Jump to content

Recommended Posts

Ciao a tutti! Sono un super principiante; io ho una EOS 100D corredata con il classico 18-55 ed un 70-300. Ora, sarei tentato di prendere un 10-18 per avere maggiori possibilità nella fotografia landscape. So però, che non ho utilizzato al meglio il mio 18-55, che utilizzo per foto che non necessitino una focalizzazione su un particolare o l'utilizzo di uno zoom eccessivo (quindi per tutto a meno che debba prendere soggetti lontani o particolari ravvicinati); le inquadrature risultano comunque un po' "ristrette" dato che 18 x 1.6 = 28.8, ma vorrei prima sapere come può essere sfruttato al meglio prima procedere con il 10-18. Avete dei consigli da darmi? Grazie!!! Andrea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma guarda Andrea....io l'ho usato per alcuni anni 

 

alla tua domanda non esiste una risposta netta, non c'è un al meglio... c'è una logica o linea guida che in fotografia vale per tutto... e secondo me converrebbe prima approfondire quella... detto questo ti posso anche dire che in generale non c'è un meglio con cui utilizzare il 18-55 se non l'unica funzione nella quale veramente eccelle: il fermacarte!

 

Mezzo quoto Fede. 

Il 18-55 (Canon, perchè non conosco le altre marche) è giusto per capire cosa vuoi fare della tua vita fotografica. Lo usi per qualche anno, per imparare a comporre, la luce e tutto il resto...ma sarà sempre poco nitido, buio e plasticoso. Io l'ho utilizzato per 4 anni sulla mia 1100D, poi dopo aver capito che è la paesaggistica la fotografia che mi piace fare.

L'ho usato con gran soddisfazione in Portogallo, con un filtro ND1000, ma una volta tornato a casa desideravo avere qualcosa di più luminoso, soprattutto per la fotografia in notturna, così ho comprato un 14 fisso 2.8 ........ da quel giorno ... il mio 18-55 è finito a prendere polvere dentro l'armadio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi mi confermi che è un ottimo ferma carte.... per capire cosa fare della tua vita fotografica il 18-55 è utilissimo, proprio a capire che non ti serve a nulla...!!! Tranne che per fare mossi artistici, lunghe esposizione e cose così ... anche per fare esperimenti è ottimo se lo rompi pazienza... 

Ma a prescindere per tutto il resto io ho provato nikon canon qualsiasi 18-55 kit....

Confermo, ottimo fermacarte

 

Assolutamente ... da me si dice "ciapa-polvra" (acchiapolvere  :P )

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho avuto il  18-55 per qualche mese, venendo da un mediocre 28-80 (ecco, se pensate che i 18-55 sono brutti obiettivi, non avete mai provato i 28-80 di fine anni '90!).

L'ho rivenduto dopo poco tempo, perché per me era o troppo lungo o troppo corto, troppo buio per gli scatti indoor, con una risolvenza abbastanza bassa.

Parlo del 18-55 wr pentax, forse il migliore dei 18-55.

 

L'ho sostituito prima con un 17-50 sigma, che almeno era risolvente già a tutta apertura ed era 1-2 stop più luminoso.

 

Poi ho cambiato proprio tipologia di obiettivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho avuto il  18-55 per qualche mese, venendo da un mediocre 28-80 (ecco, se pensate che i 18-55 sono brutti obiettivi, non avete mai provato i 28-80 di fine anni '90!).

L'ho rivenduto dopo poco tempo, perché per me era o troppo lungo o troppo corto, troppo buio per gli scatti indoor, con una risolvenza abbastanza bassa.

Parlo del 18-55 wr pentax, forse il migliore dei 18-55.

 

L'ho sostituito prima con un 17-50 sigma, che almeno era risolvente già a tutta apertura ed era 1-2 stop più luminoso.

 

Poi ho cambiato proprio tipologia di obiettivo.

 

Sono sempre stato molto attirato da quella lente .... mi sa che prima o poi la prendo da sfruttare in vacanza (giusto quando non hai tempo di tirare fuori treppiede, filtri e pensare per bene alla composizione)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, da quanto ho capito, mi terrò il 18-55 per sperimentare un po' intanto che imparo. Certo almeno un filtro ND mi servirebbe, per provare qualche esposizione prolungata e per mediare alla poca luminosità dell'obiettivo. Poi per i paesaggi passerò ad altro.

Una curiosità: per le panoramiche immagino che si debba usare il cavalletto e ruotare la macchina...poi montaggio con photomerge di photoshop, giusto?

 

Altra cosa, per rendere un po' più limpidi i colori, che ne pensate di un filtro polarizzatore, per "pulire" le onde di riflesso? sto dicendo baggianate?  :P

 

Grazie ancora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, da quanto ho capito, mi terrò il 18-55 per sperimentare un po' intanto che imparo. Certo almeno un filtro ND mi servirebbe, per provare qualche esposizione prolungata e per mediare alla poca luminosità dell'obiettivo. Poi per i paesaggi passerò ad altro.

Una curiosità: per le panoramiche immagino che si debba usare il cavalletto e ruotare la macchina...poi montaggio con photomerge di photoshop, giusto?

 

Altra cosa, per rendere un po' più limpidi i colori, che ne pensate di un filtro polarizzatore, per "pulire" le onde di riflesso? sto dicendo baggianate?  :P

 

Grazie ancora!

 

Un Polarizzatore ti tornerebbe utile in molte occasioni, soprattutto nel paesaggio...e te lo dice uno che non lo uso mai haha.

Purtroppo sul samyang è già stato difficile adattarci un ND1000  <_<

 

Per il programma io mi sto trovando veramente bene con microsoft ICE....completamente gratuito!

Photoshop a volte mi ha giocato brutti scherzi ... bho. Resta il fatto che devono essere una panoramica fatta bene fin dall'inizio :D

Quindi priorità di diaframmi, autofocus disattivato e chiaramente in RAW :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un Polarizzatore ti tornerebbe utile in molte occasioni, soprattutto nel paesaggio...e te lo dice uno che non lo uso mai haha.

Purtroppo sul samyang è già stato difficile adattarci un ND1000  <_<

 

Per il programma io mi sto trovando veramente bene con microsoft ICE....completamente gratuito!

Photoshop a volte mi ha giocato brutti scherzi ... bho. Resta il fatto che devono essere una panoramica fatta bene fin dall'inizio :D

Quindi priorità di diaframmi, autofocus disattivato e chiaramente in RAW :D

 

Ok! molto bene! mi stai dando un sacco di info utili! 

priorità di diaframmi, immagino diaframma più chiuso possibile per dare profondità di campo, autofocus disattivato (perchè?? :D ) e RAW è il formato che uso sempre, quindi no problem!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok! molto bene! mi stai dando un sacco di info utili! 

priorità di diaframmi, immagino diaframma più chiuso possibile per dare profondità di campo, autofocus disattivato (perchè?? :D ) e RAW è il formato che uso sempre, quindi no problem!

 

Perchè metterebbe a fuoco ogni volta un punto diverso e rischieresti di avere zone a fuoco ed altro no su piani diversi...

quindi focheggi manualmente oppure una volta scelto il giusto focus lo blocchi :D almeno così solitamente faccio io  :ph34r:

diaframma si chiuso, ma non oltre f/11, altrimenti subentra la diffrazione  :) ma questo in via generale 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè metterebbe a fuoco ogni volta un punto diverso e rischieresti di avere zone a fuoco ed altro no su piani diversi...

quindi focheggi manualmente oppure una volta scelto il giusto focus lo blocchi :D almeno così solitamente faccio io  :ph34r:

diaframma si chiuso, ma non oltre f/11, altrimenti subentra la diffrazione  :) ma questo in via generale 

 

Ak ok, giusto. Grazie! Adesso mi manca solo di sperimentare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, da quanto ho capito, mi terrò il 18-55 per sperimentare un po' intanto che imparo. Certo almeno un filtro ND mi servirebbe, per provare qualche esposizione prolungata e per mediare alla poca luminosità dell'obiettivo. Poi per i paesaggi passerò ad altro.

Una curiosità: per le panoramiche immagino che si debba usare il cavalletto e ruotare la macchina...poi montaggio con photomerge di photoshop, giusto?

 

Altra cosa, per rendere un po' più limpidi i colori, che ne pensate di un filtro polarizzatore, per "pulire" le onde di riflesso? sto dicendo baggianate?  :P

 

Grazie ancora!

la regola dice questo specialmente se fai pano molto larghe, se unisci 3 - 4 scatti puoi farne a meno. La cosa importante è sovrapporre un 30 - 40% degli scatti e ovviamente ruotare la macchina il più possibile sul piano.

Più che photomerge io uso Lr, produce un DNG che puoi sviluppare con pochi clic recuperando colori, luminosità, contrasto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente non giudicherei pessimisticamente il 18-55, per carità non è una lama, ma usato con oculatezza, almeno con il mio Nikkor, ch'o tirato fuori scatti che mi hanno "quasi" sempre soddisfatto. Per i panorami quindi per paesaggi in genere non necessariamente ti serve un obiettivo luminoso ma un obiettivo che abbia un ottimo dettaglio, in quanto a poco ti serve una luminosità 1,8, 2,8 ecc. quando sarai quasi sempre impostato dall' f8 all'f11, questo per avere una pdc interessante. Come fare a sfruttare il plasticoso kit? molto con l'esperienza, più scatti più lo conosci e poi andandoti a cercare quali sono le focali ed il diaframma che introducano meno distorsioni e aberrazioni. Molte foto, anche notturni, li ho fatti proprio col kit e personalmente non mi sembrano malaccio. Ora a distanza di oltre un anno comincio a sentire la necessità di un'ottica più "importante", questo non perchè il kit non vada bene ma perchè con l'esperienza e con le idee più chiare su quello che mi piace riprendere, il 18-55 comincia ad andarmi stretto. Quindi ti consiglio di sfruttarlo al meglio e poi col tempo e con le idee più chiare potrai fare la tua scelta sull'ottica che fà più a caso tuo.

 

Benedetto

 

PS, se dai un'occhiata alla mia galleria in flickr, le foto di paesaggio sono quasi tutte effettuate col 18-55 kit.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il 18-55 di Nikon per esempio è un'ottima lente per le foto infrarosso:)
Per il resto con questa tipologia di zoom economici si vedono anche belle foto, coi limiti di profondità di campo, distorsione agli estremi e poca luminosità specie a 55mm..poi ovvio che si perdano nella marea di foto scattate con lo stesso obiettivo..mi pare naturale che la qualità media degli scatti di un 24-70 sia nettamente superiore, semplicemente chi compra un obiettivo così in linea di massima ha un altro manico.
Il mio consiglio sullo sfruttare al meglio il tuo zoom comunque si limita a consigliarti di giare col treppiede, averlo dietro ti consentirà di tener egli iso bassi, eseguire messe a fuoco manuali più accurate quanti impossibili scattando a mano libera, visto le ghiera per la messa a fuoco che normalmente hanno queste lenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

E pensare che gente che scatta a tutta apertura i panorami...

Ciao fede, era una battuta o è realmente così?, se si cioè se alcuni utilizzano diaframmi completamente aperti..... forse vogliono scatti particolari che facciano risaltare alcuni soggetti rispetto ad altri.... o no? :huh: . Personalmente con i paesaggi imposto la priorità dei diaframmi (che oramai questa modalità rimane costante nelle mie riprese), e fisso generalmente a f/8.... però ultimamente sto "imparando" il 35mm e mi sono abbassato dai 4 ai 5 max 6,2 in quanto ho notato che mantengono comunque una discreta pdc, e poi "quasi" indispensabile le riprese le effettuo col tripode e lo scatto remoto.

 

Benedetto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Eccomi qua, il paladino del 18-55 :D

Comprato in kit con la macchina quasi quattro anni fa, e per ora non sento alcuna necessità di sostituirlo.
L'ho affiancato ad un 10-17, ed alla pletora di obiettivi fissi che vedi scritti in firma.

Ma alla fine il 18-55 è sempre con me, sia perché ottimo "da battaglia" (il Pentax è tropicalizzato e costruito solidamente), sia perché i risultati non sono affatto così pessimi.
I colori sono buoni, la resistenza al controluce ottima, le aberrazioni poche... insomma, se la cava più che bene.

Cosa manca? La risolvenza (e non la nitidezza), il vero e proprio dettaglio se non usato a f/8 o meglio ancora f/11, soprattutto agli estremi focali (18 e 55). A 35mm è degno anche a tutta apertura.

Come utilizzarlo meglio per paesaggio? Vai di panoramiche! Ormai con Lightroom 6 che unisce i raw fare panoramiche è uno spasso, e se pure non hai LR6 (o non ce la fa ad unire le foto che scatti), esiste l'ancora migliore Microsoft ICE, semplicemente perfetto.

Con le panoramiche recuperi tutto il dettaglio che vuoi aumentando a dismisura la grandezza in pixel della foto, il che ti permette foto di pari grandezza (a monitor o in stampa), ma con molti più dati.

Per fare una panoramica di paesaggio naturale o comunque ampio ed esterno, basta scattare a mano libera; per foto di interni o di strutture architettoniche, è necessario il cavalletto e una testa panoramica (anche autocostruita) in grado di far girare l'obiettivo sul punto nodale.

Per quanto mi riguarda, per il solo paesaggio, non vale la pena spendere soldi per un f/2.8, a meno che non si cerchino degli effetti particolari (ma in quel caso meglio, e molto, un fisso sotto f/2) o si facciano foto notturne (ma anche in quel caso molto meglio un fisso che uno zoom).

Molte delle mie foto migliori (fra cui qualche "premiata" e qualche "venduta") sono fatte col 18-55, basta un po' di perizia nell'uso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Ragazzi, 

Ecco un foto con il mio 18-55...

 

datemi un giudizio su questa foto e siate spietati, voglio capire dove sbaglio.

mi sono perso l'azzurro del cielo, forse perché non avevo chiuso abbastanza?

poi le foglie d'edera sono talmente luminose che sembrano poco dettagliate...

 

Sono intervenuto un attimo sulla saturzione ed abbassato un poco le luci

 

Consigli?

 

ItWjkK.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

con queste luci secondo me non hai sbagliato niente, per avere il cielo avresti dovuto ricorrere ad un HDR. Prova a scaldare un pelino e vedi cosa succede, mal che vada abbassi la dominante azzurrina sui monti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le foglie dell'edera sono dovuto sicuramente all'ora e al sole accecante, la compo mi piace taglierei solo una fettina a sinistra, almeno sino allo scattolotto che si vede in basso, il resto dell'immagine mi sembra molto bilanciato con una bella prospettiva che descrive tutto il vicolo per finire sui monti. Prova a sottoesporre un pelino e diminuire l'azzurrognolo sui monti (come dice giamar). Si, un po invadente il fanale quasi al centro del fotogramma ma nel compenso a me piace parecchio.

 

Benedetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi,

è già una soddisfazione il fatto che vi piaccia!

 

per diminuire l'azzurrino sui monti come faccio? seleziono l'area e bilancio quella?

 

giamar con HDR intendi che avrei dovuto far due foto, una dando priorità al cielo ed una al vicolo per poi fonderle?

 

thanks again!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...