Jump to content
dade78

il passaggio

Recommended Posts

Non te la prendere ma nulla di nuovo, direi abbastanza già visto, quando scatti nei musei o nelle gallerie cerca di cogliere negli l'interazione pubblico opera o pubblico spazio, se noti in questa tua il soggetto passa del tutto indifferente sia alle opere che all'ambiente, è quella la cosa interessante da fotografare; in quest'ottica anche l'effetto che hai cercato inizierebbe ad avere senso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente mi piace molto, la trovo molto dinamica nella sua staticità, composizione quasi perfetta anche se non si poteva sinceramente fare meglio se non a scapito di sovrapporre il soggetto alle opere d'arte, quasi perchè il soggetto lo vedo troppo centrale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, phonix dice:

Personalmente mi piace molto, la trovo molto dinamica nella sua staticità, composizione quasi perfetta anche se non si poteva sinceramente fare meglio se non a scapito di sovrapporre il soggetto alle opere d'arte, quasi perchè il soggetto lo vedo troppo centrale.

Grazie  del passaggio Benedetto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, phonix dice:

Personalmente mi piace molto, la trovo molto dinamica nella sua staticità, composizione quasi perfetta anche se non si poteva sinceramente fare meglio se non a scapito di sovrapporre il soggetto alle opere d'arte, quasi perchè il soggetto lo vedo troppo centrale.

In realtà spostandosi un pochino a sinistra si sarebbe potuto fermare la persona a sinistra delle opere come se stesse fuggendo è come se avessi già visto quello che aveva da vedere. Oppure si sarebbe potuta fermare sulla destra spostandosi un pochino più a destra che mostrava che stava arrivando verso le opere

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, Stefano Grechi dice:

In realtà spostandosi un pochino a sinistra si sarebbe potuto fermare la persona a sinistra delle opere come se stesse fuggendo è come se avessi già visto quello che aveva da vedere. Oppure si sarebbe potuta fermare sulla destra spostandosi un pochino più a destra che mostrava che stava arrivando verso le opere

perfettamente d'accordo, ma come si sà certi scatti o li fai in posa o cogli l'attimo che è si lo scatto più "genuino" che personalmente preferisco, ma che è più difficile da ottenere sia per le circostanze che per i tempi per lo scatto relativamente brevi. Si dovrebbe avere la pazienza di piazzarsi su di un angolo, mettere a fuoco e con il dito pronto sul pulsante aspettare finchè compare la scena giusta, per uno scatto di una bicicletta che transitava con la nebbia su un ponte ho aspettato un buon quasi 5 min prima di riuscire ad avere la scena che volevo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie dei passaggi ragazzi

vi diró, il pdr é esattamente quello che volevo nel senso che trovavo molto piacevole le linee create tra pavimento e quadri

l idea di un soggetto in movimento centrato tra le uniche due opere presenti mi dava l'idea di una sorta di continuitâ alla linee stesse

non so come sarebbe venuta spostandomi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, phonix dice:

perfettamente d'accordo, ma come si sà certi scatti o li fai in posa o cogli l'attimo che è si lo scatto più "genuino" che personalmente preferisco, ma che è più difficile da ottenere sia per le circostanze che per i tempi per lo scatto relativamente brevi. Si dovrebbe avere la pazienza di piazzarsi su di un angolo, mettere a fuoco e con il dito pronto sul pulsante aspettare finchè compare la scena giusta, per uno scatto di una bicicletta che transitava con la nebbia su un ponte ho aspettato un buon quasi 5 min prima di riuscire ad avere la scena che volevo.

In realtà è molto più semplice e facile, lo dico per esperienza diretta di centinaia di scatti utili in musei, occorre conoscere le tecniche adatte, le opere esposte e le persone ma alla fine è abbastanza semplice anche più semplice della street stradale in quanto l'ambiente circoscritto è attraente per i soggetti facilità non poco il lavoro del fotografo. 

Per capire cosa intendo:

http://www.marioceppi.it/GNAM web/index.html

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me piace molto, è molto essenziale, la luce è perfetta e la composizione è equilibrata, soprattutto nel rapporto tra la persona e le opere d'arte.

L'unico difetto, secondo me, è che c'è troppo spazio sopra e ai lati. Visto che in fase di scatto probabilmente non era possibile fare di più, direi che un crop non è peccato.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, il signor mario dice:

Per capire cosa intendo:

http://www.marioceppi.it/GNAM web/index.html

 

 

 

Non so, secondo me le due tipologie di foto sono proprio concettualmente diverse e quindi poco paragonabili. Le tue sono interessanti perchè "documentaristiche", ci danno conto di come le persone si relazionano con l'opera d'arte in un museo.

Quella che ci propone Davide è interessante proprio perchè ha meno pretese descrittive e tende più all'astrazione, è fatta in un museo ma potrebbe essere stata fatta ovunque.  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, domenicobene dice:

 

Non so, secondo me le due tipologie di foto sono proprio concettualmente diverse e quindi poco paragonabili. Le tue sono interessanti perchè "documentaristiche", ci danno conto di come le persone si relazionano con l'opera d'arte in un museo.

Quella che ci propone Davide è interessante proprio perchè ha meno pretese descrittive e tende più all'astrazione, è fatta in un museo ma potrebbe essere stata fatta ovunque.  

 

Grazie per entrambi inpassaggi Domenico, per me è una foto "nuova" e ogni punto di vista è molto apprezzato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente non sono bravo a spiegare cosa intendo con interazione con l'opera, ti mostro una foto presa dal sito de La Galleria Nazionale, molto simile alla tua, le differenze sono poche e minime, tranne una, in questa c'è interazione con le opere esposte quindi c'è qualcosa che la porta fuori dal già visto,ecco quello sguardo, un piccolo particolare ha fatto finire questa foto, simile a centinaia di altre sul sito de La Galleria Nazionale, mi scuso con l'autore se non lo cito ma non sono riuscito a trovare il nome.

 

 

13147644_1073476432691478_1807400059951117774_o.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, dade78 dice:

Grazie per entrambi inpassaggi Domenico, per me è una foto "nuova" e ogni punto di vista è molto apprezzato?

Ovviamente ogni volta che scattiamo una foto fuori dal "nostro ordinario" siamo portati a considerarla nuova universalmente ma spesso purtroppo non è così. Perdonami se insisto su questo tema ma sono fortemente convinto che tu possa fare foto decisamente migliori e più originali e quindi con te mi permetto di essere un po' più rompip****scatole

Share this post


Link to post
Share on other sites

Discussione interessante...Dopo aver ammirato le immagini  del  bellissimo libro di Mario mi rendo conto che per fare questo genere di scatti bisogna seguire un tema....

Sono convinta se Dade avesse fatto più scatti simili focalizzando sulle opere ma con il pubblico mosso e assente(come in questo suo scatto)sarebbe stato molto bello...

Io ho visitato di recente una bellissima mostra con l'intenzione di fare un reportage,ma sarebbe stata molto utile se avesse seguito un tema,perché ho fatto un bel pasticcio.....sarà per una prossima volta :)..

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, il signor mario dice:

Probabilmente non sono bravo a spiegare cosa intendo con interazione con l'opera, ti mostro una foto presa dal sito de La Galleria Nazionale, molto simile alla tua, le differenze sono poche e minime, tranne una, in questa c'è interazione con le opere esposte quindi c'è qualcosa che la porta fuori dal già visto,ecco quello sguardo, un piccolo particolare ha fatto finire questa foto, simile a centinaia di altre sul sito de La Galleria Nazionale, mi scuso con l'autore se non lo cito ma non sono riuscito a trovare il nome.

 

 

 

Ma forse è proprio qui che non ci capiamo o discutiamo su due piani diversi. Prima di tutto premetto che secondo me l'aspetto "interazione con l'opera", almeno nel contesto della foto che stiamo commentando, è di importanza secondaria. Poi trovo che se proprio vogliamo tenere conto di questo aspetto, se si fanno delle foto in un museo l'insolito stia proprio nel fatto che il soggetto non interagisce con l'opera. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In un museo è solito sia che interagisca con le opere sia l'esatto contrario, i due momenti si alternano nello stesso visitatore, basti pensare che nell'allestimento museale si tiene conto della "museum  fatigue"; la foto di Dade riprende esattamente un solito momento di passaggio fra le varie opere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, il signor mario dice:

Ovviamente ogni volta che scattiamo una foto fuori dal "nostro ordinario" siamo portati a considerarla nuova universalmente ma spesso purtroppo non è così. Perdonami se insisto su questo tema ma sono fortemente convinto che tu possa fare foto decisamente migliori e più originali e quindi con te mi permetto di essere un po' più rompip****scatole

Intanto grazie per "la fiducia" Mario?

Tornando alla foto, ho visto l esempio e ho capito cosa intendi

é vero, lo sguardo della ragazza verso l opera é un valore aggiunto allo scatto, é innegabile, peró mi pongo questa domanda: considerando che questo scatto (compreso il mio) sono architettonici e non artistici (diversa la foto fatta in un museo alla persona che guarda una statua greca  un quadro, dove linee ecc passano in secondo piano), credo da "ingnorante" del genere che la parte che fa la fotografia siano le linee e le proporzioni

mi spiego, se guardo la mia foto o il tuo esempio, trovo che l elemento umano sia un plus che crea dinamicità, ma se non ci fosse a mio avviso la foto avrebbe comunque senso (parlando sempre di architettura)

difatti tornando al mio scatto, l intento era di fotografare senza "umani"; poi é successo il passaggio e ho scattato 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, dade78 dice:

Intanto grazie per "la fiducia" Mario?

Tornando alla foto, ho visto l esempio e ho capito cosa intendi

é vero, lo sguardo della ragazza verso l opera é un valore aggiunto allo scatto, é innegabile, peró mi pongo questa domanda: considerando che questo scatto (compreso il mio) sono architettonici e non artistici (diversa la foto fatta in un museo alla persona che guarda una statua greca  un quadro, dove linee ecc passano in secondo piano), credo da "ingnorante" del genere che la parte che fa la fotografia siano le linee e le proporzioni

mi spiego, se guardo la mia foto o il tuo esempio, trovo che l elemento umano sia un plus che crea dinamicità, ma se non ci fosse a mio avviso la foto avrebbe comunque senso (parlando sempre di architettura)

difatti tornando al mio scatto, l intento era di fotografare senza "umani"; poi é successo il passaggio e ho scattato 

Sinceramente fatico a considerarlo architettonico, anche senza la presenza dell'elemento umano, mancano tutti i presupposti di una foto di architettura, non mi da informazioni sull'ambiente, non me le da sull'allestimento... (generalmente la fotografia di architettura museale tende ad analizzare il rapporto, scelto dal curatore o dalla direzione, fra opera e ambiente e una sola parete ripresa frontalmente da sola non basta ad evidenziare questo rapporto, ultimamente in questo genere di fotografia si tende ad inserire molto l'elemento umano ma per analizzare e riportare l'interazione fra ambiente, opera e visitatore creando un connubio fra architettura e fotografia sociale). Se la tua foto fosse stata più stretta, e senza figura umana, probabilmente darebbe informazioni più chiare sul rapporto tra le due opere esposte, in questo caso il rapporto potrebbe essere le forme geometriche che compongono entrambe le opere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dade l'ha postata in "architettura", quindi il soggetto umano può essere anche superfluo, tanto é vero che non lo aveva previsto. Le forme ci sono: Due rettangoli tra pavimento e parete e una serie di quadrati. Secondo me si nota l'indecisione del risultato finale a causa del soggetto mosso, di qui le diverse interpretazioni. Come foto geometrica astratta osservo che dovresti dare più spazio al pavimento, portandolo ad un terzo esatto e croppando un po' in alto, così da rendere più evidenti i rettangoli e far esaltare il colore ruggine del quadro. Personalmente la trovo una bella foto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, CarloM dice:

dade l'ha postata in "architettura", quindi il soggetto umano può essere anche superfluo, tanto é vero che non lo aveva previsto. Le forme ci sono: Due rettangoli tra pavimento e parete e una serie di quadrati. Secondo me si nota l'indecisione del risultato finale a causa del soggetto mosso, di qui le diverse interpretazioni. Come foto geometrica astratta osservo che dovresti dare più spazio al pavimento, portandolo ad un terzo esatto e croppando un po' in alto, così da rendere più evidenti i rettangoli e far esaltare il colore ruggine del quadro. Personalmente la trovo una bella foto.

Non bastano due rettangoli a fare una foto di architettura ;)  manca completamente l'informazione circa l'ambiente o la struttura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spesso le foto architettoniche sono decontestualizzate. Comunque capisco cosa intendi. Non c'é un messaggio o una interpretazione . Come se fosse una cartolina pubblicitaria del museo. Su questo hai ragione. Però continuo a dire che mi piace, la trovo ordinata e rilassante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che dire... questo post per me è andato oltre la foto che comunque mi piace,è andato oltre perché anche se fatico a volte a comprendere i vostri discorsi,e trovo che Mario sia piuttosto "complicato" da comprendere,questa volta con gli esempi fotografici che ha linkato ho decisamente imparato certe notevoli differenze ! Grazie e complimenti per quegli scatti... sembra abbiano lo "stupore" che esce dalla foto .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...