Jump to content

Recommended Posts

Guest

Ultima proposta dal giro di Roma, ma questa volta senza obiettivo vintage: con il 10-17 fish-eye in prova da un mese non ho resistito né a portarmelo dietro, né ad usarlo: alla scimmia non si comanda (sono stato dietro quest'obiettivo per un anno, come minimo ci devo fare cinquemila foto entro il 2017 :P ).

Lo scatto è quello che mi proponevo di fare con questo obiettivo e pertanto posso dirmi abbastanza soddisfatto: l'ho comprato per la sua versatilità (a 10mm è un fish-eye puro, a 17 è un grandangolo poco distorto e facilmente correggibile), e mi sta ripagando; avevo intenzione di usarlo per delle foto ambientate "non regolamentari", senza tener troppo conto delle linee e del posizionamento, e sfruttando l'abnorme angolo di campo.
Ecco questa foto è l'esempio giusto, probabilmente :D

E quindi eccovi la foto:

22748560217_2ddff72a9a_z.jpg

Ponte Sant'Angelo / Holy Angel Bridge by Federico Tomasello, su Flickr


Pentax K-5 + Pentax DA 10-17/3.5-4.5, @ 13mm, a mano libera. HDR.
Exif: Av, f/8, 1/640, 80iso per la foto centrale del bracketing (-3 / +1 EV).

In PP: tutto in LR. Unione dei raw, clonatura di qualche imperfezione, bilanciamento del bianco ed eliminazione dell'aberrazione cromatica (vistosissima su questa lente), metodo Ramelli, recupero del contrasto anche con le curve, spennellata selettiva sotto gli archi per renderli luminosi quanto il resto della scena, filtro radiale sotto le arcate per recuperare leggibilità, doppio filtro digradante sul cielo per compensare l'esposizione e bloccare lo sguardo.
Esportazione in jpg e lieve maschera di contrasto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me forse un pelo troppo giallo! Bel punto di ripresa, insolito e soprattutto bellissime distorsioni! :D 

 

Devo proprio andarmi a vedere sto metodo ramelli... Si usa su qualsiasi tipo di scatto? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Se desaturi appena un po' il giallo , la scarico e me la stampo io.  (E adesso come faccio a postare una foto mia ,dopo che tu hai messo queste due  :ph34r: )

 

 

Anche secondo me forse un pelo troppo giallo! Bel punto di ripresa, insolito e soprattutto bellissime distorsioni! :D

 

Devo proprio andarmi a vedere sto metodo ramelli... Si usa su qualsiasi tipo di scatto? 

 

Sono d'accordo che sia gialla, sono d'accordo che sia "troppo gialla" in senso generale, non sono d'accordo che sia troppo gialla in senso personale e specifico: la scena io me la ricordo tutta gialla e arancione (non dico che lo fosse, dico che io l'ho "vista" così), quindi ho cercato di esaltarla quanto più possibile :D

Diciamo che ho una visione molto personale della realtà, e cerco di andargli dietro.

Probabilmente sarebbe più gradevole un po' desaturata ma... lo farò solo se devo venderla a qualcuno :P

Per quanto riguarda Ramelli: la sua è una post-produzione basilare per paesaggio, non credo si possa applicare fuori dalla gestione di un "ambiente"; su un ritratto probabilmente dà risultati pessimi.

Fatti un giro sul suo canale Youtube: è in inglese, ma si comprende benissimo (ci sono anche i sottotitoli, sempre in inglese) anche perché illustra passo-passo quel che fa, e Lightroom è già molto comprensibile di suo.

Oltre ai paesaggi ha anche qualche tutorial per altri generi (ritratto), ma sono decisamente di meno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fatti un giro sul suo canale Youtube: è in inglese, ma si comprende benissimo (ci sono anche i sottotitoli, sempre in inglese) anche perché illustra passo-passo quel che fa, e Lightroom è già molto comprensibile di suo.

Oltre ai paesaggi ha anche qualche tutorial per altri generi (ritratto), ma sono decisamente di meno.

 

 

Farò un giro, grazie della dritta !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

La foto mi piace, quello che mi lascia perplesso è la serie di interventi, metodo Rametti, che sarà anche spettacolare ma che da un senso di irreale, di artefatto, al tutto.

 

Sono abbastanza d'accordo, i risultati dello stesso Ramelli sono molto irreali.

Però... a me della realtà importa veramente poco :lol:

O meglio interessa la mia realtà soggettiva (di ciò che ho visto e volevo fotografare) e nulla di quella oggettiva.

In questo caso sono rimasto incantato dalla luce sotto gli archi del ponte, e ho fatto di tutto per renderla in foto almeno quanto aveva reso nella mia testa. Lo sviluppo è solo conseguente a questo "approccio" che ho con le scene che fotografo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con il Signor mario sulla "irrealtà" di certe pp, ma sono convinto assertore di ciò che dice Abulafia: "mi interessa la mia realtà soggettiva (di ciò che ho visto e volevo fotografare) e nulla di quella oggettiva".

Una foto è ciò che chi la scatta vuol far vedere. Se vogliamo limitare la fotografia alla semplice rappresentazione pedissequa della realtà, allora conviene postare dei riferimenti GPS (in modo di andare a vedere ciascuno di persona la realtà vera).

Attenzione, non intendo dire che per fare belle foto bisogna pasticciare, ma bensì che, conoscendo le regole e le tecniche, le uso a mio favore per ricreare non tanto la "realtà" ma ciò che ho visto o che volevo vedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

È un discorso molto ampio che non credo possa svilupparsi al meglio nelle pagine di un forum e, soprattutto, nella critica ad una foto. Diciamo che quando parlo di irreale e realistico prendo come riferimento non la realtà ma la verosimiglianza. Ma credo che se un giorno si riuscisse ad incontrarci, almeno noi vicino Roma (e Abulafia avrà dato il suo esame, ci siao quasi), sarebbe piacevole discuterne davanti ad una buona cena ben bagnata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

È un discorso molto ampio che non credo possa svilupparsi al meglio nelle pagine di un forum e, soprattutto, nella critica ad una foto. Diciamo che quando parlo di irreale e realistico prendo come riferimento non la realtà ma la verosimiglianza. Ma credo che se un giorno si riuscisse ad incontrarci, almeno noi vicino Roma (e Abulafia avrà dato il suo esame, ci siao quasi), sarebbe piacevole discuterne davanti ad una buona cena ben bagnata.

 

Approvo l'idea a pieni voti (anche se sono astemio :P ).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Astemio?????? Eddovevi avere un grosso difetto!

 

Per te solo acqua!

 

Comunque organizziamo poi con calma dopo il tuo esame che spero sia a pieni voti. In culo alla balena (si dice ancora?)

 

Si dice ancora, si dice ancora: speriamo che non defechI ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono abbastanza d'accordo, i risultati dello stesso Ramelli sono molto irreali.

Però... a me della realtà importa veramente poco :lol:

O meglio interessa la mia realtà soggettiva (di ciò che ho visto e volevo fotografare) e nulla di quella oggettiva.

In questo caso sono rimasto incantato dalla luce sotto gli archi del ponte, e ho fatto di tutto per renderla in foto almeno quanto aveva reso nella mia testa. Lo sviluppo è solo conseguente a questo "approccio" che ho con le scene che fotografo.

 

Apprezzo in pieno la composizione distorta, il giallo e il metodo Ramelli!

E poi basta con la realtà! Quella la si vede con gli occhi!

In fotografia non c'è realtà!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...