Jump to content

Recommended Posts

Guest

Faccio un eccezione e dal detto concerto dei Thee Elephant vi mostro anche quest'altra foto, perché mi piace e voglio conoscere la vostra opinione :P
E' scattata ad f/2, 1/200 e 2000ISO, ma aumentata di circa 3 di punti di esposizione in post (le luce si sono improvvisamente attenuate), quindi diciamo attorno ai 10.000-15.000ISO equivalenti.
Il rumore si nota tutto, però la scena mi piaceva abbastanza da farmela non solo conservare, ma anche pubblicare (il bianco e nero ovviamente era una necessità).

L'ideale sarebbe stato fare una foto a f/2, 1/100 (l'azione in quel momento era abbastanza lenta) e qualcosa attorno agli 8000ISO.

Voi di che opinione siete? Qualità della scena o qualità tecnica della foto?
(Posto che stampata sarebbe sicuramente meno fastidiosa, ma comunque inficiata).

Eccovi la foto:

14980627510_362d2f8d2c.jpgChitarra slide / Slide Guitar by Abulafia82, on Flickr

Pentax K-5 + Jupiter-9 85mm f/2, a mano libera.
Exif: M, f/2, 1/200, 200ISO, +0,3 EV

In PP: tutto in LR, conversione in BN, aumento esposizione, contrasto e curve, filtro radiale sul musicista con abbassamento contrasto, aumento chiarezza e nitidezza, esportazione in jpg e lieve maschera di contrasto e riduzione rumore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho già detto quel che penso riguardo al B&W. Tuttavia, questa foto potrebbe guadagnarci poichè è il genere che si presta alla conversione anche se io la immagino meglio a colori. Magari con delle belle luci di scena tendenti al viola/fucsia. Di per sè, la composizione non mi trasmette granchè. Diciamo che non è uno scatto capace di emozionarmi. Vedo molto rumore che tu dici di aver abbassato e la cosa mi stupisce perchè sei già abbastanza basso con gli ISO in un ambiente che immagino piuttosto buio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Con gli ISO sono basso nominalmente, ma ho aumentato l'esposizione in post, fino ad un equivalente di circa 15.000 iso :)

Le luci sono assolutamente inguardabili, i canali viola e blu sono talmente sfondati (nonostante la sottoesposizione di tre stop...) che la foto è praticamente una macchia metà blu e metà viola senza sfumature.

Per la composizione: beh, diciamo che emozionare non è nelle mie corde ed intenzioni, proverò ad impegnarmi di più :D
Per ora cerco più che altro di ottenere un buon formalismo (soggetti nei punti giusti, godibilità grafica).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al di là dell'innegabile qualità tecnica ci sono delle cose che non mi convincono.

Il faro sull'angolo è solo parzialmente visibile, la luce dello stesso cade (bello) sul microfono inutilzzato distogliendo l'interesse dal (credo) vero soggetto della foto che sembra relegato in un cantuccio seminascosto dalle spie...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Il faro l'ho tagliato io così, era intero ma lo preferisco decisamente "incastrato" nell'angolo; come mai ti piacerebbe più intero?
A me sembra anche più "giusto" così, oltre che più gradevole.

Il fatto che la luce cadesse sul microfono senza nessuno, e che il tizio più "timido" dei quattro componenti del gruppo fosse seduto calmo a suonare la chitarra slide è in effetti il motivo per cui ho scattato la foto :D

Non credo che la foto debba per forza rappresentare una scena dinamica o energica, è pur sempre una sorta di reportage o di documentario di quel che fa un musicista o un gruppo durante il suo concerto; la scena così mi sembra abbastanza rappresentativa.
So che il concerto l'ho visto io e non voi, però proprio per questo cerco di rappresentare quel che ho notato :)

Per intenderci: se nel primo gruppo che ho postato qualche giorno fa era tutto statico e preciso, è perché tutto il gruppo era timido, tranquillo e sognante... non potevo riprenderli storti mentre facevano una spaccata con la chitarra al vento e la bocca storta in un urlo fragoroso... perché non l'hanno fatto :D

Non so, l'argomento mi interessa anche perché tu sei l'unico che fotografa (bene) concerti ed io sono tutto tranne che "sicuro" nel genere (nonostante lo adori e lo pratichi da anni, malamente), quindi se hai da rispondere, dire, specificare, criticare, aggiungere e qualsiasi altra cosa, dillo! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D Il faro lo vedrei intero perchè non credo abbia senso vederne solo un pezzettino, mi sembra non porti nulla nella costruzione anzi, credo che molti si farebbero la stessa domanda, mi dà l'impressione di una svista... :D

:P Per quanto riguarda la luce sul microfono, lo sguardo mi passa da la al musicista e viceversa, attratto di più da quel puntino luminoso. Intrigante come colpo d'occhio ma (per me) anche di disturbo proprio perchè il tipo non è ritratto in qualcosa che attragga e superi l'attenzione provocata dal punto luminoso.

Concordo su quanto dici che se non c'è movimento non lo si può inventare in una foto. D'altro canto però, quanto meno io, non ho colto il completo messaggio della foto che nelle tue intenzioni, una volta spiegato, era sicuramente d'interesse. Perchè? perchè quel faro tagliato e quel puntino luminoso....

Mi piacerebbe che altri intervenissero, anch'io vorrei sapere e sentire altri pareri.

 

PS L'unico, uno dei pochissimi o forse il più conosciuto (non sono un esperto in materia) costruttore di slide italiano (zona Bologna mi sembra) era un mio cliente del birrifcio, posso quasi esser certo che sta utilizzando un suo prodotto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al di là dei commenti tecnici su rumore ecc..

Quello che a me balza subito all'occhio è il fatto che la trovo una foto un po' piatta, nel senso che il musicista sembra non stia facendo niente. Ho capito il tuo intento, ma l'ho capito solo dopo averlo letto e non guardando la foto mentre la prima cosa che dovrebbe comunicare è l'immagine, non trovi?

Forse avrebbe aiutato a rendere l'idea uno sfondo totalmente nero con quel fascio di luce a spezzarlo e, sotto, il musicista, ma ovviamente questo non dipendeva da te. Così ci sono anche troppi elementi che distraggono dal musicista che dovrebbe invece essere il soggetto principale.

mhm... se ci fossi stata io a questo concerto probabilmente non avrei fotografato nulla  :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

 

Quello che a me balza subito all'occhio è il fatto che la trovo una foto un po' piatta, nel senso che il musicista sembra non stia facendo niente. Ho capito il tuo intento, ma l'ho capito solo dopo averlo letto e non guardando la foto mentre la prima cosa che dovrebbe comunicare è l'immagine, non trovi?

A me in realtà sembra che la foto abbia raggiunto il suo scopo anche prima che la "spiegassi", entrambi avete notato la staticità ed il fatto che il musicista non sia il soggetto principale per sua volontà ed atteggiamento.

Sinceramente era quello che doveva trasparire, e a quanto pare traspare.

Il fatto che tu dica "sembra che non stia facendo nulla" e "il musicista dovrebbe essere il soggetto principale" lo dimostrano; la prima cosa è vera, la seconda è vera al contrario, cioè che se il soggetto è timido, timido lo voglio rappresentare e il fatto che non risalti è un bene.

Che io lo spieghi o meno, i commenti vanno comunque in quella direzione ;)

Il punto è che questa cosa non vi piace, e posso anche facilmente capire il perché, ma rimane il fatto che il concerto è stato così (ed è stato anche bello, devo dire) quindi per me i vostri commenti confermano il mio buon operato :D

 

 

se ci fossi stata io a questo concerto probabilmente non avrei fotografato nulla

Ne sono sicuro, diciamo che notiamo ed apprezziamo cose decisamente diverse :D

Io odio la birra, le moto, i tatuaggi, i piercing, il burlesque, i luoghi affollati, i cimiteri e le persone in generale ( :D ), cose che tu invece fotografi ottimamente.

Io ho un passato da timido patologico, sono un nerd "vero" (in origine con nerd si indicavano gli autistici...) e non infornato dalla moda moderna, diciamo che noto cose totalmente diverse... tipo un musicista timido.

E' come se avessi fatto un reportage in India senza fotografare poveri e bambini: voi ve li aspettate da quel contesto, ma se io non li noto e vedo, e noto altro, non è una colpa, purché quel che fotografo sia rappresentativo della realtà delle cose.

(Nota: se andassi in India non fotograferei un santone, un bambino o un povero neanche se mi pagassero, infatti :D ).

Spero d'essermi fatto capire, insomma.

Rimane aperta la questione del faretto tagliato, invece :mellow:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto chiaro Abu, ma infatti ero sicura di essere io il problema, o meglio, il fatto di non mi piaccia una foto "statica" ed infatti, il fatto che io non avrei fotografato niente, è la conferma di ciò.

 

Sono però contenta di aver dato conferma del tuo buon operato  :P

Se era la staticità che volevi comunicare ci sei riuscito alla perfezione!

 

Il faretto boh, a me non disturba nemmeno così tagliato  :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

p.s. anche io odio la birra (e qualsiasi altro alcolico, sono astemia fino al midollo!)

p.p.s odio anche i luoghi affollati, sono profondamente misantropa 

 

In fondo non siamo poi così diversi io e te Abu  :P

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Sono astemio anche io, però una volta ogni 4-5 anni bevo qualche superalcolico.

Non mi piacciono i sapori degli alcolici ed in generale non amo molto le bevande che non siano l'acqua naturale di rubinetto.
Per intenderci: non bevo l'acqua gassata, non bevo la Coca-Cola, non bevo birra, vino, vodka, grappa o qualsiasi altro superalcolico (che non sia lo cherry o il rhum, che però assaggio una volta ogni 5 anni, di media :D ).

Però posso dire di averne provati una gran quantità, ho amici beoni che non mancano mai di farmi assaggiare la loro birra o vino preferito... ma proprio non mi va giù.

Chiare, scure, weiss, lager, crude, trappiste, belghe, d'abbazia... niente. Mi rimane sempre troppo amara :D

Elena: la diversità è sempre relativa, ed è solo di gusto. Di base, per fortuna, siamo tutti uguali. ;)
Una delle frasi più belle che abbia mai letto è presa dal De Rerum Natura di Lucrezio e dice "Homo sumo humani nihil a me alienum puto", cioè "Sono umano, e niente di (ciò che è) umano lo reputo diverso da me"; credo che sia la frase più tollerante (ma senza pietismo o sopportazione) dell'intera storia della letteratura ;)

Comunque grazie ad entrambi per i commenti, credo di averci capito molto di più (non tanto sulla foto, ma sulla proposizione di una foto o di un set ;) ).

Per i prossimi eventuali che commenteranno: guai a voi se non dite la vostra sul faretto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...