Jump to content

Recommended Posts

Guest

Sabato scorso, oltre alle varie foto del lago che già vi ho proposto, con un mio amico abbiamo tentato l'avventura della foto notturna, la vera "missione" della nostra uscita fotografica.
Erano un paio di anni che provavamo a cercare la gioranta giusta per fare una cosa del genere, e finalmente ci siamo riusciti.
La Luna era al 30% di luminosità (si può fare di meglio, ma già così non è male), le condizioni meteo indicavano sereno, la temperatura è quella estiva (almeno a livello del mare) e l'attrezzatura al completo e funzionante.

Ci siamo quindi decisi a passare la nottata sul piazzale e nei dintorni di Campo Imperatore, 2100 metri e abbastanza lontano dai centri abitati da ridurre l'inquinamento luminoso ad una fascia arancione poco sopra l'orizzonte (ma solo nel peggiore dei casi).
La Luna è "tramontata" dietro la montagna poco prima di mezzanotte, cioè quando la Via Lattea ha iniziato a mostrarsi più alta in tutta la sua intensità.
La parte visibile della nostra galassia era perfettamente individuabile ad occhio nudo, confermando che la località è adattissima a questo tipo di foto.

Abbiamo dunque iniziato a sperimentare le esposizioni ambientando la Via Lattea su ciò che ci circondava (albergo, stazione della funivia, osservatorio, chiesa, monti), con l'intenzione poi di andarcene poco più basso per cercare punti ancora più bui ma soprattutto ambientazioni più interessanti.

Purtroppo poco dopo si è alzato un forte vento che, oltre a congelarci (si è andati subito verso i 6°C), ha accumulato una fitta coltre di nubi che ha coperto il cielo fino al mattino.

Dopo tante chiacchiere, eccovi la foto:

14839989801_99b3c76b7e_z.jpgFunivia e Via Lattea / Cable Car and Milky Way by Abulafia82, on Flickr

Pentax K-5 + Samyang 14/2.8, su cavalletto, con telecomando.
Exif: M, f/2.8, 25s, 5000ISO.

In PP: importazione in LR e correzione della prospettiva e delle distorsionii. Bilanciamento del bianco generale.
Parecchio lavoro localizzato per sottolineare e far risaltare la striscia galattica della Via Latte; in particolare un filtro graduato sulla parte alta del cielo per bilanciare l'esposizione di tutta la parte stellata, un filtro graduato sulla parte bassa per abbassarne un po' l'esposizione ed eliminare un po' di rumore, un ulteriore filtro graduato su tutto il cielo per eliminare la domiante giallastra dell'inquinamento luminoso e riportare i colori al blu naturale.
Poi un paio di filtri radiali: uno per aumentare chiarezza, nitidezza e luminosità della Via Lattea, l'altro (inverso) per crearle un contorno meno invadente.
Esportazione in JPG, e leggera maschera di contrasto e ancora un po' di filtro antirumore.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Forse è un po' sbilanciata in basso, con lo spazio vuoto a destra e i vari oggetti a sinistra.

Hai ragione, purtroppo è risultata così dopo il raddrizzamento delle linee e della prospettiva, che ha modificato la foto iniziale (che per me è troppo storta da tollerare).

Il dover inquadrare necessariamente verso l'alto rende la composizione di queste foto particolarmente complessa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

al mio occhio inesperto è molto bella! che invidia, non sono ancora riuscito a provare a fare una foto simile..! sperando che alla prossima luna nuova ci sia una notte serena e senza nuvole proverò :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Grazie :D
Fare foto del genere in realtà è abbastanza facile; è molto più difficile invece:

1) trovare il posto adatto dove l'inquinamento luminoso non sia un problema.
Qui in montagna fino a mille metri è quasi impossibile fotografare, anche se sembra di stare nel nulla, e pure a 1500m l'alone dell'illuminazione lontana si nota comunque.
Anche a 2500metri, come nella foto, la fascia violacea arancione del cielo in basso è sempre ben presente.

2) postprodurre; i colori sono un tormento, ed il rumore è quasi ineliminabile (se non con tecniche avanzate, lunghe e che per ora non mi va di sperimentare).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bella!

 

Immagino tu abbia fatto diverse prove ma ti faccio lo stesso la "domandona da neofita"  :)

 

Perchè hai preferito alzare gli iso anzichè allungare il tempo di esposizione?

Troppo inquinamento luminoso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bella!

 

Immagino tu abbia fatto diverse prove ma ti faccio lo stesso la "domandona da neofita"  :)

 

Perchè hai preferito alzare gli iso anzichè allungare il tempo di esposizione?

Troppo inquinamento luminoso?

 

Per le foto alle stelle si "passa sopra" al fatto del rumore da alti ISO in quanto un tempo di posa eccessivamente lungo catturerebbe la scia delle stelle data dalla rotazione terrestre. A tal proposito si utilizza la "regola" del 600 secondo cui per avere stelle puntiformi il tempo di scatto non deve essere superiore a 600 / focale dell'obiettivo (considerando il fattore crop in caso di DX)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mi ha anticipato :)

Ma tu che sei un pentaxiano hai una possibilità in più: ti compri il sensore O-GPS1 che è anche un astrotracer, punta automaticamente porzioni di cielo e le "segue" facendo girare il sensore della fotocamera (che essendo mobile per la stabilizzazione, è mobile anche per questo :D ).
Con 200€ puoi fare foto esposte per 5minuti pieni (con una montatura equatoriale ci vorrebbe quantomeno il doppio-triplo dei soldi, con moltissima facilità di utilizzo in meno e meno portabilità).

Infatti, se mai mi avanzeranno 200€, sarà un accessorio che sicuramente finirà a corredo :D

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi ha anticipato :)

Ma tu che sei un pentaxiano hai una possibilità in più: ti compri il sensore O-GPS1 che è anche un astrotracer, punta automaticamente porzioni di cielo e le "segue" facendo girare il sensore della fotocamera (che essendo mobile per la stabilizzazione, è mobile anche per questo :D ).

Con 200€ puoi fare foto esposte per 5minuti pieni (con una montatura equatoriale ci vorrebbe quantomeno il doppio-triplo dei soldi, con moltissima facilità di utilizzo in meno e meno portabilità).

Infatti, se mai mi avanzeranno 200€, sarà un accessorio che sicuramente finirà a corredo :D

 

 

Figata  :o

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...