Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'stelle'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Discussioni generali
    • Comunicazioni dallo staff
    • Presentazioni
    • Aiuto, proposte, segnalazioni sul forum
    • Fuori tema
  • Fotografia
    • Critica foto
    • Progetti fotografici e reportage
    • Tecniche fotografiche
    • Post-produzione e fotoritocco
    • Luoghi fotografici
    • Tutto il resto
  • Dopo lo scatto
  • Fotocamere, obiettivi e altro
    • Sull'equipaggiamento
    • Le vostre recensioni
  • Sfide
    • Sviluppa questo RAW!
    • Sfide fotografiche a tema

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


MSN


Sito web


Yahoo


Skype


Dove vivi?


Interessi

Found 7 results

  1. Salve colleghi, ormai sono alla mia seconda discussione e sono molto contento di aver visto una bella attività e già belle persone in questo forum e ne sono felice, perciò ringrazio chi ha creato il forum per darci questa possibbilità di discussione e confronto! Sfrutterò al meglio questo portale per crescere e imparate tutto quello che non so Oggi vi propongo uno scatto notturno scattato quest'estate in condizioni diciamo ottimali, abito in campagna e la mia zona è praticamente non illuminata. Ho aspettato che non ci fosse luna ed era l'orario intorno alle 4 quando era possibile vedere la via lattea nel cielo, ma il risultato aime è molto scadente La foto è scattata a 400 iso , tempo 15 secondi e 18mm f3.5 La casa nella foto è stata illuminata per qualche secondo inizialmente da una torcia portatile. Cerco consigli per titare al meglio le stelle della prossima luna nuova del 17 Gennaio
  2. Sono anni che vado alla ricerca della Via Lattea, in tutte le stagioni: man mano ho perso un po' di quella sfortuna che mi ha tormentato i primi anni (maltempo localizzato sopra la mia testa e solo nelle ore in cui provavo fotografare) e ho affinato un po' (non molto) la tecnica di ripresa e postproduzione. Ad agosto scorso, poche sere dopo la Luna Nuova, è venuta fuori questa, che reputo una delle mie migliori immagini dedicate a questo particolare soggetto. Con la compagnia di un amico pentaxiano ci siamo recati a un migliaio di metri sul livello del mare, poco lontano dal mio paese. A pancia piena ci siamo trovati davanti una Via Lattea particolarmente luminosa, che riusciva a tenere botta nonostante la valle illuminata sotto di essa. Un paio di ore di scatti, e questo è quel che ne è venuto fuori: Via Lattea / Milky Way: Val Comino by Federico Tomasello, su Flickr Pentax K-5 + Pentax DA 10-17/3.5-4.5 fish-eye + Pentax O-GPS 1 Astrotracer. Su cavalletto. Exif: -f/3.5, 240s, 1600iso per il cielo. -f/3.5, 420s, 800iso per il terreno. Le foto per il cielo e per il terreno sono state scattate senza muovere fotocamera e cavalletto: ci tengo, perché non è il montaggio di una Via Lattea su un pezzo di terreno qualsiasi, ma semplicemente la scena che avevo di fronte. L'esigenza di fare due foto è data dal fatto che usando l'astrotracer il cielo rimane fermo, ma la il terreno risulta mosso per il naturale movimento della Terra. In PP: su LR ho bilanciato il bianco e postprodotto le due foto (una per il cielo, una per il terreno) con il "metodo Ramelli". Ho cercato di ottenere due foto "molto pulite" senza postproduzione aggressiva. Ho esportato in .tiff, e ho unito le due foto su Photoshop, facendo combaciare il cielo sul terreno così come erano in realtà. Ho utilizzato un paio di filtri di Nik Software per esaltare la luminosità e la nitidezza della Via Lattea. Ho salvato e reimportato in Lightroom, dove con una serie di filtri radiali ho ridotto l'inquinamento luminoso sulla linea dell'orizzonte. Con un paio di filtri graduati ho dato più impatto sia al cielo che alla terra, aumentando il contrasto. Sul cielo ho aumentato la chiarezza per far risaltare le stelle, sul terreno l'ho diminuita per attenuare il rumore. Un filtro radiale sulla Via Lattea per esaltarne un po' i colori, un pelo di vignettatura per accentrare l'attenzione, esportazione in jpg e stop.
  3. E come ogni anno, anche quest'anno, ho tentato di fotografare il cielo stellato. 6 tentativi, ma con sole due serate serene (un record, nei precedenti 30 tentativi ero riuscito appena a trovare un'oretta serena...): la prima l'ho sprecata per alcuni problemi tecnici (risultato= due buone foto... fuori fuoco), la seconda è andata un po' meglio anche se mi sono un po' perso fra chiacchiere e nervosismo. Spiego meglio: eravamo in notturna a Campo Imperatore con un paio di amici, quando una macchina sulla strada ha affiancato le nostre lasciate parcheggiate, e ci ha girato attorno per un bel po'. Temendo qualche malintenzionato ci siamo fatti una bella corsa agitata, in piena notte e in montagna, verso le auto. Per fortuna l'altra auto si è allontanata senza problemi: però da quel punto in poi siamo rimasti un po' agitati, e le foto ne hanno risentito... In ogni caso la meno apprezzata su Flickr è quella che invece è la mia preferita (ovviamente): una Via Lattea "da parte a parte" ripresa col fish-eye puntato verso l'alto; si vedono chiaramente i monti a sud e una parte di quelli a nord... in alto, nella foto Ho provato a fare una cosa un po' diversa dal solito cielo ambientato, giusto per sperimentare. Dopo tante chiacchiere, eccovi la foto: Coast to Coast: Via Lattea / Milky Way by Federico Tomasello, su Flickr Pentax K-5 + Pentax DA 10-17/3.5-4.5 fish-eye, @10mm, su cavalletto. Exif: M, f/3,5, 30s, 3200iso. In PP: tutto su LR. Oltre le normali cose (contrasto ed esposizione), un paio di filtri radiali. Uno sulla Via Lattea, per esaltarne luminosità e colori, uno inverso sul resto del cielo per contrastarlo e scurirlo un po'. Varie spennellate per eliminare un po' di inquinamento luminoso.
  4. Guest

    Startrail ciociari

    Ispirato dal precedente startrail postato, vi propongo questo tentativo di quest'estate, arrivato dopo una serata abbastanza rocambolesca. Come sapete sono in perenne guerra con Zeus che mi preclude la vista delle stelle ogni volta che provo ad uscire per fotografarle, attraverso nebbie, foschie, nubi, piogge o qualsiasi altro evento atmosferico che possa guastare il cielo. Quella sera invece il cielo era limpido, ed ho deciso di avventurarmi a fotografare in montagna la solita Via Lattea. Sono partito, sono arrivato in loco e... ho scordato le batterie a casa (o meglio ne avevo due ma... scariche. Avevo preso le due sbagliate). Sono tornato indietro e ho ripreso le batterie, ripartendo alla volta del valico di montagna. A quel punto però la luna piena aveva ormai superato il profilo dei monti e... ci si vedeva a giorno! Non scherzo, ho passato tutto il tempo delle lunghe esposizioni a leggere un libro al chiaro di luna, senza l'ausilio di luci artificiali. Il che significa che la Via Lattea era, ancora una volta, preclusa. Mi ero portato dietro anche il Pentax OGPS-1, un simpatico GPS-Astrotracer che permette di fare lunghe esposizioni al cielo senza "strisciare" le stelle ma, per gli stessi detti motivi, non sono poi riuscito a provarlo così a fondo. Questa foto però l'ho scattata proprio con l'OGPS-1... e più sotto capirete come. Per ora eccovi la foto: Pentax O-GPS1 test by Federico Tomasello, su Flickr Pentax K-5 + Pentax DA 18-55 WR @ 18mm, su cavalletto. Due scatti. Exif: M, f/5,6, 300s (5m), 800iso (x 2). In PP: LR + PS. 1) Innanzitutto ho scattato due foto: -una per il cielo con le stelle FISSE grazie all'OGPS1. In questo modo ho ottenuto un cielo abbastanza pieno di puntini anche in una zona abbastanza illuminata. Visto che l'astrotracer muove il sensore per seguire le stelle, tutto ciò che è a terra appare mosso; -un'altra per il terreno, con le stesse impostazioni, in modo da averlo fermo. 2) Ho importato le due foto su LR e ho corretto l'obiettivo, impostando il bilanciamento del bianco e regolando leggermente l'esposizione; 3) Ho esportato in .tiff le due immagini e le ho unite con PS: ho sovrapposto il cielo fermo sul terreno fermo, ottenendo un'unica immagine con primo piano stabile e cielo con stelle puntiformi. 4) Ho applicato il filtro "startrail" di Photoshop che, partendo dalle stelle puntiformi, ne crea automaticamente la scia (ok, è un imbroglio ma... è più divertente che stare un'ora fermi a fare 100 scatti ). 5) Ho reimportato il .tiff con lo startrail sul LR e l'ho lavorato bilanciandolo il più possibile e cercando di esaltare un po' il cielo, contrastando. 6) Ho esportato in .jpg con lieve maschera di contrasto.
  5. Guest

    Pioggia di stelle

    Ultimo capitolo del fine settimana a San Biagio Saracinisco (FR) di ormai un mese fa, ed ennesimo capitolo della mia lotta contro il cielo stellato. E' da Marzo 2013 che vado inseguendo una serata limpida per dedicarmi a startrail, Via Lattea e stelle, ed è da Marzo 2013 che il meteo vince sempre la sua partita contro di me. Anche questa volta siamo partiti per fotografare le stelle e in giornata pregustavamo già gli scatti notturni osservando il cielo terso e senza mezza nube; ovviamente dal tramonto in poi si è addensato in cielo ogni tipo di nuvola conosciuta... Ho comunque provato a fare qualche scatto, sia a stelle fisse, sia con lunghe esposizioni per valorizzare quantomeno le nuvole mosse dal vento. Nessuna possibilità di startrail completi, sarebbero stati coperti totalmente dalle nuvole. In questa foto l'idea era quella di creare una "pioggia" di stelline, ed in qualche modo è riuscita. Eccovi la foto. Pioggia di stelle / Rain of stars by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Samyang 14/2.8 su cavalletto, con telecomando. Exif: M, f/2,8, 233s (3m:53s), 1000iso. Un po' di Lightpainting sul primo piano con una torcia led. In PP: tutta su LR. Oltre le solite cose, filtri radiali per bilanciare esposizione e colori
  6. E un ultimo estratto dalla gitarella in Abruzzo della settimana scorsa: ci ero andato per questo, ma purtroppo la nebbia mi ha concesso solo tre quarti d'ora scarsi per provarci, fra l'altro a ridosso dell'alba incombente e illuminante. Un peccato, vero, perché con la luna nuova e il cielo limpido di quella sera gli astri erano visibili a migliaia, e la Via Lattea non solo "avvertibile" ad occhio nudo, ma ben visibile e delineata. Eccovi la foto: Il Firmamento / Heavens by Abulafia82, on Flickr Pentax K-5 + Samyang 14/2.8, su cavalletto, con telecomando. Quattro scatti per il cielo, uno per il terreno (illuminato con light painting tramite torcia). Exif: M, f/2.8, 25s, 5000ISO. In PP: ho provato una nuova lavorazione, molto molto soddisfacente. 1) Importazione dei raw in lightroom, ed esportazione delle quattro foto in .tiff. 2) Importazione dei tiff in Deep sky stacker, un software gratuito che allinea le stelle e permette di sovrapporre più immagini in modo che il rumore digitale si annulli sovrapponendosi a se stesso. In pratica il rumore, essendo casuale e non comparendo quasi mai nello stesso punto, se viene allineato con altre foto identiche tende ad eliminarsi, e la foto ritorna pulita. Le stelle purtroppo si muovono, e quindi ci vuole un software apposito che riesca a individuarle e girare le foto in modo da sovrapporle. 3) Il procedimento di cui al punto precedente allinea il cielo e, di conseguenza, disallinea cioè che sta sulla terra, in questo caso monti, osservatorio e prato. Ho importato la foto ottenuta da Deep Sky Stacker su GIMP e ho aperto una delle quattro foto originali come livello. Ho quindi copincollato la parte terrestre della foto originale, sul .tiff ottenuto dalla fusione dei quattro scatti, avendo così finalmente una foto col cielo allineato e poco rumoroso e il primo piano fermo. Purtroppo GIMP ha limitazioni dei colori, con Photoshop avrei mantenuto più tonalità. 4) Ho reimportato il .tiff finale in LR, e l'ho lavorato come al solito: bilanciamento del bianco (selettivo su cielo e terra con filtri graduati), curve, contrasto, chiarezza e luminosità selettiva con filtro radiale sulla Via Lattea visibile, un filtro radiale per attenuare l'inquinamento luminoso all'orizzonte, un filtro radiale per esaltare un po' l'osservatorio, togliere un po' di rumore e aggiungere nitidezza e contrasto. 5) Esportazione e leggera maschera di contrasto.
  7. AAA critiche, commenti, consigli, opinioni, pareri, cercansi. Offrensi pixel colorati, bit riciclati, ricchi premi e cotillons. il.velociraptor
×
×
  • Create New...