Jump to content

Recommended Posts

Guest

Torniamo ai paesaggi classici.

Come detto negli ultimi giorni sono andato al lavoro con reflex a seguito (che per fortuna mi entra tranquillamente nella tasca della giacca, i vantaggi di essere un ciccione :D), e ho scattato un po' a tutti gli orari: mattina, ora di pranzo, tramonto e sera.

La foto che segue è scattata alle 9 di mattina di una giornata quasi totalmente coperta.
Adoro le giornate nuvolose e piovose, tanto più se c'è un po' di nebbia e foschia: l'atmosfera, per quanto alla maggioranza delle persone ispiri tristezza, a me mette allegria e soprattutto voglia di fotografare, perché il paesaggio è esaltato all'infinito con questo tipo di meteo.

Il rovescio della medaglia è che ho scattato sotto la pioggia, ma per fortuna sono tropicalizzato (intendo io, grazie agli strati di ciccia, non solo la fotocamera) :D

Ho fatto una serie di tre foto (penso ve le proporrò tutte e tre) postproducendole ad imitazione di Ansel Adams, ovviamente nei limiti delle mie capacità ;)

Eccovi la foto:

15768256868_a6fd14dd84_z.jpg

Nuvole basse / Low clouds by Abulafia82, on Flickr


Pentax K-5 + 18-55 WR @ 40mm, a mano libera.

Exif: Av, f/11, 1/100, 200ISO

In PP: tutto sul LR. Lieve raddrizzamento, conversione in bn, divisione toni per dare il viraggio al selenio, contrasto e chiarezza diffusi, un filtro digradante sul cielo per bilanciarne l'esposizione e drammatizzarlo un po', un filtro radiale sulle montagne per contrastarle, un filtro radiale sulle case al centro per rendere più evidente la luce e la nitidezza di case, coltivazioni e alberi, un filtro radiale sulle nuvole basse per renderle un po' più tridimensionali, correzione curve per dare un contrasto preciso a tutta l'immagine, un minimo di vignettatura per non far correre l'occhio agli angoli.
Esportazione in .jpg e lieve maschera di contrasto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella! Inserire anche un piano più ravvicinato? Anche qui, se fosse capitata a me una scena simile, avrei tentato una lunga esposizione per sfruttare al massimo il movimento delle nuvole. t'è venuto in mente?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Bella! Inserire anche un piano più ravvicinato? Anche qui, se fosse capitata a me una scena simile, avrei tentato una lunga esposizione per sfruttare al massimo il movimento delle nuvole. t'è venuto in mente?

Ovviamente sì, ma come detto stavo andando a lavoro, non c'era il tempo materiale :)

L'ho fatta camminando, in pratica.

Però, con una lunga esposizione, si sarebbe perso l'effetto di "macchie di luce" sul terreno, spostandosi la luce con le nuvole; ed in questo caso erano quelle macchie che mi interessavano.

Il piano più ravvicinato erano le punte degli alberi e la ringhiera del belvedere, nulla di interessante.

Poi per gusto personale non amo il primo piano vicino nelle foto scattate con normali-tele, lo inserisco solo nelle foto grandagolari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cioè fammi capire, andando al lavoro hai questo panorama davanti?!  :o

 

Bellissima la foto, se devo essere sincero non mi convince del tutto il bianco e nero ma sono sicuro che avendolo fatto tu sia più che corretto :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Cioè fammi capire, andando al lavoro hai questo panorama davanti?!  :o

 

Bellissima la foto, se devo essere sincero non mi convince del tutto il bianco e nero ma sono sicuro che avendolo fatto tu sia più che corretto :)

Sono fortunato, non abito in una brutta zona :D

Il comune dove lavoro ha un bellissimo centro storico, un'acropoli romana e un borgo medievale poco più su, oltre che una strada fra i "canyon" scavati dal fiume sull'altro versante. Oltre almeno un paio di belvedere come questo da cui ho scattato la foto.

Ci faccio foto da due anni e ancora sono bel lontano da esaurire tutti gli angoli che vorrei fotografare ;)

Il fatto che l'abbia fatto io mica ci aggiunge nulla! Sbaglio come qualsiasi persona.

Cosa non ti convice del bianco e nero? La gestione generale, il viraggio, o l'esposizione (anche per capire se è un fatto di monitor o altro).

 

 

Ottimo…che altro dire!!!!

Nella pp parlavi di un filtro digradante e un filtro radiale,mi sfugge la differenza….

 

 

Su Lightroom esistono tre modi di apportare modifiche selettivie alla foto:

 

1) Il pennello, che permette di modificare una parte selezionata a mano, quindi anche e soprattutto con forme irregolari e "calcando" di più in qualche punto rispetto ad un altro della stessa selezione.

Col pennello quindi puoi ad esempio modificare la resa di un albero seguendo i contorni del tronco e della chioma, senza intaccare l'immagine attorno.

2) Il filtro radiale, introdotto nella versione 5, che è una selezione di forma circolare o ellittica, che copre quindi una parte regolare di immagine, e che sfuma dal centro verso i bordi. Al centro gli effetti applicati sono massimi, sul bordo tendono a zero (la sfumatura si può impostare).

In questo modo ad esempio puoi modificare un viso, o solo il fiore in una immagine più grande o, come ho fatto io, un pezzo di paesaggio rispetto all'ambiente circostante.

3) Il filtro digradante è un filtro rettangolare, una sorta di "retta" che va da parte a parte dell'immagine con inclinazione scelta da te.

E diviso in tre parti: quella più "indietro" applica l'effetto al 100%, quella mediana al 50%, l'ultima non applica l'effetto (da qui la gradazione).

E' eccezionale per modificare i cieli o comunque parti di immagine che tocchino almeno 2 bordi (se diagonali) o tre bordi (se orizzontali o verticali).

 

 

Bella. Molto drammatica......a colori come è ? sono curioso

Appena finito di postare le tre in bianco e nero, ce ne sono sei a colori ;)

Ci vorrà un po', con la nuova regola di una foto ogni 24 ore, ma arriveranno anche le versioni a colori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Del bianco e nero non mi convince l'esposizione. Trovo un po troppo scura la vegetazione intorno al gruppo di case. Probabilmente si tratta del monitor.. 

 

E' possibilissimo, il mio sta "impazzendo", i tasti fanno contatto e mentre sviluppavo la foto non mi ero accorto di essere al 100% di luminosità, quando di solito (da anni) è impostata ad 85.

Riportata alla normalità anche a le ombre risultano un po' scure (con la luminosità a 100 erano tutte leggibili, senza neri assoluti).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Per la sottoesposizione: il monitor mi sta abbandonando piano piano. Volevo tentare di arrivare a Natale 2015 per puntare ad un monitor "fotografico" (IPS e wide gamut), ma temo che ormai anche Pasqua sia un obiettivo difficilmente raggiungibile; spero nelle offertone di dismissione post vacanze di Natale per prendere "giusto" un full HD da 27" (che ormai si trovano a cifre anche abbondantemente sotto i 200€...).

Per il resto: grazie a tutti per commenti e apprezzamenti :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torniamo ai paesaggi classici.

Come detto negli ultimi giorni sono andato al lavoro con reflex a seguito (che per fortuna mi entra tranquillamente nella tasca della giacca, i vantaggi di essere un ciccione :D), e ho scattato un po' a tutti gli orari: mattina, ora di pranzo, tramonto e sera.

La foto che segue è scattata alle 9 di mattina di una giornata quasi totalmente coperta.

Adoro le giornate nuvolose e piovose, tanto più se c'è un po' di nebbia e foschia: l'atmosfera, per quanto alla maggioranza delle persone ispiri tristezza, a me mette allegria e soprattutto voglia di fotografare, perché il paesaggio è esaltato all'infinito con questo tipo di meteo.

Il rovescio della medaglia è che ho scattato sotto la pioggia, ma per fortuna sono tropicalizzato (intendo io, grazie agli strati di ciccia, non solo la fotocamera) :D

Ho fatto una serie di tre foto (penso ve le proporrò tutte e tre) postproducendole ad imitazione di Ansel Adams, ovviamente nei limiti delle mie capacità ;)

Eccovi la foto:

15768256868_a6fd14dd84_z.jpg

Nuvole basse / Low clouds by Abulafia82, on Flickr

Pentax K-5 + 18-55 WR @ 40mm, a mano libera.

Exif: Av, f/11, 1/100, 200ISO

In PP: tutto sul LR. Lieve raddrizzamento, conversione in bn, divisione toni per dare il viraggio al selenio, contrasto e chiarezza diffusi, un filtro digradante sul cielo per bilanciarne l'esposizione e drammatizzarlo un po', un filtro radiale sulle montagne per contrastarle, un filtro radiale sulle case al centro per rendere più evidente la luce e la nitidezza di case, coltivazioni e alberi, un filtro radiale sulle nuvole basse per renderle un po' più tridimensionali, correzione curve per dare un contrasto preciso a tutta l'immagine, un minimo di vignettatura per non far correre l'occhio agli angoli.

Esportazione in .jpg e lieve maschera di contrasto.

Anche senza lo Yosemite i tuoi paesaggi sono bellissimi! Ma prima o poi ci diari i valori per ottenere l'effetto al selenio senza usare Silver Efex?

Io al momento mi tengo leggero e uso 200 e 2 per luci e ombre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...