Jump to content

La Notte di Bosa


Recommended Posts

lo scatto mi piace parecchio un buon equilibrio tra luci e ombre e tra le masse presenti, si il castello è un po relegato e oscurato al punto che quasi passa inosservato. Scusa se ti do un consiglio, in post abbassi un po le luci e poi col pennello aumenti selettivamente quelle presenti sul castello e delle pennellate sul paese solo dove la luce è più presente con "chiarezza" (lo stesso per i castello) senza passare sopra la luce dei lampioni (altrimenti l'abbassamento della luce iniziale non avrebbe senso) su tutta la foto abbassi leggermente i neri e alla fine una passata di sharphener della nik al 35-40%😉

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Paolo Nobili dice:

Mi pare che la doppia esposizione sia altro però ! Qui si parla di due scatti ben distinti e uniti poi in pp

correggetemi se sbaglio

eh ma non sono due scatti con esposizioni diverse (una per la parte bassa ed una per la parte alta) poi uniti in PP? 

oppure non c'ho capito nulla? (cosa molto probabile :lol:)

Link to post
Share on other sites
13 ore fa, phonix dice:

lo scatto mi piace parecchio un buon equilibrio tra luci e ombre e tra le masse presenti, si il castello è un po relegato e oscurato al punto che quasi passa inosservato. Scusa se ti do un consiglio, in post abbassi un po le luci e poi col pennello aumenti selettivamente quelle presenti sul castello e delle pennellate sul paese solo dove la luce è più presente con "chiarezza" (lo stesso per i castello) senza passare sopra la luce dei lampioni (altrimenti l'abbassamento della luce iniziale non avrebbe senso) su tutta la foto abbassi leggermente i neri e alla fine una passata di sharphener della nik al 35-40%😉

Grazie dei consigli phonix ! E non scusarti,anzi . 
La nik la uso poco perchè non so ancora bene come funzionano tutte le sue parti .
Come ho scritto,avevo provato ad aumentare la luce sul castello,con il pennello,ma credo di ricordare che c'era una differenza enorme di illuminazione e la cosa non creava omogeneità tra le due parti,per cui la preferenza di lasciarlo più in ombra . 
Certo che potrei rivederla con i tuoi consigli e magari la cosa cambierebbe .  

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, bobol dice:

eh ma non sono due scatti con esposizioni diverse (una per la parte bassa ed una per la parte alta) poi uniti in PP? 

oppure non c'ho capito nulla? (cosa molto probabile :lol:)

Forse stiamo confondendoci con i termini ma diciamo la stessa cosa ! 
Bobol tu parli di doppia esposizione intendendo due scatti distinti che è quello di cui si parla ! 
Io credo però che il termine "doppia esposizione" voglia dire altro,cioè fare due scatti sullo stesso "fotogramma" ... 
Che qualcuno ci chiarisca questo fatto 😉 

Link to post
Share on other sites

é la stessa cosa, dipende da come li unisci. Sono sempre due scatti con esposizioni diverse (tempi non diaframmi) o anche diversi soggetti. Puoi sia migliorare le luci come suggerito qui, se cambia solo l'esposizione, oppure puoi sovrapporre due immagini per creare effetti di mosso o surreali o fare fotomontaggi. Si chiama doppia esposizione perché con l'analogico si lasciava fermo il negativo dopo il primo scatto e si riscattava ( in macchina) oppure si esponeva due volte il foglio in fase di sviluppo coprendo le parti da proteggere. Con Photoshop é molto semplice, basta creare due livelli, sovrapporli e poi con la maschera e il pennello cancellare parte della sovrapposizione. Io lo faccio anche con una sola foto, sul livello copiato aumento, per esempio, le luci e poi le fondo con il pennello. Su internet ci sono molti tutorial.

Link to post
Share on other sites

CarloM ti ha dato un'ottima soluzione ma che personalmente mi sembra un po macchinosa, a questo punto potresti partire con la foto che hai considerandola base cioè esposizione 0, poi sottoesponi con un qualsiasi software di -2EV e poi sempre dalla foto base + 2EV, infine le tratti come tre foto distinte con un programma per HDR consiglio SNS HDR☺️

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, phonix dice:

CarloM ti ha dato un'ottima soluzione ma che personalmente mi sembra un po macchinosa, a questo punto potresti partire con la foto che hai considerandola base cioè esposizione 0, poi sottoesponi con un qualsiasi software di -2EV e poi sempre dalla foto base + 2EV, infine le tratti come tre foto distinte con un programma per HDR consiglio SNS HDR☺️

però una differenza c'è. Con l'hdr il programma sovrappone tutta l'immagine e si produce quell'effetto tipico di estrema nitidezza e dettaglio, perché piu che una sovrapposizione é una fusione di livelli. Con il metodo che indico io non necessariamente, perché si può limitare la sovrapposizione come se si effettuasse un "ritaglio" o meglio, un intervento piú limitato e circoscritto. Non so se riesco a spiegarmi, é più facile a farsi che a dirsi.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, CarloM dice:

però una differenza c'è. Con l'hdr il programma sovrappone tutta l'immagine e si produce quell'effetto tipico di estrema nitidezza e dettaglio, perché piu che una sovrapposizione é una fusione di livelli. Con il metodo che indico io non necessariamente, perché si può limitare la sovrapposizione come se si effettuasse un "ritaglio" o meglio, un intervento piú limitato e circoscritto. Non so se riesco a spiegarmi, é più facile a farsi che a dirsi.

spiega spiega che puo diventare una discussione interessante😉

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, bobol dice:

intendi con le maschere di livello...

si, esattamente. Ad esempio su questa foto, volendo dare luce solo al castello faccio così (avendo una sola foto, con due il procedimento è uguale ma il risultato è migliore): Duplica livello> sul livello duplicato sposto verso l'alto la curva della luminosità fino al punto che desidero (la luminositá andrebbe regolata in lab) controllando sull'istogramma di non bruciare la parte che salverò (il resto si può bruciare)> attivo la maschera di livello> attivo il pennello (morbido) e nelle parti lontane dal castello metto 100% di rimozione, poi riduco progressivamente l'efficacia del pennello a mano a mano che mi avvicino in modo da non creare stacchi improvvisi. Il pennello deve essere impostato di grandi dimensioni, altrimenti potrebbero vedersi dei segni. Alla fine avró il castello più illuminato e il resto quasi uguale a prima, senza hdr. Anche rispetto alle maschere di luminosità, che intervengono su tutta la foto (e sono piu precise perché operano sui singoli pixel) il vantaggio é di decidere dove intervenire.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...