Jump to content

Abulafia, alias Federico.


Guest

Recommended Posts

Salve, vista la nuova sezione direi che è il caso che mi presenti anche io.

Mi chiamo Federico, ma il mio nick storico è "Abulafia" e probabilmente al mondo c'è più gente che mi conosce così che col mio nome di battesimo; ho 31 e, pur essendo d'origine siciliana, vivo al confine tra Lazio e Abruzzo, in provincia di Frosinone. Nel frattempo ho sostato anche un po' a Roma causa università.

Sono un "animale da computer", e frequento qualche miriade di forum, mailing list, newsletter, chat, siti, social e chi più ne ha più ne metta, su ogni argomento dello scibile umano. Sono abbastanza noto per i miei post tutt'altro che sintetici e per il fatto che non riesco ad essere serio per più di quattro righe di fila. Per fortuna ne scrivo 40 e le stupidaggini si perdono nel flusso.

Oltre la fotografia ho svariate passioni: in primis la letteratura ed il fumetto, la fantascienza in generale, poi arte, videogiochi, sport (calcio, basket, tiro con l'arco e fantacalcio... ed un po' tutto), informatica, musica, audiofilia, cinema, tecnologia e qualche altra cosa che sicuramente scorodo :)

Ho iniziato a fotografare da piccolino, con le analogiche di mio padre (Praktica e Zenith) quando me le lasciava toccare, e con qualche compatta sempre analogica.

Nonostante ciò, come anche il mio detto genitore, ho tanto tanto risentimento per la pellicola, che non esercita su di me nessun fascino e che anzi biasimo come poche cose per avermi allontanato (con tutta la famiglia) dalla fotografia. Sviluppare e stampare era diventato un peso più che un divertimento.

Per una decina di anni abbiamo quindi fotografato solo con una compatta digitale, una Nikon Coolpix da 3mpx, dimenticando tutto della fotografia.

Per i suoi 60 anni mio padre l'anno scorso si è voluto regalare una reflex, e dopo anni di ricerche ho individuato il miglior modello per le nostre esigenze: la Pentax K-5, un gioiellino ingiustamente sottovalutato dal grande pubblico attirato dal duopolio Canon-Nikon.

Da un anno a questa parte ho quindi cercato di impratichirmi più possibile con la tecnica fotografica, e con i vari generi, non trascurando di integrare l'attrezzatura con innumerevoli accessori (di solito cinesi) che hanno reso molto divertente la pratica.

Sono appassionatissimo di obiettivi manuali (russi) e per ora non sento l'esigenza di altri autofocus oltre il 18-55WR.

Ho una wish-list per gli acquisti sempre piena, e nel breve termine vorrei arrivare a prendere per prima cosa una testa Gimbal per caccia fotografica, ed un soffietto per macro.

Poi in ordine sparso ci sono un obiettivo macro (il Kiron 105 è il primo indiziato, davanti al Volna-9), un catadiottrico 500mm o 1000mm (MTO o Rubinar), un flash (Yongnuo 560III), un flash anulare (un altro Yongnuo), un fish-eye, un grandangolare più spinto dell'attuale 18, un tilt-shift russo (Arsat-Mir 35 o 80mm)... ok, ok. La smetto :D

Scusate la lunghezza (lo scriverò spesso, temo).

Saluti, Federico.

P.S.= Qui il mio album Flickr e qui la mia Pentax Photo Gallery.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Effettivamente non ti sei smentito riguardo alla sinteticità(se si dice così).

Prima di acquistare la mia anch'io avevo fatto un pensiero alla pentax,la piu' economica kr a dir la verita',ma ho preferito optare su un marchio poi' blasonato.

Sinceramente mi incuriosisce l'origine del tuo soprannome.

Ciaoooo

Link to post
Share on other sites

Effettivamente non ti sei smentito riguardo alla sinteticità(se si dice così).

Prima di acquistare la mia anch'io avevo fatto un pensiero alla pentax,la piu' economica kr a dir la verita',ma ho preferito optare su un marchio poi' blasonato.

Sinceramente mi incuriosisce l'origine del tuo soprannome.

Ciaoooo

"Blasonato" è un termine errato in questo caso: diciamo "famoso". Di blasone ne aveva più Pentax che Canon e Nikon messe assieme. Solo che è una nobile decaduta ;-)

(Scherzo eh, tanto per mettere un po' di pepe :P )

Il mio soprannome ha un'origine alquanto fortuita. Quando nel 1997 a casa arrivò il primo modem dovevo scegliere un nick per navigare (e-mail, chat, altro): proprio in quella settimana stavo leggendo il Pendolo di Foucault di Umberto Eco (ancora uno dei miei libri preferiti), in cui uno dei personaggi aveva un computer di nome "Abulafia".

Per puro caso, negli stessi giorni, sul libro di storiografia del liceo mi fu assegnata dalla professoressa la lettura di un brano di tale David Abulafia, famoso storico e biografo di Federico II di Svevia (ed io, come detto, mi chiamo Federico).

Incuriosito dal nome cercai un po' fra i libri (Google ancora non c'era, Wikipedia neanche...) e scoprii che Abulafia era un cognome ebraico, e che il personaggio storico a cui Eco si era ispirato per il suo pc era un mistico ebraico (nato in Spagna e morto in Sicilia), nonché valente matematico.

Passò la vita a cercare il vero nome di dio combinando tutte le lettere dell'alfabeto ebraico (e facendo passi in avanti proprio nel calcolo combiantorio). Fra una cosa e l'altra si narra anche che arrivò ad aggredire un Papa.

Visto che tutto ciò accadeva in pochi giorni, mi sembrò "naturale" scegliere Abulafia come soprannome; e da allora me lo porto ancora dietro, così come mi porto dietro l'eterna domanda "che significa il tuo nick?" :)

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...