Jump to content
jaguar300

Help..Cerco naturalezza di immagini

Recommended Posts

Gent Amici Forum

 

mi sono appena aggiunto alla vostra lista per cercare counselling su un topic molti di voi avranno gia letto in precedenza.

Le foto digitali che ho scattato finora (Ho una Nikon D3000) mi procurano in genere fastidio agli occhi. A volte le immagini sono troppo perfette, quasi plastiche, ridondanti di luce e senza quella naturalezza dell ambiente del quale si cerca di coglierne l aspetto.

Mi sono detto che sicuramente esistono tecniche o anche modelli di macchine fotografiche la cui caratteristica piu interessante è quella di presentare delle immagini con colori naturali; sembra quasi di metterci un piede dentro per ritrovare un luogo che hai gia visto o dove sei transitato precedentemente.

Qualche consiglio per me? Avete in mente un modello non costoso di macchina che abbia almeno un po delle caratteristiche della macchina che cerco?

Grazie per la vs attenzione!

Giuliano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Giuliano, come prima cosa seguendo il regolamento dovresti presentarti nell'apposita sezione.

Venendo alla tua domanda mi sorge spontaneo chiederti un esempio di fotografia scattata senza post produzione per vedere questo effetto che ti procura la d3000!

Che obbiettivo usi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

La macchina non fa né foto naturali, né foto innaturali: la macchina fa quello che gli dici di fare.

Se scatti in .jpg devi essere tu ad impostare lo sviluppo della fotocamera come più ti piace, provando e riprovando finché non ottieni il risultato voluto.
Se scatti in raw devi essere tu a sviluppare al pc la foto come ti piace, finché non ottieni il risultato voluto.

Nessuna macchina fa foto "naturali", nessuna macchina fa foto "articiose". Il sensore ed il processore di immagine fanno la base, il resto tocca al fotografo.

Il consiglio di MarcoRs è comunque molto sensato: se mostri qualche esempio di quel che ottieni e di quel che vorresti ottenere è più facile che qualcuno possa indicarti la via per migliorare e avvicinarti a ciò che desideri :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Abulafia ti ha detto tutto..per la questione ridondanza di luce la fotocamera semplicemente ha un esposimetro che cerca di restituirti un scena che sia grigio media questo vale per le scene molto luminose che per situazioni più buie..devi essere tu a usare le varie modalità dell'esposimetro per ottenere il meglio, o quanto meno lavorare su sotto e sovra esposizione al momento dello scatto o in post produzione.
Per il realismo dei colori invece devi comperare un colorchecker d portati sempre dietro..lo userai per bilanciare il bianco e avere dei colori corrispondenti alla realtà..poi ovviamente se scatti in jpg devi cercare o costruirti un profilo che abbia delle curve particolarmente morbide, se lavori i raw te lo crei in post.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Giuliano, come prima cosa seguendo il regolamento dovresti presentarti nell'apposita sezione.

Venendo alla tua domanda mi sorge spontaneo chiederti un esempio di fotografia scattata senza post produzione per vedere questo effetto che ti procura la d3000!

Che obbiettivo usi?

Ciao e grazie per la tua risposta; non sapevo come nuovo iscritto quale fosse la procedura;  che nome ha questa sezione?

La D300 fa buone fotografie ma troppo digitali, vorreei puntare ad un prodotto che metta in risalto solo quello che vede, colori naturali!

Gli obiettivi che ho trovato nella confezione sono i Nikkormat 105. 

Non capisco cosa vuol dire "post produzione", ma il mio problema son proprio le foto ottenute da queste macchine digitali; illuminano troppo il quadro e creano dei patinati troppo brillanti. 

Scusate il linguaggio povero ma ho cominciato ad appassionarmi di fotografia solo da poco. Grazie!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

La macchina non fa né foto naturali, né foto innaturali: la macchina fa quello che gli dici di fare.

Se scatti in .jpg devi essere tu ad impostare lo sviluppo della fotocamera come più ti piace, provando e riprovando finché non ottieni il risultato voluto.

Se scatti in raw devi essere tu a sviluppare al pc la foto come ti piace, finché non ottieni il risultato voluto.

Nessuna macchina fa foto "naturali", nessuna macchina fa foto "articiose". Il sensore ed il processore di immagine fanno la base, il resto tocca al fotografo.

Il consiglio di MarcoRs è comunque molto sensato: se mostri qualche esempio di quel che ottieni e di quel che vorresti ottenere è più facile che qualcuno possa indicarti la via per migliorare e avvicinarti a ciò che desideri :)

 

La macchina non fa né foto naturali, né foto innaturali: la macchina fa quello che gli dici di fare.

Se scatti in .jpg devi essere tu ad impostare lo sviluppo della fotocamera come più ti piace, provando e riprovando finché non ottieni il risultato voluto.

Se scatti in raw devi essere tu a sviluppare al pc la foto come ti piace, finché non ottieni il risultato voluto.

Nessuna macchina fa foto "naturali", nessuna macchina fa foto "articiose". Il sensore ed il processore di immagine fanno la base, il resto tocca al fotografo.

Il consiglio di MarcoRs è comunque molto sensato: se mostri qualche esempio di quel che ottieni e di quel che vorresti ottenere è più facile che qualcuno possa indicarti la via per migliorare e avvicinarti a ciò che desideri :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

SI credo di aver compreso con la mie scarse conoscenze cio a cui alludi. Infatti nella mia D3000 cè la possibilita di ottenere la foto sia in jpeg e raw.

IL raw mi attira maggiormente e si nota che ha un attrattiva maggiore del jpeg; credi forse dovrei agire al pc sopra il raw, ma aiutandomi con quale programma di modifica?

Grazie per l attenzione!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Abulafia ti ha detto tutto..per la questione ridondanza di luce la fotocamera semplicemente ha un esposimetro che cerca di restituirti un scena che sia grigio media questo vale per le scene molto luminose che per situazioni più buie..devi essere tu a usare le varie modalità dell'esposimetro per ottenere il meglio, o quanto meno lavorare su sotto e sovra esposizione al momento dello scatto o in post produzione.

Per il realismo dei colori invece devi comperare un colorchecker d portati sempre dietro..lo userai per bilanciare il bianco e avere dei colori corrispondenti alla realtà..poi ovviamente se scatti in jpg devi cercare o costruirti un profilo che abbia delle curve particolarmente morbide, se lavori i raw te lo crei in post.

Grazie per la tua risposta. Ho seguito con attenzione il consiglio; vuoi dire che posso entrare nei settings interni della macchina ed aggiustare a piacimento i colori? Posso fare tutto questo al pc o è preferibile direttamente sulla macchina. Il colorchecker (cosè: una striscia fotografica o un aggeggio meccanico?) mi metterebbe in condizioni di saper trovare il colore che meglio mi piace? Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora il bilanciamento dei colori richiedere il raw...ogni volta che sei su una particolare scena con una determinata luce prima di iniziare con un set di fotografie ne scatti uno dove il cheker occupa la gran parte della inquadratura..poi in post produzione partendo da quello scatto il programma corregge tutti i colori..questa comunque è già una tecnica avanzata perché c'è come hai capito sto aggeggio di plastica coi colori calibrati e una parte software,  se ti interessa su youtube ci sono video chiari, un sul canale di stefano tealdi...di certo se lo usi non puoi più lamentarti di non avere i colori corrispondenti alla realtà:)

Mentre più semplice e che puoi fare anche per i jpg è il bilanciamento del bianco, ti basta aver una cartoncino o un target grigio al 18% per reimpostare il bilanciamento del bianco..anche qui va rifatto ogni volta che c'è un cambio significativo di luce..sul manuale trovi sicuramente come fare.

Se scatti in jpg, in teoria hai dei preset tipo paesaggio, ritratto, provali tutti e guarda quale ti da la maggior naturalezza...in teoria dovresti poter intervenire e creati un profilo apposta, è meno facile di quello che si crede non a caso si scatta in raw e si interviene poi...riuscire ad ottenere un certo risultato con le regolazioni in camera non è facilissimo..però già intervenire sulla saturazione e sul contrasto potrebbe aiutarti.
Prova anche a vedere se con o senza il dlighting ottieni risultati migliori..e poi come detto prima se c'è poca luce e ti interessa solo il soggetto illuminato correttamente usa spot al posto di matrix:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Secondo me, prima di addentrarsi nel mondo della colorimetria, sarebbe il caso di leggere molto attentamente:

1) Il manuale della fotocamera;
2) Un manuale con le basi della fotografia;
3) Un manuale con le basi della fotografia digitale.

Poi, e solo poi, puoi passare a cambiare fotocamera, comprare color checker, pensare all'attrezzatura o a qualsiasi altra cosa.
Ma prima tocca imparare il minimo della teoria e dell'uso della propria fotocamera, altrimenti è difficile anche dare consigli mirati.

Se scatti in JPG devi impostare tutto dalla tua fotocamera: bilanciamento del bianco, nitidezza, tipo di colori, contrasto, luminosità, luminanza, riduzione rumore digitale... e sicuramente mille altri parametri.

Se scatti in RAW devi "sviluppare" il file con vari programmi come DxO, Adobe Camera RAW o Adobe Lightroom e altri (a pagamento) o Ufraw, Rawtherapee, Faststone, Lightzone e altri (gratuiti).

Con la tua fotocamera sicuramente era presente un cd che ha il programma di sviluppo della Nikon, che è un ottimo punto di partenza se vuoi imparare a capire che parametri devi toccare per avere i risultati che ti interessano.

Oltre allo sviluppo c'è anche il fotoritocco, che si fa con programmi quali Photoshop o Corel PhotoPaint (a pagamento), o GIMP (gratuito). Ma è un passo successivo (e si fa sul .tiff, non su raw e neanche su jpg).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me hai una grossa confusione in testa dovuta alla mancanza di qualche nozione base.

La fotocamera digitale ha un sensore (equivalente al rullino) di dimensione variabile a seconda del modello di fotocamera, che trasforma la luce che lo colpisce in un immagine RAW (ovvero un negativo digitale) che ha come caratteristica quella di essere grezza, poco contrastata e poco satura.

Contemporaneamente la fotocamera è in grado di produrre un'immagine jpg, che non è altro che il RAW elaborato dal programma interno della fotocamera, che sviluppa l'immagine grezza secondo le impostazioni della macchina (che puoi modificare tu tramite le impostazioni) dando contrasto..saturazione ecc.. Questo processo si chiama sviluppo o post-produzione, lo puoi far fare alla macchina (e quindi secondo i gusti dell'ing. che ha progettato la fotocamera) o lo puoi fare tu al pc in un secondo momento lavorando sul RAW, in modo più fine e personale secondo il tuo gusto.

Ma a tal proposito di consiglio di fare qualche lettura, anche sul ns. blog, in cui trovi articoli di nozione base e/o più approfonditi e spiegati in modo particolarmente chiaro come le tecniche base per lo scatto, la rubrica da RAW a master, tutorial vari di sviluppo con Lightroom ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...