché da posizione fissa le idee prima o poi finiscono). Davanti a tutti l'istrionico Leonardo Sasso, cantante e autore dei testi, che a 60 e rotti anni suonati, e qualche decina di chili di troppo, ancora si permette balletti, saltelli e grinta da vendere, nonché simpatia ed ironia a pacchi Insomma, s'è capito che m'è piaciuto, no? Ed eccovi quindi la prima foto, partendo dalla fine del concerto. Durante una cover di R.I.P. del Banco del Mutuo soccorso, dedicato alla buonanima di Francesco Di Giacomo, il buon cantante s'è scatenato (e visibilmente commosso) ha caricato il pubblico come pochi giovinastri purtroppo san fare. Secondo me è la foto che meglio rappresenta il concerto: Vecchi leoni / Old Lions by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera. Exif: M, f/2.8, 1/125, 6400ISO In PP: tutta su LR. Ritaglio 16:9 per escludere qualche testa del pubblico di troppo, e la parte superiore del telaio delle luci. Poi conversione, contrasto, curve e chiarezza. Intervento selettivo sul cantante per renderlo più leggibile, ed ulteriore intervento all'altezza della mano per rendere meno evidente un flare incontrollato, causa faro in alto a destra che mi ha puntato di colpo... Filtro graduato in basso per scurire il palco e le ultime due teste restanti. Esportazione in jpg e leggera maschera di contrasto, con riduzione rumore.
  6. Guest

    Fiammelle moderne

    Altro giro, altra finestra. In questo caso ci troviamo, ancora, presso l'Abbazia di Casamari (Veroli, FR). Con una fugace mossa sono svicolato con la mia ragazza nella parte chiusa al pubblico dell'abbazia e riservata agli ambienti privati dei frati (si erano dimenticati una porta aperta). Niente di particolare, se non botti piene di vino, filari di uva e uva raccolta a macerare in un angolo (a quanto pare non vogliono far sapere di esser beoni ). Qualche coltivazione di pomodori e un po' di celle e ambienti privati. Poi la mia ragazza ha notato questa scena ed in effetti aveva il suo perché. Ho inforcato l'85 e ho cercato isolare finestra ed interno dal resto della scena. Eccovi la foto: Fiammelle moderne / Modern Flames by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera. Exif: f/8, 1/125, 160ISO In PP: tutto in LR, raddrizzamento e ritaglio, vari filtri radiali per bilanciare l'esposizione e rendere più leggibile la finestra e l'interno della stanza. Qualche spennellata sul muro per renderlo più geometrico e presente. Esportazione in jpg e lieve maschera di contrasto.
  7. Guest

    Passione antica

    Sì, ok, è l'ultimo concerto... ma non è che ve la siete cavata con le due foto in bianco e nero. Ve ne posto ancora un po', infatti Prima di passare al colore, vi presento la via di mezzo: il viraggio monocromo. Ho scoperto la divisione toni di Lightroom e come ogni nuovo gioco, mi ci sto divertendo parecchio. Per ora, però, la riservo solo a scatti un po' più particolari, per sottolineare qualcosa che no notato. In questa foto, ad esempio, mi interessava la passione "giovanile" del gruppo, opposta al loro essere tutt'altro che giovani. Complice il fatto che le luci sono calate all'improvviso e che non sono bastati gli 8000iso nominali ad esporre bene (c'è quasi un +2 di esposizione su LR, in pratica il rumore di 20.000ISO e passa...), ho deciso per uno sviluppo un po' più strano e antico, cercando di imitare le foto da quotidiano/rivista di qualche decennio fa. A voi la foto: Passione antica / Old Passion by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera Exif: M, f/2.8, 1/125, 8000ISO In PP: tutto su LR, ritaglio quadrato, conversione in bianco e nero, contrasto curve chiarezza, divisione toni sul blu per le ombre e sul magenta per le luci. Nessuna riduzione rumore per i motivi summenzionati. Esportazione in jpg e leggera maschera di contrasto.
  8. Su su, ci siamo quasi. La fine è vicina. Siamo arrivati agli scatti a colori, ancora sulla stessa tematica delle precedenti: gli anzianotti del prog che si danno ad atteggiamenti giovanili durante il concerto, con molta autoironia e nessuna intenzione kitsch. Putroppo il riflettore indirizzato sul front-man ha mandato in ombra tutto il resto della scena, ed il recupero di quest'ultime (parliamo sempre di quasi un paio di stop rispetto al resto) ha creato una mezza quintalata di grana indesiderata, visto che già si stava a 6400ISO. Eccovi la foto: Ballo del gluteo / Gluteus Dance by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera. Exif: M, f/2.8, 1/125, 6400ISO. In PP: ritaglio meno panoramico (8,5x11), bilanciamento del bianco, riduzione di blu, magenta e viola, interventi selettivi per bilanciare l'esposizione, filtri radiali sui tizi per renderli più leggibili, riduzione rumore diffusa. Esportazione in jpg, lieve maschera di contrasto e ancora riduzione rumore.
  9. Ed eccoci finalmente all'ultina tranche di concerti, le foto a colori del già illustrato concerto dei Be Forest. Visto che finora vi avevo fatto vedere Cantante/Bassista e Cantante/Percussionista, passiamo ora al terzo membro del gruppo, il chitarrista ciondolone. Non ha smesso per tutto il concerto di ondeggiare e ballicchiare lentamente, quasi sempre ad occhi chiusi. E quindi... foto esemplificativa: Trasportato dalla musica / Carried by the music by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera. Exif: M, f/4, 1/200, 6400ISO. In pp: in LR bilanciamento del bianco, solita desaturazione parziale di blu, magenta e viola, doppio filtro radiale sul tizio per renderlo più leggibile e inverso sullo sfondo per attenuare un po il rumore. Un paio di filtri anche su viso e chitarra, stessi motivi. Esportazione in jpg, riduzione rumore e lieve maschera di contrasto.
  10. Guest

    In trance

    E due, seconda foto (ancora in bianco e nero) del concerto dei Be Forest. Visto che le chiacchiere le ho messe nell'altro post, in questo mi limito a girarvi direttamente la fotografia. Aggiungo solo che per scattare questa foto ho fatto almeno una decina di prove a raffica per cercare di indovinare i dati giusti per l'esposizione, ed avere la persona ferma ma le bacchette mosse, possibilmente con poco sfocato. Quindi f/4 e 5000ISO provando i tempi, poi ho capito che ci volevano 6400ISO almeno (poi ancora aumentati in PP) per bene esporre l'1/200 necessario ad ottenere l'effetto voluto. Eccola qua: Rapimento musicale / Musical trance by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85/2, a mano libera. Exif: M, f/4, 1/200, 6400ISO. In PP: poco e nulla, in LR. Solita conversione, curve, chiarezza e contrasto, un paio di spennellate sulle alte luci, esportazione in jpg e lieve maschera di contrasto, con riduzione rumore.
  11. Guest

    Slide.

    Faccio un eccezione e dal detto concerto dei Thee Elephant vi mostro anche quest'altra foto, perché mi piace e voglio conoscere la vostra opinione E' scattata ad f/2, 1/200 e 2000ISO, ma aumentata di circa 3 di punti di esposizione in post (le luce si sono improvvisamente attenuate), quindi diciamo attorno ai 10.000-15.000ISO equivalenti. Il rumore si nota tutto, però la scena mi piaceva abbastanza da farmela non solo conservare, ma anche pubblicare (il bianco e nero ovviamente era una necessità). L'ideale sarebbe stato fare una foto a f/2, 1/100 (l'azione in quel momento era abbastanza lenta) e qualcosa attorno agli 8000ISO. Voi di che opinione siete? Qualità della scena o qualità tecnica della foto? (Posto che stampata sarebbe sicuramente meno fastidiosa, ma comunque inficiata). Eccovi la foto: Chitarra slide / Slide Guitar by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Jupiter-9 85mm f/2, a mano libera. Exif: M, f/2, 1/200, 200ISO, +0,3 EV In PP: tutto in LR, conversione in BN, aumento esposizione, contrasto e curve, filtro radiale sul musicista con abbassamento contrasto, aumento chiarezza e nitidezza, esportazione in jpg e lieve maschera di contrasto e riduzione rumore.
×
×
  • Create New...