Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'light painting'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Discussioni generali
    • Comunicazioni dallo staff
    • Presentazioni
    • Aiuto, proposte, segnalazioni sul forum
    • Fuori tema
  • Fotografia
    • Critica foto
    • Progetti fotografici e reportage
    • Tecniche fotografiche
    • Post-produzione e fotoritocco
    • Luoghi fotografici
    • Tutto il resto
  • Dopo lo scatto
  • Fotocamere, obiettivi e altro
    • Sull'equipaggiamento
    • Le vostre recensioni
  • Sfide
    • Sviluppa questo RAW!
    • Sfide fotografiche a tema

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


MSN


Sito web


Yahoo


Skype


Dove vivi?


Interessi

Found 11 results

  1. Un nuovo esperimento al buio con una pila. Livelli sovrapposti e mascherati in Photoshop. Fuji X-E2 XF18-55mmF2.8-4 R LM OIS 24.3mm / ƒ/22 / 10s / ISO 200
  2. Ciao a tutti, mi date qualche parere su questa fotografia? Non mi convince molto perchè è un po troppo caotica, e sicuramente ha anche dei difetti "tecnici". L'ho realizzata a Padova, volevo riprendere la piazza e le luci del tram sulla destra, durante lo scatto sono poi arrivati dei ragazzini che hanno "animato" la scena con le loro ombre. Aggiungo i dati di scatto Apertura f/20 Tempo 13 sec. Iso 100 Lunghezza focale 18mm
  3. Sto sperimentando la tecnica del light painting. Quattro scatti illuminati diversamente sovrapposti e mascherati in Photoshop. Mestolo e primule by Vanda Guazzora, su Flickr Fuji X-E2 XF18-55mmF2.8-4 R LM OIS 26.5mm / ƒ/22 / 27s / ISO 200
  4. Primo esperimento di Toy photography + light painting... oddio, non è proprio un giocattolo ma un tipico souvenir parigino, la miniatura di una delle statue che adornano il tetto della cattedrale gotica di Notre Dame. l'oggetto è alto 4 cm. tamron 90mm macro, 15", f/11, ISO 100. cavalletto e luce led fredda Post produzione di 30 secondi, giusto quei dettagli prima esportarla in jpeg l'effetto che volevo ottenere era quello di un qualcosa di grottesco, un po' sinistro e mefistofelico Bored Gargoyle di Luca De Siena su Flickr
  5. Ve la posto linkandovela da Facebook per ora quindi tenete conto del pessimo algoritmo di compressione di questo social network. Non l'ho ancora caricata su flickr o su 500px perchè aspetto i vostri feedback prima. Body: Nikon D5100 Lens: Nikkor 18-105mm Lunghezza focale: 18 mm Apertura: f3.5 Tempo di posa: 20" ISO: 640 Scattata alle 22:20. Ho spremuto al massimo il mio povero 18-105 ma qui ci voleva un bel grandangolare serio... più di questo non sono riuscito a far entrare nell'immagine. Più indietro di quello non potevo andare, c'era il dirupo! Ho provato anche la soluzione orizzontale inizialmente ma si perdeva troppo cielo e la cosa mi dispiaceva. Ho cominciato a scattare mentre il mio amico mi aiutava con il lightpainting. Quando ho raggiunto una buona immagine data dal compromesso di tempi, apertura e ISO, ho sentito che mancava qualcosa ancora. Sulla sinistra c'era un piccolo albero, ho provato ad includerlo e anche se il risultato non era buono compositivamente, ho subito notato che la foto cambiava registro, diventava più interessante con un altro elemento, più vivo e naturale rispetto alla torre. Così alla fine ho chiesto al mio amico di continuare il suo lavoro di "pittore di luce" stando al centro della scena ed eccovi qui il risultato. in post ho gestito soprattutto l'esposizione e la temperatura nonchè la riduzione del rumore e un minimo di nitidezza. critiche costruttive e consigli sono ben accetti. Luca
  6. (Posto qui chiedendo gentilmente allo staff di spostarla in "fotografia notturna" perchè nonastante i vari workaround tentati, mi è ancora impossibile postare in quella subsezione del forum...!) Ecco, io credo di essermi ammalato di fotografia 
 
Domenica mattina, andando a funghi, ho notato questa casetta nel bosco e mi son detto "qui devo tornarci a farci del light painting" una notte... ora secondo voi è normale che non ho aspettato nenche un giorno per tornare la sera stessa in quel luogo sperduto a mettere in pratica il mio progetto fotografico? 
 
 Body: Nikon D5100
 Lens: Nikkor 18-105mm f3.5-5.6 
Lunghezza focale: 18mm
 Apertura: f3.5
 Tempo di posa: 15" 
ISO: 800
 
 Cavalletto e torce (con luce calda fuori e fredda dentro) per il lightpainting. Riduzione del rumore e un po' di nitidezza e maschera di contrasto nonchè correzione della distorsione prospettica in LR.
 

 
 Ne ho scattata anche una versione in verticale; se volete, ve la posto. Sicuramente più pulita sul piano compositivo ma mi sembra che, senza un cielo degno di nota, questo tipo di composizioni non guadagnino così tanto in verticale.
 Purtroppo già a ISO800 per me il rumore è oltre l'accettabile con la mia macchina. Certo, avrei potuto fare una esposizione per il cielo a ISO più alti e uno più bassa per la terra ma 1. lo scatto punta a ovest e il sole era tramontato non da molto quindi avrei beccato ben poche stelle lo stesso data la tanta luce (non potevo puntare nella direzione contraria: oltre alla mancanza di finestre e porte sul lato opposto della casa, stava per sogere la luna... quasi piena!) 2. mi piacciono le nubi che stanno sulla sinistra che danno un aspetto ancora più sinistro alla scena.
 
 Ho consultato qualche amico della cui sensibilità mi fido e alla fine questa in orizzontale, dato il maggiore spazio ed elementi che mette in campo, sembra tenere lo spettatore qualche secondo in più nella foto.
 
Inoltre, data la conformazione dei monitor, mezzo sul quale vengono principalmente visualizzate le foto al giorno d'oggi, le immagini verticali sembrano sempre più striminzite e meno profonde di quelle orizzontali, d'impatto (ripeto, parlo delle mie, in base alla mia attrezzatura. Ho visto foto verticali notturne, supreme e d'impatto!)
 
 Questo per mettermi al riparo dai più comuni "avresti potuto provare" ... al di là di queste eventuali possibilità, a voi lo scatto interessa/colpisce?
 
 Vi lascio la parola 
 
 L

  7. ciao! ecco l'ennesimo light painting! è un vecchi accendino Ronson. d5000 su cavalletto, 18-55vr, scatto remoto e solita piccola torcia. ho fatto qualcosa come 150 tentativi, questo è più o meno il settantesimo. pensavo di fare il disegno di una fiamma classica, e ci sono anche riuscito alla fine. ma questo disegno, che è venuto fuori casualmente, mi piaceva di più! Ronson fire by matteoz.7, on Flickr brevissima pp in lightroom. voi che ne dite? 55mm f20 iso100 4.6 secondi ciao
  8. ciao! da un po' mi cimento in questa tecnica, che consiste nel "pitturare" con la luce. non mi ritengo per niente un esperto (ho fatto tre scatti fino ad ora) ma dalla poca pratica che ho fatto ho iniziato a capirci qualcosa trottola by matteoz.7, on Flickr l'otturatore, quando si apre e fa arrivare la luce al sensore, rimane aperto per un certo periodo di tempo, che nel light painting deve essere piuttosto lungo, lo stretto necessario per completare il proprio "disegno", ovvero la scie di luce create muovendo una torcia dentro l'inquadratura. l'intensità della luce sarà maggiore quanto più ci muoviamo lentamente, minore se ci muoviamo più velocemente. ovviamente, meno luce ambiente c'è, meglio è. infatti influirebbe sulla foto e illuminerebbe parti che magari non si vogliono mettere in risalto. è comunque importante non essere totalmente al buio, fa sempre comodo avere una luce molto bassa ma necessaria per vedere il soggetto e i punti dove muovere la torcia. oltre che muovere la torcia all'interno dell'inquadratura, è possibile comandarla dall'esterno e puntare la luce sugli oggetti che vogliamo siano più illuminati nella foto finale. ogni segno di luce che si fa, da fuori o dentro l'inquadratura, sarà visibile nella foto finale, quindi se ci si vuole spostare da un oggetto all'altro, per esempio, e illuminarli singolarmente, senza illuminare lo spazio che c'è tra i due, l'unico modo è illuminare il primo oggetto, spegnere la torcia e riaccenderla per illuminare il secondo. conviene quindi tenere sempre un dito sul pulsante di accensione/spegnimento! la torcia che ho usato per i miei scatti è molto piccola ma anche molto potente, della Led Lenser. avevo perso il coperchio con la lente che convoglia la luce del led, e ho scoperto che adesso è perfetta per disegnare con una fine scia di luce. ho trovato molto utile il comando a distanza con la macchina in posa "bulb", perché quando si ha finito di illuminare la scena si toglie il dito dal pulsante e l'esposizione termina, senza aspettare i secondi di posa che si sono impostati precedentemente, che potrebbero essere troppi o troppi pochi per terminare il disegno. il diaframma, visto che vogliamo allungare il più possibile i tempi, deve essere molto chiuso, ma non troppo, per evitare diffrazioni. visto che l'unica cosa che si deve muovere durante l'esposizione è la luce, tutto il resto deve essere immobile. è necessario un treppiede! io uso il pixi della manfrotto, che consente punti di ripresa molto vicini al terreno e comunque di orientare a piacimento la macchina. poi è molto più stabile del cavalletto-cinesata che ho non ho trovato necessario l'uso di sfondi neri o set particolari, intanto se si è in una stanza abbastanza buia, qual che non si vuole illuminare non lo si illumina, quindi anche una parete gialla di un muro può diventare nera. light guitar by matteoz.7, on Flickr alla torcia poi si possono aggiungere coni di carta, per avere un effetto "veli di luce", o qualsiasi altra cosa per diffondere più o meno la luce e ottenere effetti sempre diversi. ghost beer by matteoz.7, on Flickr ho anche provato a usare il flash come fonte di luce, ma non l'ho trovata una buona idea. illumina troppa porzione di inquadrature e se si vuole avere uno sfondo nero il flash te lo illumina e quindi sarà visibile nella foto finale. la messa a fuoco, una volta che la macchina è stabile sul cavalletto, si può anche mettere in manuale e non modificarla più. ovviamente tutti questi consigli si applicano anche all'esterno, e penso che il difficile di questa tecnica sia la pratica, che si deve fare per ogni scatto al fine di ottenere quel che si vuole, la scelta della foto tra le 600 prove fatte (il più delle volte io scelgo sempre la prima ) e soprattutto l'idea di partenza, che non sempre arriva subito. spero di essere stato utile a chi come me è sempre in cerca di tecniche "strane" e si vuole cimentare ne light-painting! ciao
  9. ciao! ecco a voi un'altro light painting! il jet era su di un piedistallo, che poi in lightroom ho clonato via, solito piccolo set con carta vellutata nera appiccicata a cavallo tra il muro e il pavimento. ho deciso di non rimuovere del tutto lo sfondo nero, altrimenti l'aereo sembrava messo li a caso, senza dare l'idea che stesse "planando". oltre che fare le due scie, ho anche illuminato la scena dall'esterno. non ci è voluto neanche molto, dall'inizio fino ad adesso 15 minuti massimo in lightroom poi ho scaldato (la mia torcia è molto fredda) e aumentato nitidezza, aumentato luci nei due motori e curva ad s, oltre che molte clonazioni. nikon d5000 - nikkor 18-55vr - pixi iso100 f16 11s 18mm jet by matteoz.7, on Flickr ciao
  10. ciao! questa, per quanto riguarda tecnica e idea, la ritengo una foto seria ...o almeno più seria di quella della birra frutto di un'ora di duro lavoro e di una settantina di foto non riuscite, eccola qui. light guitar by matteoz.7, on Flickr nikon d5000 - nikon 18-55vr - cavalletto 18mm iso 100 f20 25s ho usato una torcia senza cappuccio e lenti, così che il led venisse fuori. in lightroom scaldato e piccole correzioni. eeee si, non mi sono ricordato di correggere quel poco di rumore che c'è, ma ormai l'ho caricata così su flickr
  11. Sabato scorso io e il mio amico Alex non avevamo un cavolo da fare. Mi chiama il pomeriggio e mi dice "senti, ma se tipo vado a prendere qualche fuoco d'artificio, qualche fuoco strano... ah, ho anche un paio di laser... che dici ti viene qualche idea?" risposta: OVVIO CHE SI'! Gli scatti sono stati pensati lì per lì, non c'è stata praticamente premeditazione quindi ci sono degli errori e delle imperfezioni che però, alla fine, ho deciso di ignorare, ci siamo troppo divertiti! Per gli scatti abbiamo usato, ovviamente, macchina sul cavalletto, diaframma a f8 / f11 (non ricordo), tempo 1/30 se non addirittura posa B. Un lampo di flash all'inizio della posa. Ecco quindi i risultati: Notte Infuocata di Elena Gatti Photography, su Flickr se volete vedere l'intero album eccolo! https://www.flickr.com/photos/madely87/sets/72157645606972583/
×
×
  • Create New...