Jump to content

Recommended Posts

Guest

Fin dai primi momenti della mia avventura fotografica digitale sono sempre stato affascinato dalle foto altrui che ora vengono comunemente catalogate sotto il nome di lunghe esposizioni "fine art", cioè quelle scene metafisiche, oniriche e surreali in cui un soggetto (che sia esso umano, oggetto, natura o anche paesaggio) immerso in una atmosfera rarefatta data dall'effetto della lunga esposizione sull'acqua e/o sul cielo.
Il 99% di queste foto è in bianco e nero, ma mi è capitato di vedere anche ottimi esempi a colori.

Ho fatto vari tentativi negli anni scorsi, ma con risultati pessimi soprattutto per mia incapacità, sia nella gestione dello scatto, sia nella postproduzione.

Quest'anno ho deciso di riprovarci un po' più seriamente, e un mesetto fa sono uscito a fare qualche scatto meramente di prova, per capire un po' meglio cosa fare.

In fase di scatto ho avuto qualche problema a livello di tempi: 10 stop non bastano, 12 stop non bastano. Prima del tramonto ne servirebbero almeno 14-15 per avere la giusta esposizione (e in pieno giorno temo anche di più).
Con l'andare avanti del tramonto invece 10 stopo sono iniziati a bastare, anche se solo col sole quasi sotto l'orizzonte i minuti sono iniziati a salire a 4-5 come dovrebbe essere.
Quindi mi dovrò procurare qualche filtro in più :)

In fase di postproduzione, non volendo usare PS veramente poco nelle mie corde, con Lightroom è stata una fatica incredibile ricreare quegli effetti che vedo sulle foto altrui.

Alla fine ho capito che preferisco comunque il colore, anche in un genere che fa del bianco e nero la sua bandiera.

Vi mostro un po' di prove (non badate ai fuori fuoco, quando avvito il filtro sugli obiettivi moderni si smuove tutto, i russi reagiscono molto meglio, e meno... Una cosa in più a cui prestare attenzione).



24306496860_71e993741d_z.jpg

Acqua e nuvole / Water and clouds by Federico Tomasello, su Flickr


23870041314_3b34cfb595_z.jpg

Lunga esposizione (Prova) / Long Exposure (Test) by Federico Tomasello, su Flickr

 

24130494169_1233f05c71_z.jpg

Lunga esposizione (Prova) / Long Exposure (Test) by Federico Tomasello, su Flickr


24015808994_a57991f369_z.jpg

Calma / Calmness by Federico Tomasello, su Flickr


24454349141_d7b76d55ed_z.jpg

Morbido / Soft by Federico Tomasello, su Flickr


24168888679_b6e72b7a5e_z.jpg

Lunga esposizone (Prova) / Long Exposure (Test) by Federico Tomasello, su Flickr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabhe io amo le lunghe esposizioni .... quindi vinci facile con tutte quante.. le ultime due soprattutto! Le preferisco anche io a colori.

 

(peccato per il riflesso sull'acqua, un polarizzatore?  :P  :P  - semi cit)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Vabhe io amo le lunghe esposizioni .... quindi vinci facile con tutte quante.. le ultime due soprattutto! Le preferisco anche io a colori.

 

(peccato per il riflesso sull'acqua, un polarizzatore?  :P  :P  - semi cit)

 

Il polarizzatore c'era in quasi tutte (tutte quelle col 18-55, col fish-eye no che non ne ho della misura giusta :P ).

Share this post


Link to post
Share on other sites

il bianco e nero è di grande effetto, ma i colori che nascono da esposizioni così lunghe sono tutta un'altra cosa...certo che non basta un filtro da 10stop, o si è obbligati a comperare un qualche filtro costosissimo o si deve mettere assieme una combinazioni di più filtri mettendo in preventivo una qualità d'immagine più bassa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il polarizzatore c'era in quasi tutte (tutte quelle col 18-55, col fish-eye no che non ne ho della misura giusta :P ).

 

Allora posso farti una domandona!! Io sapevo che il polarizzatore funziona quando hai il sole perpendicolare al polarizzatore stesso.

Nelle situazioni in cui, per via della composizione, il sole non è a questi fatidici 90° ... lo si può usare lo stesso o rovinerebbe solo l'immagine?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, accidenti ora mi è scattata la scimmia e non vedo l'ora che sia domani pomeriggio inoltrato per  "buttarmi1 a Po e fare delle prove anch'io. Io pero' ho solo filtri a lastra ...Detto questo se dovesse esserci una luce abbastanza uniforme basta filtro ND (10 stop) oppure mi consigliate GND? Unico scatti o pià scatti da unire in HRD?

Grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Con la prima e la terza hai centrato lo scopo di utilizzare questa tecnica. Qui non si rappresenta il paesaggio, si cerca di creare una situazione di immobilità creando al tempo stesso una realtà fuori da ogni possibile contestualizzazione. Lo spettatore può solo provare ad immergersi cercando di entrare nella visione del fotografo sempre abbastanza distante dal voler attribuire forza ad un particolare soggetto. Ho comprato recentemente un libro di Michael Kenna (maestro indiscusso di questo genere) dove nella premesse un critico affronta questo approccio facendo un'analisi molto approfondita sull'aspetto emotivo e sulla scelta del fotografo che cerca quasi di accompagnarci insieme a lui in questo viaggio "metafisico". I colori (le immagini proposte sono comunque molto molto belle) ci tengono ancora incollati con i piedi per terra e secondo me non funzionano come quelle in BN (che è già una distorsione pesante della realtà e quindi il primo passo per uscirci completamente).

Esposizioni dai 5 minuti in su sono l'ideale e 16 stop nello zaino obbligatori. Per rispondere a Mike (solo prove personali)....Io per alcuni scatti di architettura ho usato il pola solo per aggiungere 2 stop al filtro nd 1000 quando con 16 stop andavamo oltre i 15 minuti (troppo).

Share this post


Link to post
Share on other sites

belle le B/W cercherei di essere ancora più minimal. di includere quanto meno possibile nel frame e magari non per forza piani lontani, anzi, tenderei a fare quelli che chiamano "intimate landscape" con questo piglio minimale

Share this post


Link to post
Share on other sites

fà una tripla esposizione spuntando il check che conserva l'esposizione.

E' tra i menu della fotocamera.

Di fatto scatti massimo 3-4 foto (non di più o cominciano a vedersi strani artefatti) ad un certo tempo e la fotocamera salva un raw con lo scatto "medio".

in questo modo simuli l'effetto di un ulteriore ND.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusami, mi aspettavo una roba del genere in "reportage".

Sono, a parte il watermark, molto belle.  I colori sono così ben controllati e ricchi di sfumature che quasi preferisco quelle appunto a colori.

Di meglio, se ti interessa la stampa di dimensioni medio-grandi o grandi, ci sarebbero le stesse cose ma con grandi formati di pellicola (sapientemente esposti, sviluppati, ingranditi poco o a contatto e stampati).

Ciao,
S.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...