Jump to content

E noi ci lamentiamo della PP ?


Recommended Posts

Avevo già visto le immagini del premio pulitzer ed ero rimasto davvero a bocca aperta, per certe scene, ed ora chi mi assicura che non siano tutte così ??

 

Poi leggi questa cosa: http://www.ilgiornale.it/news/mondo/verit-sulla-foto-pulitzer-limmigrato-getta-moglie-sui-binari-1250219.html

 

 

Poi trovo gente che mi dice "Ma tu usi fotosciop per le tue foto !!"

 

Link to post
Share on other sites

Ho fatto un intervento a psicologia dell'arte che verteva anche su queste problematiche e ti garantisco che è prassi comune!

 

Rincuorante ... :(

 

Ho visto anche io la storia di questo scatto sul programma "Le ieine" e ci sono rimasto male.

Dalle mie parti si dice, "le bugie hanno le gambe corte" !!!

 

Pensavo che la svista della nikon fosse già abbastanza, ma a quanto pare non c'è limite al peggio.

Link to post
Share on other sites

Ma in questi casi il premio può essere "ritirato"?

Si presume che il fotografo abbia visto la scena e quindi abbia presentato una distorta visione dei fatti in malafede.

 

Il pulitzer è comunque un premio giornalistico...

 

Ho visto le varie foto con tanto di didascalie e descrizioni.

In questa c'era proprio scritto che il marito stava difendendo la moglie ed il figlio dal pestaggio dei poliziotti.

Ora ... non so se è stato il giornale in questione a cambiare la descrizione per rendere più duro e drammatico il messaggio o è stato il fotografo a buttarla giù così.

 

In tutti i modi, facessi parte di uno di quei poliziotti, la denuncia per diffamazione (credo sia quella più adatta) parte subito.

 

Non conosco la burocrazia dietro a questi concorsi/premi, ma prima di pubblicare un articolo di un certo peso (non si tratta di foto di paesaggio o macro di animali) io indagherei il più a fondo possibile. Qua si è cambiato drasticamente il senso, il valore di una foto, facendo passare per violente persone che in realtà erano lì per proteggere. 

Link to post
Share on other sites

il fatto è questo: al mondo ci sono tanti pezzi di fango, anche tra i fotografi.

quando qualcuno di questi può approfittarsi di qualcosa lo fa, senza remore, senza umanità, senza pensare alla sofferenza, ma anzi sfruttandola a proprio tornaconto.

mettici poi che l'occasione è ghiotta in quanto TUTTI non fanno altro che parlare della questione immigrazione e la maggior parte lo fa solo per fare lavaggio del cervello... ottieni questi fenomeni! secondo me c'è poco da stupirsi, il mondo è pieno di cattive persone

Link to post
Share on other sites

il fatto è questo: al mondo ci sono tanti pezzi di fango, anche tra i fotografi.

quando qualcuno di questi può approfittarsi di qualcosa lo fa, senza remore, senza umanità, senza pensare alla sofferenza, ma anzi sfruttandola a proprio tornaconto.

mettici poi che l'occasione è ghiotta in quanto TUTTI non fanno altro che parlare della questione immigrazione e la maggior parte lo fa solo per fare lavaggio del cervello... ottieni questi fenomeni! secondo me c'è poco da stupirsi, il mondo è pieno di cattive persone

 

Quello che mi fa più sorprende, non è tanto il fotografo che ha approfittato della situazione (ormai si sa che certe me*** esistono), ma chi gli ha riconosciuto il premio pulitzer senza nemmeno informarsi.

Link to post
Share on other sites

E' indiscutibile che se uno scatto non ritrae la realtà di quel preciso scorcio di cronaca sia da biasimare, però rimane comunque un ottimo scatto, l'unico sbaglio (se voluto), è proprio quello di farlo passare per quello che non è, ma ripeto un grande scatto.

 

Benedetto

 

Appunto ... è comunque un ottimo scatto, il problema è che è stato presentato come offesa alle forze dell'ordine.

 

Ora quando guardo le altre foto della galleria, mi chiedo se sono vere oppure sono finzioni o addirittura manipolazioni della realtà.

Link to post
Share on other sites

pensavo a un articolo dedicato a Steve Mccurry..invec ami pare qualcosa di più serio.
Che dire una foto, ma anche un video hanno un attendibilità molto limitata...nel caso anche vedendo il video bisognerebbe comprendere la lingua, sapere cosa era successo prima...evitare di leggere l'articolo che ti condiziona a vedere quello che fa comodo all'autore.
A me per esempio pare che comunque la situazione fosse tesa, e l'uomo non abbia preso la donna col bambino con l'idea di gettarla a terra malamente, voleva chiaramente portarla via in modo brusco ma di certo non farle male come si evince dalle parole spese nell'articolo

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

A me sembra che comunque l'immagine racconti il dramma dell'immigrazione. Certo se la guardiamo con pregiudizio aspettandoci che quella sia una famigliola che cerca di difendersi dalla polizia che la circonda, probabilmente un video del genere ci innervosirà. Ma questo perché guardiamo la fotografia avendo già costruito un'immagine nella nostra mente. La foto di fatto mostra un uomo, una donna ed un bambino su dei binari e la figura di un vigilante a lato. L'espressione dell'uomo trasuda agitazione. La scena in se mostra un dramma. Tutte le aspettative dei perché e i per come sono frutto della mente dell'osservatore. Siamo noi che osservando presupponiamo che la polizia voglia infrangere il sogno di una famiglia di immigrati. Ma il dramma dell'immigrazione può passare anche nei conflitti interni tra gli immigrati, nella tensione che si crea nelle famiglie dopo lunghi e devastanti viaggi della speranza. Questa foto secondo me mostra comunque un dramma e non mi meraviglia vedere "Il Giornale" montare delle polemiche a fini politici. 

Link to post
Share on other sites

Quello che mi fa più sorprende, non è tanto il fotografo che ha approfittato della situazione (ormai si sa che certe me*** esistono), ma chi gli ha riconosciuto il premio pulitzer senza nemmeno informarsi.

Appunto non riesco a capire una cosa.....

Lui a scattato questa scena senza sapere ne A ne B quindi è chi ha pubblicato e descritto la scena che ha colpa.....o sbaglio?

Il fotografo mi sembra abbia fatto il suo lavoro....

Link to post
Share on other sites

Concordo con chi dice che il video ha la medesima attendibilità della foto stessa.

 

Ma a vedere quel video la donna viene placcata dall'uomo, la polizia poi in seguito divide i due ricevendo il ringraziamento della donna.

E' abbastanza evidente che sia l'uomo ad abbattere la donna e non i poliziotti ad aggredire la famiglia (che poi nemmeno è detto che siano marito/moglie).

 

Gli unici a sapere come sono andati realmente i fatti, sono i presenti.

 

Il fotografo ha fatto il suo dovere, ha scattato una fotografia dal grandissimo impatto.

Il problema però che l'impatto potrebbe essere tremendamente falso e nel caso lo fosse ed io fossi uno dei poliziotti, mi sentirei particolarmente offeso.

 

 

Il discorso del premio poi si sa che è tutto un "chi più paga, vincerà" ... ormai è così ovunque.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...