Jump to content
Greenhouse

Consiglio pagamento lavoro

Recommended Posts

Ciao Amici fotografi.

 

Volevo un consiglio su quanto dovrei chiedere per un lavoro fotografico che mi è stato offerto.

 

Consiste nel fotografare un territorio, quindi varie foto paesaggistiche nelle 4 stagioni. Penso di fare almeno due uscite a stagione e mi è stato chiesto da chi mi ha offerto il lavoro di pensare a quanto volessi come pagamento. Secondo voi quanto sarebbe una cifra onesta? Le foto serviranno per essere inserite nel sito web del territorio per promuovere il turismo.

 

Grazie a tutti in anticipo!!!

 

Mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io valuterei come prima cosa il costo per gli spostamenti. Quindi costo benzina se ti muovi in auto o eventuali biglietti. Aggiungerei poi il costo del lavoro, che però devi decidere tu in base a quanto credi possa valere il tuo lavoro in termini di tempo (prima e dopo lo scatto) e impegno artistico.

 

Non so quanto si facciano pagare i fotografi per le varie riviste. Potresti cercare informazioni a riguardo e fare il tuo prezzo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Prima di tutto:

1) Quante foto devi consegnare?
2) In esclusiva o meno?
3) Che qualità serve?

4) Per cosa verranno usati?
5) Quanto pensi ti impegnerà ogni serie di foto?
6) Pensi che ti abbiano scelto per il tuo stile, o solo perché conoscevano te e non un altro?
7) Il sito è un sito commerciale?


1) Il numero di foto da consegnare è fondamentale: se ne devi portare 4 è una cosa, 8 già cambia radicalmente e non ti dico, quindi, 12, 24 o 48...
Prima di stabilire una tariffa cumulativa, dovresti sapere (o informarci) di quante foto consterà tutto il servizio.

2) Il diritto di utilizzo esclusivo è importante: se vogliono le foto solo per loro, devono pagare di più. Se invece sei autorizzato a venderle altrove o in proprio, il prezzo può anche essere più basso.
E' un servizio che ti impegnerà, probabilmente le foto saranno almeno di buona qualità, è probabile che le stesse siano adatte anche ad altre vendite (fosse solo il microstock).

3) E' importante sapere la qualità che richiedono. Pubblicare sul web significa avere immagini che possono andare da dimensioni piccole (1200 sul lato lungo) a dimensioni medie (circa 2000 sul lato lungo), quasi mai grandi dimensioni.
Ciò significa che puoi usare anche attrezzatura non di estrema qualità, e far passare inosservati piccoli errori di messa a fuoco, nitidezza o quant'altro. Tanto, sul web, non si notano. Il che, conseguentemente, significa che il lavoro porterà via meno tempo sia in fase di scatto che in fase di sviluppo.
Se invece le stesse foto vanno utilizzate anche altrove, magari anche ritagliate, il discorso cambia.

4) Hai detto che le foto andranno a finire sul sito? Solo ed esclusivamente? Ci sarà anche altro utilizzo? Le foto rimarranno a disposizione perpetua del committente che fra anni potrebbe decidere di usarle in altro modo?
Sono cose da tenere in conto.
Fare le foto per un solo fine e non concederne l'utilizzo per altri motivi implica un certo prezzo; concedere il pieno utilizzo delle foto per tutti gli scopi che vengano in mente al committente presuppone un prezzo più alto; concedere l'utilizzo pieno ed esclusivo, come detto prima, implica un prezzo ancora più alto.

5) Il tempo, l'impegno e le spese vive vanno tenute in conto per mantenere il prezzo, così come le tasse.
Se immagini di perdere tre ore per ogni foto, ovviamente questa non potrà costare meno di una 50ina di euro a tenersi bassi.
Se immagini di fare le foto in dieci minuti uscendo da un altro lavoro, è un altro paio di maniche.
Questo puoi saperlo solo tu, e dipende anche dall'utilizzo finale delle foto, come detto.

6) Se ti hanno scelto personalmente per la qualità soggettiva delle tue foto, il prezzo può essere sicuramente più alto: cercano quel tipo di foto e non lo otterranno facilmente con un altro fotografo.
Al contrario se è un lavoro abbastanza standard, dove la tua "mano" è solo un accessorio e non il piatto principale, meglio tenersi al minimo col prezzo perché chiunque altro può offrire lo stesso servizio.

7) Se il sito (ed eventuali altri sbocchi di queste foto) è commerciale, il prezzo deve tenere conto del ritorno economico che il committente avrà. Se invece il sito è ha altri scopi, ovviamente il prezzo deve essere per forza più basso perché non serve a produrre altri soldi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...