Jump to content

Recommended Posts

Guest

A questa foto tengo particolarmente, e non solo perché la ritengo una delle mie migliori in assoluto, ma anche per come è venuta fuori.
Un amico mi ha contattato su Facebook chiedendomi se volessi uscire con lui a fare qualche foto e, dopo risposta affermativa, me lo sono ritrovato a sorpresa a casa dopo qualche minuto; ho avuto quindi una manciata di minuti per prepararmi, e ho buttato l'attrezzatura dai contenitori allo zaino il più velocemente possibile (ho tanta roba, di solito mi prendo una mezz'oretta per pensare a cosa portarmi per quel che potrò trovare).

Sono dunque arrivato in loco, sulla strada per Collepardo (FR) verso la Certosa di Trisulti (Abbazia medievale dell'anno mille o giù di lì) assieme a questi due amici, fra l'altro armati di "full frame" Canon e Nikon: in pratica un bel terzetto plurimarca.

Il punto, conosciuto da uno dei due, era decisamente perfetto per le foto. Abbazia, montagne, stradina tortuosa, alberi multicolore e tramonto laterale rispetto a noi ma "frontale" rispetto l'inclinazione della scena.

Non avendo molto tempo per provare l'inquadratura ho montato su il 18-55, sia per la versatilità, sia per la sicurezza di evitare flare e riflessi (ha una resistenza al sole eccellente).
Conscio però della sua limitatezza in risolvenza e nitidezza, ho deciso di fare una panoramica in modo da ottenere un file più grande e quindi una foto più dettagliata se riportata alle dimensioni web o di stampa: questo perché la scena era veramente bella ed ero già sicuro che la foto sarebbe riuscita quantomeno molto bene.

E insomma ho fatto questi 20 scatti, con 4 foto orizzontali, su due file, tutte scattate in bracketing.

Nel frattempo che io montavo cavalletto e decidevo il da farsi i miei due compagni d'avventura, dopo appena qualche foto, si sono rinchiusi in auto a causa del vento gelido e della temperatura esterna tendente allo zero. Per fortuna non soffro il freddo e, una volta acclimatato, sono invece rimasto tre quarti d'ora a far foto mentre i due sventurati mi guardavano tremanti nell'auto col riscaldamento acceso.

Ecco, dopo tutto il racconto forse avrete capito perché questa foto la ritengo particolarmente significativa:
-per il risultato, a mio gusto apprezzabilissimo;

-per la preparazione veloce e l'aver saputo sfruttare l'attrezzatura;
-per la "facilità" con cui sono riuscito a leggere la scena una volta arrivato, che per la prima volta mi ha fatto sentire del tutto consapevole di quel che stessi facendo, sotto tutti gli aspetti;
-perché con un po' di tecnica e di esperienza un'aps-c da 300€ con un obiettivo da 60€ ha stracciato un paio di full frame da 1000€ opportunamente corredate :D

E questo conferma che farsi mille pippe sull'attrezzatura da acquistare è del tutto inutile, mentre è utilissimo concentrarsi per bene su quello che si possiede cercandolo di sfruttare al massimo per i propri fini.

Dopo questa caterva inane di chiacchiere, eccovi la foto:

24203323060_f753b24b0e_z.jpg

Tramonto sulla Certosa di Trisulti / Sunset on the Trisulti Charterhouse by Federico Tomasello, su Flickr

Pentax K-5 + Pentax DA 18-55 WR @ 30mm, su cavalletto, con polarizzatore, 20 foto (4 x 5 scatti in bracketing).
Exif: Av, f/11, 0,3s, 80iso per i 4 scatti centrali.

In PP: tutto in LR. Composizione degli HDR e poi della panoramica, con contestuale correzione lente e prospettiva. Crop per rifinire i bordi e aggiustare la composizione, fino ad ottenere una foto da circa 36mpx, per una focale equivalente di 22mm circa.
Metodo Ramelli di base, poi una serie di filtri digradanti e radiali per esaltare alcuni punti e bilanciarne o renderne leggibili altri. In particolare una serie di filtri radiali sulla Certosa, molti sul cielo e alcuni anche sul riflesso di luce della montagna.
Esportazione in jpg e media maschera di contrasto.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spesso le tue fotografie mi richiamano immediatamente qualche ricordo pittorico: qui, per luci e colori e maestosità ho pensato alle vedute tra Rinascimento e Barocco. 

Questa fotografia ha un respiro grandioso, è davvero bellissima.

Ciao da Paola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso mi devi spiegare perchè appena l'ho aperta m'è balenato subito in testa "epica", si epica mi richiama alla mente certe scene di film della serie colossal, sfumature della luce, quelle sul terreno, l'architettura inserita nella scena in maniera superba. Mi fermo perche eccederei in complimenti, solo ti ricambio lo chapeau..... complimenti.

 

Benedetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non devo dirtelo io, ma secondo me questo tuo "sbattimento" tra editing spinto, stitching e quant'altro si giustifica eccome, visti i risultati.

Bella ricerca (ed è giusto "pensare in grande" cioè su dimensioni e qualità di dettaglio anche se impercettibili nelle picccole dimensioni dei forum) , complimenti.

Sandro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

E, ringrazando come sempre per commenti, complimenti, apprezzamenti, frizzi e lazzi, aggiungo altre due foto della stessa giornata:


1) Questa, quasi identica alla precedente, ma costruita con solo 10 scatti (2 x 5 bracketing)

24059387713_5ceb6dc075_z.jpg

La Certosa di Trisulti / Trisulti Charterhouse by Federico Tomasello, su Flickr


2) E questa, scattata solo qualche minuto dopo con una luce totalmente diversa, e con un solo scatto a 14mm.

24154016729_9fa8fc2193_z.jpg

Ora blu sulla Certosa di Trisulti / Blue Hour on the Trisulti Charterhouse by Federico Tomasello, su Flickr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...