Jump to content

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Di recente ho avuto la grande necessità di sostituire quello che per me è il software con cui inizio l'attività di sviluppo delle mie foto: Adobe Bridge.

Essendo scaduto ho fatto una ricerca sul web ed ho scoperto che pochi utilizzano come me questo software. Molti non sanno nemmeno a cosa serve: eppure vi garantisco che per me è diventato indispensabile tanto quanto Photoshop. Ora sono passato a photomechanic che purtroppo è in inglese. Volevo cogliere l'occasione per suggerire allo staff di questa community di fare un articolo proprio sui programmi di workflow e primo approccio all'immagine da sviluppare.

Ciao a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Lightroom non integra anche le funzioni di Bridge? Mi risultava così (quantomeno parzialmente).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

io uso solamente Lightroom. A riguardo del workflow trovi già alcuni tutorial  e video tutorial.

Tu avevi qualche esigenza particolare?

Lightroom francamente non lo conosco, però ho lavorato molto con bridge e questo mi ha fatto capire, anche in relazione al cospicuo volume di scatti da gestire, che un software di gestione del workflow velocizza e migliora la qualità del lavoro da svolgere. Quindi il mio invito era a fare delle considerazioni su questo, vedere come e cosa cambia usandoli e magari dei paragoni tra i software...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, Lightroom a quanto ne so è anche più completo di Bridge, perchè permette in maniera totalmente fluida di passare agli altri moduli, mentre Bridge è in un certo senso esterno a Photoshop.

Dipende dalla suite installata: io avevo la cs5 in cui bridge era integrato e di collegava direttamente a PS.

Comunque interessante questa funzionalità di Lightroom, non la conoscevo...

Appena possibile comunque andrò a leggere quanto segnalato nel post precedente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bridge è il programma per gestire i file di adobe, non serve solo per le foto...Lightroom fondamentalmente è Bridge+camera Raw.
Direi che se si modificano le immagini solo in photoshop, Bridge è basilare magari con l'aggiunta di plugin tipo topaz..ma onestamente la potenza e comodità di Lightroom mi sembrano imbattibili per un fotografo..diverso il discorso per chi fa grafica...ma importa le foto con Lr, da li e quando serve le invii a photoshop con le modifiche già fatte e monti il panorama, completi il fotoritocco ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti consiglio di scaricare la trial, durata 30 gg, e provare le potenzialità.

Prima di decidermi ad acquistare Lr ne ho provati diversi di software ma per me rimane il migliore.

Consiglio di approfondire la catalogazione delle foto mediante i tag, etichette colore e raccolte dinamiche... in questo modo è possibile, in un istante, avere foto raccolte in base a criteri personali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti non è male come offerta. Purtroppo, ma poi neanche più di tanto, quando ho acquistato la versione 5 questa possibilità non c'era... uscita dopo poco più di un mese !

Share this post


Link to post
Share on other sites

12 euro al mese non sono niente, neanche per un fotoamatore.

Sono meno della spesa che avevo quando, con la compatta a pellicola, portavo a sviluppare i rullini...

Beh niente non direi.

Poi dipende quanto scatti. Per me, che negli ultimi anni ho mollato parecchio la quantità di scatti, sono comunque eccessivi. Ma la stessa somma, in altri periodi di maggiore attività, forse non risultavano troppi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda, ci stavo pensando proprio in questi giorni.

 

un rullino stava sulle 10.000 lire, uno sviluppo su quei prezzi, e le stampe sulle 500 lire a stampa, quindi per un rullino da 24+1 (c'era sempre la foto in più) erano 12000.

 

in totale si spendeva l'equivalente di 15 euro, per singolo rullino.

 

Io, da ragazzino, ne facevo almeno 7-8 l'anno, di cui un paio in estate, quelli alle gite ecc. ecc. ...tutta roba che ho buttato, perché oggi trovo quegli scatti veramente brutti, scattati con macchinette compatte davvero molto poco "soddisfacenti".

 

Alla fine, come costi siamo lì...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda, ci stavo pensando proprio in questi giorni.

 

un rullino stava sulle 10.000 lire, uno sviluppo su quei prezzi, e le stampe sulle 500 lire a stampa, quindi per un rullino da 24+1 (c'era sempre la foto in più) erano 12000.

 

in totale si spendeva l'equivalente di 15 euro, per singolo rullino.

 

Io, da ragazzino, ne facevo almeno 7-8 l'anno, di cui un paio in estate, quelli alle gite ecc. ecc. ...tutta roba che ho buttato, perché oggi trovo quegli scatti veramente brutti, scattati con macchinette compatte davvero molto poco "soddisfacenti".

 

Alla fine, come costi siamo lì...

Si ma parliamo di epoche e dispositivi totalmente diversi. Una fotocamera costava 1/10 di oggi. E quanto tempo e lavoro c'era dietro uno sviluppo? E poi se non scattavi non pagavi... così invece paghi lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La versione in abbonamento ha un senso se si utilizza intensamente e se si pensa di mantenere sempre aggiornato all'ultima versione Lightroom. Se non si ha la necessità di avere sempre l'ultima versione allora forse è meglio l'acquisto del pacchetto avendo così meno vincoli. Certo poi se uno necessita di Ps allora è un altro discorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che se non si hanno particolari esigenze di manipolazione e fotoritocco e nel 99% dei casi si utilizza solo LR lasciando nel cassetto PS secondo me vale la pena acquistare solo LR il cui costo sarebbe ammortizzato in un anno con la possibilità di utilizzarlo successivamente gratis. Se invece PS è sfruttato potrebbe essere una buona soluzione. i paragoni con l'analogico trovano il tempo che trovano a mio avviso..a tal proposito mi viene in mente un post simpatico che ho letto su Facebook che recitava più o meno "se si dovesse ancora pagare per vedere tutte le foto che scattiamo (sviluppare il rullino) col c...  che ci sarebbero tutte ste foto di piatti e di cessi (selfie nei bagni)!"

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah, quello di sicuro! :D

 

no, io facevo il paragone con l'età dell'analogico per quanto riguarda il "costo dell'hobby".

 

nonostante abbia un costo nullo lato software (linux+photivo+gimp), devo considerare almeno un 100 euro l'anno di fotocamera, una cinquantina di euro di pc (non lo uso solo per quello, ma l'extracosto rispetto ad un modello base è legato principalmente all'utilizzo "grafico"), ed il costo delle stampe (principalmente fotolibri).

 

Alla fine, parametrizzando con le 150-200 mila lire annue che spendevo negli anni 80 e 90, direi che più o meno spendo uguale. Anzi, adesso invece di stampare n copie di una foto per gli n amici presenti, metto su flickr ed ognuno si scarica la sua copia!!! :D

 

 

P.S. non considero gli obiettivi, perché all'epoca non era una spesa che avevo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...