Jump to content

Recommended Posts

Posto in questa sezione sperando di non sbagliare ...

Vorrei avere il vostro parere sulla composizione, il mio intento era quello di sottolineare lo spazio angusto in cui il bambino si trovava a percorrere il cortile con il suo monopattino.

Da questa circostanza è nato anche il titolo.

Come avreste approcciato la situazione ?

Ringrazio in anticipo chi vorrà dedicarmi un minuto.

Silvio.

Dati exif : Canon 5D mark iii - canon EF70-300mm f/4-5.6 IS USM - f.9 - 1/640 - ISO 400  -  mm. 95  -  modalità esposizione spot - 

Out of cell time fcf.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Zinco, subito guardando la foto senza leggere la descrizione, non ho notato l'angustia dello spazio, ma la solitudine del bambino. E comunque le case alte intorno, circoscrivono così bene lo spazio da far pensare veramente alle mura di un carcere. Per cui, anche senza leggere,  ho subito pensato che il titolo ci stava benissmo a questa foto.

Io, se fosse un mio scatto, l'avrei sviluppato in bianco e nero, ma ammetto che sono un po' fissata...;-) ma confermo che la foto mi piace molto (proverei a diminuire le ombre)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, irmaga dice:

Ciao Zinco, subito guardando la foto senza leggere la descrizione, non ho notato l'angustia dello spazio, ma la solitudine del bambino. E comunque le case alte intorno, circoscrivono così bene lo spazio da far pensare veramente alle mura di un carcere. Per cui, anche senza leggere,  ho subito pensato che il titolo ci stava benissmo a questa foto.

Io, se fosse un mio scatto, l'avrei sviluppato in bianco e nero, ma ammetto che sono un po' fissata...;-) ma confermo che la foto mi piace molto (proverei a diminuire le ombre)

 

 

quoto tutta la riflessione di Irma compresa la conversione in b/n solo che il soggetto potrebbe risultare poco evidente, taglierei sotto in modo da avere le linee di fuga delle case sui vertici in basso, questo aumenterebbe anche la visibilità del soggetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, irmaga dice:

Ciao Zinco, subito guardando la foto senza leggere la descrizione, non ho notato l'angustia dello spazio, ma la solitudine del bambino. E comunque le case alte intorno, circoscrivono così bene lo spazio da far pensare veramente alle mura di un carcere. Per cui, anche senza leggere,  ho subito pensato che il titolo ci stava benissmo a questa foto.

Io, se fosse un mio scatto, l'avrei sviluppato in bianco e nero, ma ammetto che sono un po' fissata...;-) ma confermo che la foto mi piace molto (proverei a diminuire le ombre)

 

 

Grazie Irma per il tuo ottimo consiglio sulle ombre.

Non ci avevo pensato e trovo che sarà un buon intervento.

Per quanto riguarda il b/n, ho provato con la post, ma il bambino tendeva a perdersi un po' nel fotogramma. Fare foto in b/n o comunque provvedere ad un loro viraggio, presuppongono un occhio fotografico e anche un saper prevedere la foto già al momento dello scatto. Sono qualità che non ho al momento. Speriamo in futuro ...

Mi fa inoltre molto piacere leggere che la foto ti ha colpito sin da subito, è un obbiettivo a cui punto come fotoamatore, fare scatti che "sparino" subito il loro messaggio, che attirino più che l'attenzione, l'animo. Mi ci vorrà molto tempo, ma è un punto di arrivo molto stimolante. So di non essere originale con questa ambizione, ma volevo spiegarti meglio il motivo della mia contentezza per le tue parole.

Un caro saluto.

Silvio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, phonix dice:

quoto tutta la riflessione di Irma compresa la conversione in b/n solo che il soggetto potrebbe risultare poco evidente, taglierei sotto in modo da avere le linee di fuga delle case sui vertici in basso, questo aumenterebbe anche la visibilità del soggetto.

Ciao Benedetto,

infatti il bambino si perde un po' con la conversione in b/n, sempre che io non sappia eseguire della PP migliore che recuperi la situazione.

Per il taglio, temo che si perda un po' la profondità dello spazio in cui il bambino si aggirava. Avevo infatti rinunciato in sede di composizione ad una focale più lunga. Volevo dare la sensazione di solitudine del bimbo in uno spazio circoscritto e chiuso, anche con un senso di sua  sopraffazione da questo.

Questione di pochi mm nel fotogramma, ma sufficienti a cambiare la dimensione dei soggetti in gioco.

Grazie per i tuoi sempre ottimi punti di vista.

Silvio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piace molto questo cortile con la sua luce e le sue ombre,e anch'io ci vedrei bene un b/n..

Il discorso del bambino lo trovo troppo ricercato...ormai il bambino c'è,magari se ti capita di ripassare ci vedrei bene una persona anziana con bastone,ma forse ho volata troppo con la fantasia :D..

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Harma dice:

Mi piace molto questo cortile con la sua luce e le sue ombre,e anch'io ci vedrei bene un b/n..

Il discorso del bambino lo trovo troppo ricercato...ormai il bambino c'è,magari se ti capita di ripassare ci vedrei bene una persona anziana con bastone,ma forse ho volata troppo con la fantasia :D..

Grazie Harma,

La persona anziana con bastone sarebbe davvero un bel motivo. Quel giorno mi trovavo nelle vicinanze di Venezia e le previsioni davano pioggia. Mi ci sono recato ma ... neanche una goccia ... 

Da tempo desidero fare delle foto a Venezia con la pioggia, in una occasione del genere cercherei di ottenere delle immagini adatte al b/n.

Questa ho provato a convertirla, ma sono incappato nel problema che spiegavo ad Irma, comunque proverò ad esercitarmi con la PP e non è detto che in futuro riesca a renderla interessante.

Grazie per avermi dedicato del tempo !

Un caro saluto.

Silvio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me non è adatta alla conversione in bn, per i motivi detti. Inoltre trovo belli e adatti i colori. In effetti sembra un carcere e la solitudine si percepisce. Se il bimbo fosse stato all'interno di un fascio di luce, poco più avanti, sarebbe stata veramente ottima! La mia fissa per l'architettura mi farebbe raddrizzare un po' i palazzi, ma su questa foto, possono anche rimanere così! Bella foto! ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, CarloM dice:

secondo me non è adatta alla conversione in bn, per i motivi detti. Inoltre trovo belli e adatti i colori. In effetti sembra un carcere e la solitudine si percepisce. Se il bimbo fosse stato all'interno di un fascio di luce, poco più avanti, sarebbe stata veramente ottima! La mia fissa per l'architettura mi farebbe raddrizzare un po' i palazzi, ma su questa foto, possono anche rimanere così! Bella foto! ?

Il fascio di luce !

Vero ! una gran bella imbeccata, grazie ! 

Non ci sarei arrivato al momento dello scatto, ma sicuramente lo terrò presente in una prossima occasione.

Grazie ancora e un caro saluto.

Silvio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bello scatto che si presta a mille interpretazioni...e vanno tutte bene...come avrei approcciato io ? soggetto più vicino e posa che mette più in mostra l'uso del monopattino....PP produzione invece cupa ..con molti contrasti ombreluci e desaturazioni varie...

un saluto...;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...