Jump to content
todebarba

post produzione con pc portatile

Recommended Posts

ciao a tutti. Vado subito al sodo: secondo voi il lavoro di PP fatto su un pc portatile, intendo con un monitor del pc portatile, è rischioso ai fini di una futura stampa delle foto?! ovviamente le inclinazioni che si possono dare al monitor rispetto al piano di lavoro possono essere diverse e quindi quello che si vede in termini di colori cambia....

Sent using Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comincio con una risposta che dice tutto e niente: dipende!

 

Molto dipende dal tuo work-flow e dal tipo di portatile.

Ovvero dipende da come lavori, che tecniche usi e che tipo di ritocchi devi eseguire.

 

Photoshop ti restituisce molte informazioni numeriche, quando impari ad interpretarle ti sganci un pochino dalla precisione del monitor.

Anche perché fare affidamento solo sulla percezione che da il monitor è comunque limitante, sia perché il monitor fa luce (cosa che una stampa non fa) sia perché in base all'illuminazione ambiente cambia la resa del monitor e delle stampe. (ci sono monitor che un po' si adattano all'illuminazione ambiente, ma tralasciamo)).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao.

SI, all'inclinazione bisogna stare attenti ma forse non è quello il problema principale.

Io, proprio in previsione di stamparmi qualche fotolibro per uso personale, ho scoperto da poco il magico mondo della calibrazione del monitor e con una spesa irrisoria ho visto quanti "danni" stavo facendo senza accorgermene. Non sottovalutare questo aspetto se stampi.

 

Oltre all'inclinazione direi che il problema principale potrebbero essere le dimensioni (il mio portatile ha uno schermo da 17", non credo riuscirei a lavorare bene in Lightroom su un 15").

In questo modo riesco a tenere anche il portatile un pò rialzato (all'altezza degli occhi, risolvendo il problema inclinazione) e un pò più lontano e a lavorare con un mouse e tastiera wireless.

 

Alla fine dipende sempre da cosa ti serve: se devi farti dei fotoalbum delle vacanze (come faccio io) credo che tu sia già a buon punto con questi accorgimenti. Per un uso più professionale credo ti serva qualcosa in più (ma se ti serve per lavoro probabilmente lo sai già).

 

Avendo spazio in casa puoi pensare alla soluzione intermedia: usi il portatile quando sei in giro o per altro e poi ti compri un monitor esterno da attaccarci quando ti serve. Con un monitor esterno, mouse e tastiera lavori come su un fisso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in termini di correzione colore se impari a leggere i numeri in lab puoi lavorare normalmente, poi per quello che riguarda il risultato stampato al di  là della qualità assoluta dello schermo è comunque importante avere il monitor calibrato e una postazione di lavoro con una luce ambiente stabile..però come ti hanno detto un conto è vedere una foto prodotta da una fonte luminosa  come uno schermo un'altra è veder una foto alla riflessione di carta e inchiostri..in più da una parte  a comporre le immagini ci sono i pixel mentre  dall'altra delle goccioline di colore che son tutto meno che quadrate

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Per quanto mi riguarda la risposta è un "NO" secco, ma è del tutto personale.

Ho un monitor fisso da 22 pollici, calibrato, e non vedo l'ora di poter passare ad un 27" con 100% sRBG, perché il mio mi sembra troppo piccolo e troppo limitato già così.

Ho stampato e mi sono trovato anche abbastanza bene, ma la grandezza del monitor non è mai sufficiente (per me) e le tonalità dell'sRGB (che in stampa si vedono) sui monitor non wide gamut vengono irrimediabilmente tagliate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Intendi No, non è rischioso utilizzare un portatile oppure No non useresti mai un portatile?   ;)

Non userei mai un portatile, ma soprattutto per le dimensioni come detto su :)

 

Abu, non ti accontenti mai?? :) mi hai appena convinto a comprare un calibratore... Ora vuoi convincermi pure che mi serve un altro monitor?? Guarda che ti mando il conto... Sono al verde!! :)

Ho iniziato coi pc nel 1996, partendo da un 17", quando tutti avevano 14 o 15 pollici al massimo. I 19 e i 22 non hanno tardato molto.

Sinceramente per me "grosso è bello" :P, più il monitor è grande più sono felice. I 27" iniziano a trovarsi a prezzi interessanti (ce ne sono, di full hd, anche a meno di 150€, ogni tanto in offerta) e spero che da qui ad un anno se ne riesca a trovare qualcuno wide gamut più vicino a 200€ che a 300€.

Le mie scimmie sono razionali, ragionano in anni di attesa (essendo sempre al verde) :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la dimensione, la qualità, il gamut, e tante altre cose indubbiamente il monitor esterno e dedicato è sicuramente la soluzione da consigliare.

Però per uno che inizia, o chi per necessità gira molto, o chi ha già un portatile non abbia paura ad usarlo per fare un po' di PP.

Sicuramente come già detto può prendersi un mnitor esterno poi, ma all'inizio meglio se impara a capire i livelli e le coordinate colore, quelli sono dati che ti danno informazioni anche se il monitor è scalibrato. Tanto che io ho fatto dei corsi dove per imparare a leggere il colore si modifica un'immagine a colori su monitor in bianco e nero...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ah, io preferisco il monitor calibrato: non voglio diventare un maestro e di stare a leggere i numerini proprio non mi va. Ad occhio si fa prima, e non devo mai postprodurre le mie foto di corsa su pc che non siano i miei :D

Fra l'altro non uso neanche Photoshop o GIMP, e LR dà solo valori percentuli di riferimento (che neanche guardo, di solito...).

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao, capisco che un bel monitor fisso sia la cosa migliore ma al momento son qua con il mio portatile. grazie per le risposte ma: è rischioso utilizzare il portatile per la PP se poi si va a stampare oppure mi sto facendo mille pippe! la scimmia corre al mio fianco ormai ma non do più quale seguire ... in tutta onestà vorrei spendere soldi per un 50ino fisso.

Sent using Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora guarda puoi avere un monitor da paura, ma se non è calibrato avrai comunque problemi..e comunque il monitor è solo una parte della gestione del colore che ti porta ad avere risultati omogenei tra file digitale e stampa finale..se calibri il tuo monitor e stampi rispettando i profili colore dello stampatore avrai risultati migliori dell'usare un monitor 27 pollici retina non calibrato.
Certo un monitor grande aiuta molto, se di qualità ancora meglio..però se non hai esigenze di stampare fine-art domani mattina  puoi stare tranquillo, magari lavora in srgb è uno spazio relativamente piccolo e quindi è meno facile fare danni e in più alla grossa è uno spazio che viene riprodotto in stampa

Share this post


Link to post
Share on other sites

vado controcorrente, ma purtroppo ti confesso che io faccio tutto con un portatile, un 13'' (perchè un portatile con 15'' o 17'' di monitor non è un portatile, è un trasportabile...)

Mi posi il problema di usare un monitor esterno etc, ma siccome alla fine quando più riesco a dedicarmi alla pp (che cerco di ridurre al massimo) è sempre in viaggio: hotel, aereo, aeroporto... le soluzioni tradizionali (e più corrette) le ho dovute scartare.

 

Adesso, è vero che con un portatile puoi arrivare a risultati accettabili, ma a certe condizioni:

0- che hai un portatile di alto standing,

1- lo calibri e fai stampe di prova per confrontare il risultato.

2- la pp si limita a sviluppo RAW e poco più, usare PS, GIMP o cimentarsi in un fotoritocco avanzato è impossibile a meno che non usi un secondo monitor, ma alllora tanto vale tornare alla soluzione tradizionale.

3- non ti metti a fare lo schizzinoso

4- se ti interessa una stampa professionale, un poster o qualcosa che DEVE essere perfetto, ti affidi ad uno studio.

 

Detto questo, se ti interessa la pp avanzata e hai spazio (e tempo) a casa per montarti una stazione grafica, vai di monitor e calibratore senza pensarci.

Se ti interessa sapere se si possono fare cose belle anche con un portatile, la mia risposta è si.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...