Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'k7'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Discussioni generali
    • Comunicazioni dallo staff
    • Presentazioni
    • Aiuto, proposte, segnalazioni sul forum
    • Fuori tema
  • Fotografia
    • Critica foto
    • Progetti fotografici e reportage
    • Tecniche fotografiche
    • Post-produzione e fotoritocco
    • Luoghi fotografici
    • Tutto il resto
  • Dopo lo scatto
  • Fotocamere, obiettivi e altro
    • Sull'equipaggiamento
    • Le vostre recensioni
  • Sfide
    • Sviluppa questo RAW!
    • Sfide fotografiche a tema

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


MSN


Sito web


Yahoo


Skype


Dove vivi?


Interessi

Found 15 results

  1. Un giorno vado su facebook e scopro il video di un americano che descrive questo magnifico piccolo museo tra piazza Navona e Campo dei Fiori. Inutile dire che lì davanti ci sarò passato decine di volte, per lo più di sera, e non mi ero mai accorto di questo museo... Il primo dell'anno, visto che si festeggiava con l'apertura gratuita, decido di andare. Che scoperta! Barracco era un collezionista di oggetti "antichi" e dalla sua collezione eclettica emergono reperti provenienti da tutto il Mediterraneo e dal Medio Oriente, compresa Palmira o l'antica Ninive, oggi famose per ben altre situazioni... Tra i reperti, quella che mi ha colpito di più è questa piccola testa di marmo, grande forse una quindicina di centimetri, con un'espressione bellissima. Avevo con me la k7, con un vecchio obiettivo FA 24-90. ISO 2000, f8, 1/30 di secondo. La luminosità del museo è quello che è, la k7 oltre i 1600iso è ingovernabile, e mi serviva un minimo di profondità di campo.
  2. Sono stato un po' in giro in questo periodo, più che altro per motivi di lavoro, ed ho deciso di portarmi dietro la fotocamera con 1-2 obiettivi al massimo. Qui ero a Lisbona, alla foce del fiume Tajo, dove c'è questa torre che si affaccia sull'oceano che prende il nome dal quartiere (o viceversa?) di Belém. Ero con l' 8-16 sigma montato sulla fotocamera, mentre mi avvicinavo ho fatto questo scatto a mano libera con quest'atmosfera a metà tra il giorno e la notte, la marea che si ritira e le luci artificiali che ancora non avevano preso il sopravvento. Ho scattato così "per prova", a 1600 iso, f5.6 e 1/4 di secondo. Il tempo di sistemare il cavalletto ed era cambiata tutta la scena.
  3. Dopo anni che mi promettevo di andare, sono riuscito a vedere (per ben due volte!) il museo di villa Giulia. Ho una sola parola per descriverlo: spettacolo. Al di là della villa, che merita una visita già per la bellezza dell'architettura, è un museo pieno zeppo di materiali, alcuni di fattura incredibile, tanto che non se ne esce prima di un 3 ore, se si vuole leggere e vedere tutto. La sala con gli ori castellani è impressionante. Fotograficamente parlando non è un posto banale, perché l'ambiente è male illuminato, alcuni oggetti sono scuri (penso al "modellino" di fegato con le incisioni per gli "aspiranti aruspici" o alle ciste bronzee), ci sono mille riflessi e gli oggetti sono spesso illuminati da lampadine con differente temperatura e spesso si coprono a vicenda. Tra gli oggetti più belli, c'è sicuramente questa testa femminile di una pietra che non so riconoscere né è indicata, probabilmente di una divinità associabile ad Afrodite. Non è molto grande, e bisogna andare a vederla, ma merita sicuramente. (la pagina della foto è qui: https://www.flickr.com/photos/giuseppesavo/30685822693/in/dateposted-public/) Se vi capita di andare al museo di Santa Severa troverete un reperto molto simile ma in ceramica. Scattata con la k7, DA 18-135, iso 1600, f5.6
  4. Castello di Santa Severa, per chi non lo conosce un castello in riva al mare nella zona del litorale nord romano. Spazio sulla spiaggetta pochino per scattare, anche con un ultragrandangolare a 12mm. Ho chiuso ad f11 per avere il massimo della profondità di campo, ed in postproduzione ho comunque dovuto correggere un po' (tanto) la prospettiva. Ho avuto il buon occhio di mettermi abbastanza in asse con il castello, per cui lo "spigolo" era in asse già originariamente.
  5. Ho scattato qualche foto al palazzo che ospita la mostra di Giacomelli. il 12mm su apsc è ancora abbastanza ampio per dare dei giochi prospettici "particolari".
  6. Qui ho usato il pentax FA 24-90, credo alla sua massima escursione. Sempre k7, f8, iso 640. I dati su flickr sono realistici delle condizioni dello scatto. Gli exif della k7 sono letti in maniera decente.
  7. volevo fare una silouette del palazzo "storico" dell'università di Catania, e poi ho notato la sagoma dell'orologio che dava un effetto in stile "Iron Man". pentax k7 con davanti un vivitar 19mm f3.8
  8. ero lì che scattavo alla fontana dell'elefante, smadonnando per il quasi controsole e per la troppa gente, quando mi passa davanti questa ragazza. Rivedendo le foto mi sono reso conto che è l'unica donna nella foto, e che contrariamente a me c'è chi l'ha notata. Ho giocato un po' con i colori, con l'emulazione di una vecchia pellicola fuji. L'effetto non mi dispiace... Il vivitar 19mm f3.8 non è terribile, non è neanche una lama e soffre abbastanza di mancanza di contrasto. Su pellicola è più che buono, su digitale ancora lo devo valutare...
  9. non avendo nuovi scatti, sto risistemando qualcosa di vecchio... sempre k7, il fido 12-24 f4, photivo. tanti iso, tutta apertura.
  10. Con il sigma 70-300 ho un rapporto di odio e amore. Lo odio perché è un obiettivo con molte pecche (poco risolvente, bokeh generalmente orrendo), e che tengo solo perché copre focali che uso raramente. D'altronde per 100 euro di lente, non gli faccio sconti e ce l'ho sempre nello zaino, in previsione di foto che potrebbero necessitare del tele. Un pomeriggio di agosto di qualche tempo fa me ne stavo a Ladispoli dai suoceri, ed avevo portato (e fotografato) i pupi in spiaggia. Stavamo andando via quando ho notato una tizia che stava fotografando il cane di un ragazzotto (il marito? il fratello? boh...) che giocava sulla battigia con la sua canon aps-c e 18-55 di ordinanza. Mi ha incuriosito perché assumeva, mentre scattava, delle pose assurde e perché ad ogni scatto andava a controllare cosa aveva scattato. Io avevo montato il 70-300, stavamo andando via, il tempo di togliere la fotocamera dallo slingshot, alzare e scattare 5-6 foto, con una sola mano, mentre mi avviavo verso il lungomare. Raw lavorato con photivo.
  11. sempre dalla mostra "the art of the brick", pentax k7, 12-24, iso 1600, f4, 1/15
  12. sempre dalla mostra dei lego, una delle opere legate alle emozioni umane, in questo caso la morte di un figlio vista da un genitore. Avevo pensato di postare lo scatto in verticale, che ho fatto, ma tra i due mi piace più questo per la presenza dell'ombra netta che se ne va in basso a destra, k7, esposizione manuale a f4 1/15, DA 12-24 a 12mm.
  13. Faccio una piccola premessa. Non so se avete presente la mostra "art of the brick". E' l'idea di un ex avvocato newyorkese che si è inventato questa "mostra" di opere costruite con i mattoncini lego. L'idea è interessante, la mostra romana a mio parere un po' meno, intrigante dal vivo l'illuminazione, un vero dito "in er posto" quando si scatta con la macchina fotografica (luci puntate direttamente contro mattoncini di plastica con una buona dose di riflessi e colori "primari" che sulla reflex non sono proprio tali come il giallo), tanta ma proprio tanta folla. Ho fatto qualche scatto, iso necessariamente alti, 12mm per avvicinarmi il più possibile ed evitare di inquadrare le persone, tempi lenti sena cavalletto. Qualcosa di carino, però, credo di averlo ottenuto...
  14. altra immagine dalla mostra "art of the brick" Sempre con la k7 e 12-24. Devo dire che questa, oltre ad essere "fotogenica" (è l'opera scelta per le locandine), era anche illuminata relativamente bene.
  15. battente di una porta fotografato "al volo" durante un giretto nel centro di Arce, in piena Ciociaria Felix. pentax k7, pentax FA 24-90 ƒ/5.6 35.0 mm 1/20 1600 Flash (spento, non attivato)
×
×
  • Create New...