Jump to content

Esposizione, dove sbaglio?


Recommended Posts

Ciao a tutti, dopo essermi presentato, volevo iniziare a postarvi un paio di scatti che ho fatto con la mia canon eos 1300d e col suo 18-55 di serie....come ho scritto nella mia presentazione, sono un neofita ma sto cercando di partire direttamente con lo scatto manuale, incontrando non pochi problemi...mi è chiaro sia il triangolo dell'esposizione, che l'utilizzo dell'esposimetro eccetera...insomma un'infarinatura sui parametri base della reflex credo di averla...ovviamente poi sul campo va tutto diversamente, mi piace molto la fotografia paesaggistica, albe e tramonti compresi, ma per il momento le foto mi escono molto meglio con lo smartphone :D ....uno dei problemi principali che sto incontrando è la corretta esposizione dell'intera scena...vi mostro due scatti.....

 

 

...questa foto ad esempio mi parte correttamente esposta, ma il cielo mi sembra bruciato....

IMG_0115_zpssxwtf2tg.jpg

 

 

qua invece il contrario, il cielo mi sembra correttamente esposto ma la costa è buia, però se cercavo di fare la foto più luminosa i colori del cielo iniziavano a snaturarsi

IMG_0575_zpsr8qirg6q.jpg

 

 

 

....volevo poi chiedervi, come vi comportate con il bilanciamento del bianco nelle albe e nei tramonti?

Link to post
Share on other sites

Non sbagli niente e nemmeno l'esposimetro basta. Il punto e' che il sensore di una macchina fotografica (qualunque) e' meno efficiente dell'occhio nel gestire le differenze tra luce e buio. Per dirla meglio, se il sensore da' il valore zero al pixel piu' buio e il valore 255 (dipende da quanti bit ha la tua reflex) al piu' luminoso e tutto il resto lo mette in mezzo, mentre in realta' il punto piu' luminoso e' ben piu' di 255 volte piu' luminoso.

Nel tuo caso hai fissato bene il cielo (o la terra) ma la terra (o il cielo) sono finiti fuori da quel range di 255 (range dinamico) e si sono appiattiti sullo 0 (o sul 255), perdendo le informazioni di luminosita'.

 

Per risolvere o usi un filtro graduato, un filtro annerito in maniera graduale che scurisca il chiaro, oppure, cosa piu' moderna, fai un HDR che volendo puoi fare con Photoshop ma non sono il piu' esperto (:

Link to post
Share on other sites

non conosco la canon (essendo di casa nikon) ma dovrebbe essere la stessa cosa + o -, lascia perdere il tutto manuale e imposta la priorità dei diaframmi, 100 iso e f/7 di diaframma, il bilanciamento del bianco lascialo in automatico e la lettura esposimetrica su tutta l'area fai uno scatto e controlli l'istogramma e vedi se presenta parti bianche bruciate (verso destra) o neri privi di dettaglio (verso sinistra), e correggi con la funzione AV che sovraespone o sottoespone di n stop. Al limite se non vuoi fare prove su prove imposti la fotocamera nella funzione bracketing (in questa funzione avrai 3 scatti di cui uno correttamente esposto, uno sovraesposto e un altro sottoesposto) cioè ogni volta che premi il pulsante di scatto la fotocamera effettuerà la sovra/sotto esposizione in automatico. Tutto questo lo fai in formato raw, questo perchè tutti i parametri che non hai impostato in fase di scatto (vedi bilanciamento del bianco) lo puoi tranquillamente fare in fase di post produzione. Mentre se hai utilizzato la modalità bracketing per cui disponi di 3 scatti li puoi processare con un programma per hdr, bada che in questo caso i tre fotogrammi  devono essere rigorosamente sovrapponibili per cui occorre effettuarli con un buon cavalletto.

Link to post
Share on other sites

Ci sono scene che no puoi riprendere con un unico scatto, qualcosa devi cedere...se la differenze di esposizione tra laparte piu luminosa e quella meno, rientra nella gamma dinamica della tua reflex allora ok, puoi scattare e recuperare tutto in pp (in genere meglio tenere l'esposimetro a destra senza bruciare niente in modo poi di abbassare l'esposizione...facendo il contrario puoi introdurre rumore).

Se pero non rientra nella gamma dinamica allora puoi farci poco, o bruci qualcosa o qualcosa lo metti in total black.

Spesso un bel paesaggio al tramonto, anche nel caso in cu potresti gestirlo con uno scatto,  puoi optare per fare 2 scatti uno esposto per il cielo e uno per la terra e poi unire tutto in photoshop, o fare bracketing come suggerito.

L'approccio è sostanzialmente diverso, colo bracketing vai poi a fare un hdr piu o meno pronunciato, mentre col doppio scatto nesusn hdr, fai una sostituzione prendendo la parte del cielo meglio esposta e la parte della terra dalla foto esposta per la terra. (in realta c'è chi fa anche piu scatti in questo modo gestendo poi con le maschere).

In linea di massima in queste situazioni, se ricerchi ben esposti sia l'uno che l'altro, scordati di avere uno scatto finito come esce dalla macchina...se invece vuoi silouette o simili è un altro discorso

 

Link to post
Share on other sites

Quando il sensore arriva al limite, o lo supera come nelle tue foto, la cosa migliore, se davvero vuoi fare fotografia di paesaggio, è l'uso di filtri studiati appositamente per il paesaggio, i GND, densità neutra graduata, in pratica dei filtri che partono da un grigio più o meno scuro a seconda del filtro scelto fino ad arrivare al trasparente neutro, qui i Nisi ma ne trovi altri meno costosi si parte intorno ai 20 per un corredo completo per arrivare ben oltre i 500. 

In fotografia digitale ormai sono solo tre le tipologie di filtro indispensabili e non emulativi da photoshop: i filtri neutrale density, ND, i GND di cui sopra e il polarizzatore circolare (anch'esso fondamentale nella fotografia di paesaggio).

Sempre fondamentali in fotografia i manuali, a partire da quelli generali come Freeman Fotografia "il grande manuale della fotografia"  o "Il libro completo della fotografia digitale" per arrivare a quelli specifici sempre Freeman "Photo school - Paesaggio" mi permetto di consigliarti un'attenta lettura le tue foto ne saranno riconoscenti

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...
  • 2 months later...
Il 3/1/2017 at 18:45, Jalfred dice:

Non sbagli niente e nemmeno l'esposimetro basta. Il punto e' che il sensore di una macchina fotografica (qualunque) e' meno efficiente dell'occhio nel gestire le differenze tra luce e buio. Per dirla meglio, se il sensore da' il valore zero al pixel piu' buio e il valore 255 (dipende da quanti bit ha la tua reflex) al piu' luminoso e tutto il resto lo mette in mezzo, mentre in realta' il punto piu' luminoso e' ben piu' di 255 volte piu' luminoso.

Nel tuo caso hai fissato bene il cielo (o la terra) ma la terra (o il cielo) sono finiti fuori da quel range di 255 (range dinamico) e si sono appiattiti sullo 0 (o sul 255), perdendo le informazioni di luminosita'.

 

Per risolvere o usi un filtro graduato, un filtro annerito in maniera graduale che scurisca il chiaro, oppure, cosa piu' moderna, fai un HDR che volendo puoi fare con Photoshop ma non sono il piu' esperto (:

L'utilizzo di un filtro dovrebbe poterti consentire di limitare la luce, pertanto dovresti poter scattare con qualche problema in meno sul sovra/sottoesposto, e recuperare luci ed ombre in pp.

Un'altra soluzione, magari bypassando la questione filtri, potrebbe essere quella di utilizzare un cavalletto e scattare due foto distinte, una bilanciando il cielo e l'altra le ombre in basso, per poi accorpare le due.

Altri consigli? (ne approfitto per avere altri pareri da occhi più esperti) :)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...