Jump to content
Markulin

Fotoritocco: monitor e colore

Recommended Posts

Ciao a tutti, ho una domanda forse stupida, ma volevo sapere la vostra opinione per capire se vale la pena "provarci" o meglio lasciar perdere del tutto.

Vorrei poter smanettare un po' con lightroom sia per imparare ad usarlo e a "farmi l'occhio", sia per partecipare al bellissimo forum "Sviluppua questo raw" di fotocomefare e anche per migliorare effettivamente le foto che faccio. Ho modificato già varie foto, sia di vecchi concorsi di raw che qualcuna mia, ma ho il timore che sia stato tutto tempo perso.

 

Il problema è che le modifiche le faccio su un pc  portatile (con uno schermo da portatile), nessun colorimetro (per ora) e ho pure qualche dubbio a comprarne uno perchè leggendo in giro se si sta su cose entry level (100€) è praticamente come non averlo dato che hanno l'abilità particolare di trasformare il bianco in verde, rosso, blu.. ma non in bianco :).

 

Insomma: vale la pena passare le mezz'ore su lightroom cercando di migliorare una foto o è un'assoluta perdita di tempo?

L'unica modifica che ho fatto è stata quella di impostare sia su LR che nella scheda grafica del monitor il profilo Adobe RGB, non sapendo affatto se è una variazione migliorativa o meno, tra l'altro... 

 

Grazie mille!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io anche modifico le foto su schermi non calibrati, passare su AdobeRGB è inutile perchè serve un monitor con AdobeRGB. Io uso sia in macchina che su pc sRGB. Il bilanciamento del bianco che ottengo non è perfetto, ma le foto in RAW vanno sviluppate che si usi il programma della reflex o PS o Lightroom. Ti posso assicurare che la differenza si vede anche su monitor non calibrati tra un JPG e un RAW sviluppato :D detto questo io penso di acquistare prossimamente uno di quegli acrcocchi da 100€. Sinceramente per me la fotografia è un hobby e spendere 200/300 per apparecchi calibra monitor e altri 300 e passa euro per un monitor adobeRGB 98/99% sono soldi buttati. Poi magari qualcuno che ne sà più di me mi smentirà immediatamente XD ma questa è la mia opinione ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io anche modifico le foto su schermi non calibrati, passare su AdobeRGB è inutile perchè serve un monitor con AdobeRGB. Io uso sia in macchina che su pc sRGB. Il bilanciamento del bianco che ottengo non è perfetto, ma le foto in RAW vanno sviluppate che si usi il programma della reflex o PS o Lightroom. Ti posso assicurare che la differenza si vede anche su monitor non calibrati tra un JPG e un RAW sviluppato :D detto questo io penso di acquistare prossimamente uno di quegli acrcocchi da 100€. Sinceramente per me la fotografia è un hobby e spendere 200/300 per apparecchi calibra monitor e altri 300 e passa euro per un monitor adobeRGB 98/99% sono soldi buttati. Poi magari qualcuno che ne sà più di me mi smentirà immediatamente XD ma questa è la mia opinione 

 

 

Ah beh, sicuramente 300 Euro per l'"accrocchio" se lo scordano :).. Andrò in giro chiedendo e sperando magari di trovare qualcuno disposto a prestarlo :).

Il mio dubbio principale sta nel fatto che magari passo mezz'ora cercando di scoprire il miglior modo per settare una foto, trovo un setting "decente" (per me) , magari con un bel nero profondo in controluce.. e poi Alberto magari lo vede marrone slavato!  :D. Un esempio tanto per rendere l'idea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah beh, sicuramente 300 Euro per l'"accrocchio" se lo scordano :).. Andrò in giro chiedendo e sperando magari di trovare qualcuno disposto a prestarlo :).

Il mio dubbio principale sta nel fatto che magari passo mezz'ora cercando di scoprire il miglior modo per settare una foto, trovo un setting "decente" (per me) , magari con un bel nero profondo in controluce.. e poi Alberto magari lo vede marrone slavato!  :D. Un esempio tanto per rendere l'idea

Stessi dubbio mio a cui mi sono risposto da solo con la seguente affermazione, "calibro il monitor, mando la foto a un parente ed un amico che non ha calibrato e vede cose diverse". Forse l'unica via per valutare le foto è stampare ma per me quello è un mondo oscuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non so se sono stato fortunato o meno.

Ho un monitor HD, forse full HD....non calibrato, ho modificato alcune foto e fatte stampare, l'unica cosa che non va era l'esposizione che in stampa mi si è ridotta di un mezzo stop minimo.

 

Perciò mi tengo stretto il mio monitor senza calibrazioni varie  :D

 

Resta il fatto che come dice Danilo, un RAW va modificato. Anche perchè la foto la faccio io, coi miei occhi e perciò esigo post produrla come voglio io, non come decide la reflex. (il jpg che sforna la reflex è un raw post prodotto in automatico dal software della stessa)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il mio dubbio non è se modificare oppure no una foto. Senza considerare che io per fare foto uso l'iPhone, non avendo per ora una macchina fotografica degna di questo nome quindi non ho nessuna foto in formato raw. Ma c'è una grossa differenza tra "modificare" e "migliorare".... se modifico ma ottengo un risultato tanto uguale a quello precedente, oppure perfino peggiore... non ne vedo l'utilità :huh: La mia curiosità era sapere se ci sono dei parametri che si possono modificare abbastanza tranquillamente senza aver la necessità di schermi particolari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il mio dubbio non è se modificare oppure no una foto. Senza considerare che io per fare foto uso l'iPhone, non avendo per ora una macchina fotografica degna di questo nome quindi non ho nessuna foto in formato raw. Ma c'è una grossa differenza tra "modificare" e "migliorare".... se modifico ma ottengo un risultato tanto uguale a quello precedente, oppure perfino peggiore... non ne vedo l'utilità :huh: La mia curiosità era sapere se ci sono dei parametri che si possono modificare abbastanza tranquillamente senza aver la necessità di schermi particolari

Oddio lavorare su le foto jpg di un telefono è abbastanza inutile, considera che il lavoro che fai in lightroom il telefono lo fa già di suo (male).Magari lo puoi usare per correggere qualcosina o togliere elementi che non ti piacciono dalle foto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il mio dubbio non è se modificare oppure no una foto. Senza considerare che io per fare foto uso l'iPhone, non avendo per ora una macchina fotografica degna di questo nome quindi non ho nessuna foto in formato raw. Ma c'è una grossa differenza tra "modificare" e "migliorare".... se modifico ma ottengo un risultato tanto uguale a quello precedente, oppure perfino peggiore... non ne vedo l'utilità :huh: La mia curiosità era sapere se ci sono dei parametri che si possono modificare abbastanza tranquillamente senza aver la necessità di schermi particolari

 

Puoi modificare tutto tranquillamente i problemi sono due:

1) come ti ha sottolineato Danilo, modificare un JPG non è il massimo. Hai poco "spazio" di manovra...

2) se hai uno schermo calibrato male, potresti vedere colori molto diversi da quelli "originali"...anche il semplice contrasto, bilanciamento del bianco, saturazione...tutto dipende da quello credo. 

 

Un piccolo consiglio è quello di modificare la foto, stamparla oppure mandarla a qualcun altro e vedere le differenze maggiori....

Oppure scaricati un app per modificare le foto direttamente dall'iphone, ma non parlo di app con filtri pre-impostati, ma app dove puoi andare ad agire sui vari slider (esposizione, alte luci, ombre, contrasto, vividezza, esposizione......)

Share this post


Link to post
Share on other sites

In teoria bisognerebbe prendere lo Spider che costa sui 100 euro per regolare i colori (meglio farselo prestare :D) e avere un monitor apposta per la fotografia che mi dicevano che viene intorno ai 200 euro e più.

Io non ho nessuno di questi ma guardando le foto che modifico anche attraverso altri monitor la vedo uguale, bisogna vedere poi con quei monitor apposta come sono i colori.

Qualsiasi cosa che riguardi fotografia e posto produzione ha prezzi alti ormai, se non ci si può permettere tutto puoi andare avanti anche così in attesa di tempi migliori secondo me finchè lo tieni come hobby

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Io il mio accrocchio l'ho pagato 40€ usato (nel 2012), uno Spyder 2 Express (rivenduto allo stesso prezzo, nel 2015).
Al contrario delle chiacchiere che leggo, è un accrocchio non utile, bensì fondamentale: la resa del mio monitor è cambiata totalmente e di conseguenza anche la mia postproduzione, nonché la fase di stampa.

Per me la calibrazione del monitor è assolutamente fondamentale: senza non solo è inutile la postproduzione, ma è inutile anche scattare le foto in digitale con la speranza di tirarci fuori qualcosa di più di un bel ricordo. Sì, sono drastico :)

Non saranno in grado di cambiare il punto di bianco, ma il mio monitor (un Asus 22" del 2009, pagato 180€) ha il punto di bianco impostabile da menù alla temperatura desiderata espressa in °K.
Fra quello e la sonda colorimetrica il gioco è fatto, e vale la pena.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sviluppo su un macbook 15 retina calibrato, ma in ogni caso mi creo dei tasselli di riscontro sul monitor che confronto con una mazzetta pantone, ovviamente non confronto la luminosità ma il tono, in questo modo so che ciò che pubblico non è sballato.

 

Ma a prescindere da questo lavorare su LR non è una perdita di tempo, secondo me

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io ho gli stessi dubbi e sto mettendo da parte un gruzzoletto per prendere un monitor con tecnologia IPS per poi calibrarlo.

Nel frattempo possiedo un monitor a LED con pannello TN,  molto economico "Philips 246v" pagato circa 150€. Troverei dei benifici calbrandolo con una sonda come lo spyder o non cambierebbe nulla, o addirittura peggiorerei le cose ?

Il monitor in questione mi offre le seguenti iregolazioni: Luminosità, contrasto, temperatura del bianco e la scelta del profilo di colore srgb o personalizzato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Anche io ho gli stessi dubbi e sto mettendo da parte un gruzzoletto per prendere un monitor con tecnologia IPS per poi calibrarlo.

Nel frattempo possiedo un monitor a LED con pannello TN,  molto economico "Philips 246v" pagato circa 150€. Troverei dei benifici calbrandolo con una sonda come lo spyder o non cambierebbe nulla, o addirittura peggiorerei le cose ?

Il monitor in questione mi offre le seguenti iregolazioni: Luminosità, contrasto, temperatura del bianco e la scelta del profilo di colore srgb o personalizzato.

 

Come sopra: sì, migliorerebbe di molto le cose.

La calibrazione migliora sempre le cose e anzi, tanto più il monitor è economico, tanto più la calibrazione è utile.

Su un monitor professionale da un migliaio di euro la calibrazione dà piccolissime correzioni, su uno da 100€ cambia la vita :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non so se sono stato fortunato o meno.

Ho un monitor HD, forse full HD....non calibrato, ho modificato alcune foto e fatte stampare, l'unica cosa che non va era l'esposizione che in stampa mi si è ridotta di un mezzo stop minimo.

 

Perciò mi tengo stretto il mio monitor senza calibrazioni varie  :D

 

Resta il fatto che come dice Danilo, un RAW va modificato. Anche perchè la foto la faccio io, coi miei occhi e perciò esigo post produrla come voglio io, non come decide la reflex. (il jpg che sforna la reflex è un raw post prodotto in automatico dal software della stessa)

Avete un consiglio su che % tenere la luminosità del monitor durante fotoritocco?

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avete un consiglio su che % tenere la luminosità del monitor durante fotoritocco?

grazie

 

Ciao Stefano,

A casa se non erro è settata sul 50% o giù di lì.

Alla fine ho comprato un calibratore usato per 30€ e regolato il tutto in base alle sue indicazioni.

 

 

In ufficio però è settata sul 5%  :ph34r:

Mi da troppo fastidio il bianco di certi programmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Stefano,

A casa se non erro è settata sul 50% o giù di lì.

Alla fine ho comprato un calibratore usato per 30€ e regolato il tutto in base alle sue indicazioni.

 

 

In ufficio però è settata sul 5%  :ph34r:

Mi da troppo fastidio il bianco di certi programmi.

grazie! in effetti volevo sapere se c'è un criterio non soggettivo per le gestione della luminosità del monitor

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Più bassa la tieni, meglio è: a seconda del monitor e delle preferenze personali bisognerebbe tenerla tra 0 e 20%, sia per la salute degli occhi, sia per l'aderenza alla futura stampa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il mio dubbio non è se modificare oppure no una foto. Senza considerare che io per fare foto uso l'iPhone, non avendo per ora una macchina fotografica degna di questo nome quindi non ho nessuna foto in formato raw. Ma c'è una grossa differenza tra "modificare" e "migliorare".... se modifico ma ottengo un risultato tanto uguale a quello precedente, oppure perfino peggiore... non ne vedo l'utilità :huh: La mia curiosità era sapere se ci sono dei parametri che si possono modificare abbastanza tranquillamente senza aver la necessità di schermi particolari

 

Non puoi ottenere dei raw puri ma ci sono applicazioni che danno possibilità notevoli anche un similraw che chiamano dRAW TIFF lo trovo discreto e permette di fare molte cose Si chiama Pure

 

Oddio lavorare su le foto jpg di un telefono è abbastanza inutile, considera che il lavoro che fai in lightroom il telefono lo fa già di suo (male).Magari lo puoi usare per correggere qualcosina o togliere elementi che non ti piacciono dalle foto.

 

Non direi proprio lo faccio spesso e con risultati più che discreti occorre solo conoscere il mezzo e le sue possibilità. Questa è stata scattata con l'app nativa dell'iPhone 6

 

http://www.fotocomefare.com/forum-fotografia/topic/9208-briscola/

 

Per me regge più che bene, ovvio non è il massimo della qualità tecnica ma direi più che buona, anche su stampa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per le delucidazioni!

Ora ho preso la dslr.. quindi in parte ho risolto. Tuttavia è un argomento sempre troppo poco considerato, e infatti molte cose che ho letto non le avevo mai sentite prima.

 

Il probelma dell'"accrocchio" è il seguente. Se sapessi che spendendo 90/100 euro avessi un attrezzo utile, li spenderei.

Il punto è che ho letto da più parti (in vari forum, recensioni ecc) che per averne uno funzionante ne servono 250.. Quelli da 100 hanno dato più volte come risultato delle derive magenta da mal di testa e a quelli che l'hanno fatto notare è stata data la risposta: " e ma da un aggeggio da 100 euro cosa pretendi?"

Come se andassi a comprare una Panda, me la danno senza volante e mi sentissi rispondere " e ma da una macchina da 10000 euro cosa pretendi? mica è una bmw M3... dovrebbe esserci una soglia di qualità minima garantita (leggi: un colorimetro deve fare il suo mestiere, cioè regolare i colori. Poi il design, il wifi, la durata, la possibilità di lavorare su schermi diversi e o su spazi colore diversi.... tutte cose che sto sparando a caso per cercare di rendere l'idea, dovrebbero essere step successivi, ma i colori deve beccarli) che a quanto pare non si trova in commercio adesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per le delucidazioni!

Ora ho preso la dslr.. quindi in parte ho risolto. Tuttavia è un argomento sempre troppo poco considerato, e infatti molte cose che ho letto non le avevo mai sentite prima.

 

Il probelma dell'"accrocchio" è il seguente. Se sapessi che spendendo 90/100 euro avessi un attrezzo utile, li spenderei.

Il punto è che ho letto da più parti (in vari forum, recensioni ecc) che per averne uno funzionante ne servono 250.. Quelli da 100 hanno dato più volte come risultato delle derive magenta da mal di testa e a quelli che l'hanno fatto notare è stata data la risposta: " e ma da un aggeggio da 100 euro cosa pretendi?"

Come se andassi a comprare una Panda, me la danno senza volante e mi sentissi rispondere " e ma da una macchina da 10000 euro cosa pretendi? mica è una bmw M3... dovrebbe esserci una soglia di qualità minima garantita (leggi: un colorimetro deve fare il suo mestiere, cioè regolare i colori. Poi il design, il wifi, la durata, la possibilità di lavorare su schermi diversi e o su spazi colore diversi.... tutte cose che sto sparando a caso per cercare di rendere l'idea, dovrebbero essere step successivi, ma i colori deve beccarli) che a quanto pare non si trova in commercio adesso.

 

Bhe il mio Spider3 l'ho preso usato per 40€ e funzia perfettamente...mi aveva sparato una dominante gialla/verde che però ho risolto facendoli fare il testa con la luce della camera spenta (come di solito utilizzo il pc). Forse spenderne 100 o più, per un amatore, risulta una spesa un po' elevata....cercalo usato e vedrai che non te ne pentirai :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per le delucidazioni!

Ora ho preso la dslr.. quindi in parte ho risolto. Tuttavia è un argomento sempre troppo poco considerato, e infatti molte cose che ho letto non le avevo mai sentite prima.

 

Il probelma dell'"accrocchio" è il seguente. Se sapessi che spendendo 90/100 euro avessi un attrezzo utile, li spenderei.

Il punto è che ho letto da più parti (in vari forum, recensioni ecc) che per averne uno funzionante ne servono 250.. 

 

Mica saranno gli stessi che dicono che non si può scattare foto se non hai almeno una full frame con 5 lenti da 2000€ l'una?

Fidati.

Io ho ascoltato Abulafia e tempo fa ho preso un calibratore (spyder 2) usato per provare.

Ora ho un monitor HD (quello del portatile da 17") e lo uso ancora, ti cambia tantissimo.

Io lo vedo, banalmente, dalla barra di windows: quando avvio il pc e si caricano i profili colore da azzurrognola diventa grigia.

 

Non mi ero mai accorto che fosse azzurra (e che tutto tendesse al blu) prima di calibrare il monitor ed è proprio quello il punto.

Se stampi le foto la calibrazione è fondamentale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Grazie mille per le delucidazioni!

Ora ho preso la dslr.. quindi in parte ho risolto. Tuttavia è un argomento sempre troppo poco considerato, e infatti molte cose che ho letto non le avevo mai sentite prima.

 

Il probelma dell'"accrocchio" è il seguente. Se sapessi che spendendo 90/100 euro avessi un attrezzo utile, li spenderei.

Il punto è che ho letto da più parti (in vari forum, recensioni ecc) che per averne uno funzionante ne servono 250.. Quelli da 100 hanno dato più volte come risultato delle derive magenta da mal di testa e a quelli che l'hanno fatto notare è stata data la risposta: " e ma da un aggeggio da 100 euro cosa pretendi?"

Come se andassi a comprare una Panda, me la danno senza volante e mi sentissi rispondere " e ma da una macchina da 10000 euro cosa pretendi? mica è una bmw M3... dovrebbe esserci una soglia di qualità minima garantita (leggi: un colorimetro deve fare il suo mestiere, cioè regolare i colori. Poi il design, il wifi, la durata, la possibilità di lavorare su schermi diversi e o su spazi colore diversi.... tutte cose che sto sparando a caso per cercare di rendere l'idea, dovrebbero essere step successivi, ma i colori deve beccarli) che a quanto pare non si trova in commercio adesso.

Fidati: è gente che non sa quel che dice.

Sono di quelli per cui l'obiettivo da 100€ non fa le foto, quello da 1000 ha problemi e quello da 2500€ forse va bene, ma ha dei difetti.

Sono di quelli per cui se non fai la foto con l'ultima fullfreim non sei nessuno.

Una lieve dominante non dà nessun fastidio ad un fotoamatore, il calibratore non serve per avere una resa perfetta del colore, serve per non avere una ciofeca :D

Diciamo che un monitor non calibrato, da 1 a 10, rende i colori 2.

Col calibratore economico quel 2 diventa 8.

Col calibratore buono quel 2 diventa 9.

Col calibratore del MIT di Boston diventa 10.

Preferisco il salto da 2 a 8 che quello da 8 a 10 :)

 

Bhe il mio Spider3 l'ho preso usato per 40€ e funzia perfettamente...mi aveva sparato una dominante gialla/verde che però ho risolto facendoli fare il testa con la luce della camera spenta (come di solito utilizzo il pc). Forse spenderne 100 o più, per un amatore, risulta una spesa un po' elevata....cercalo usato e vedrai che non te ne pentirai :D

 

Appunto :D

 

Mica saranno gli stessi che dicono che non si può scattare foto se non hai almeno una full frame con 5 lenti da 2000€ l'una?

Fidati.

Io ho ascoltato Abulafia e tempo fa ho preso un calibratore (spyder 2) usato per provare.

Ora ho un monitor HD (quello del portatile da 17") e lo uso ancora, ti cambia tantissimo.

Io lo vedo, banalmente, dalla barra di windows: quando avvio il pc e si caricano i profili colore da azzurrognola diventa grigia.

 

Non mi ero mai accorto che fosse azzurra (e che tutto tendesse al blu) prima di calibrare il monitor ed è proprio quello il punto.

Se stampi le foto la calibrazione è fondamentale.

Appunto 2 ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io avevo parecchi dubbi in proposito ed avevo aperto una discussione proprio su questo forum. Poi ho acquistato uno Spyder 5 della Datacolor e la differenza è evidente.  Sul momento non mi sembrava neanche così lampante ma , dopo qualche giorno, disattivando la calibrazione le differenze si fanno più evidenti.

E considera che io avevo già "calibrato" un pò ad occhio il monitor con dei tool online, quindi non era completamente sballato.

La prossima spesa dovrebbe essere il monitor ma qui c'è una miseria da piangere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao io ho risolto la questione in questo modo: investi in un monitor 24"della eizo di medio livello. Sono comunque tutti già calibrati bene. Se vuoi impostare ultiriori parametri icc della stampante sempre eizo vende per 90€ circa il calibratore.secondo me questo é il passaggio meno costoso se vuoi fare post produzione a buoni livelli e se se tu che stampi! se invece ti limiti a modificare le tue immagini e ad archiviarle/ vederle sempre e solo con il tuo portatile, tutto questo non ha senso perché se vuoi farti fare una stampa professionale puoi richiedere il servizio per farti migliorare la tua foto...qyesto ovviamente minimizza la nostra passione ma se é un problema di denaro non hai alternative.ricorda che hai bisogno anche un cavo adeguato 10k per trasmettere al monitor la gamma colori. L impirtante è scattare nei vari formati raw!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...