Jump to content

Recommended Posts

In questa uggiosa uggiosissima giornata (odio odio odio la pioggia e odio ancora più i treni e trenitalia, se poi sono uniti alla pioggia allora odio al quadrato).

Vi propongo un altro scatto del Pagliaccio Triste, la maschera questa volta indossata dalla mia ragazza che però, come soggetto per questi scatti, non si presta per niente  :rolleyes:

 

Questa è una tecnica che sperimento da tempo quindi in realtà nulla di nuovo.

Per realizzarla ho messo la macchina sul cavalletto, telecomando di scatto remoto alla mano.

Abbiamo fatto diverse prove prima di riuscire a trovare una soluzione soddisfacente e alla fine ho deciso di far muovere il pagliaccio triste in diagonale in modo che la sua stessa immagine non si sovrapponesse in modo confuso a quella finale, illuminata con il flash sulla seconda tendina.

 

Quindi, ricapitolando: 

  • cavalletto
  • comando di scatto remoto
  • flash montato sulla slitta impostato sulla seconda tendina
  • ISO 50 10 secondi di esposizione f16 con 50mm

In realtà non è una foto che mi soddisfa appieno, ma ho pensato fosse interessante condividere con voi la tecnica

 

15465540867_dd9cc124c3_z.jpgSnia - Varedo by Elena Gatti Photography, on Flickr

Link to post
Share on other sites

Mi ricordo tutti i tentativi. Effettivamente non è "potente" come altre che hai postato, secondo me per la scia non molto visibile, la posizione di Sara (spero di essermi ricordato bene) come anche la sua posa poco da fantasma... probabilmente

 

Già, infatti non è adatta per fare il pagliaccio triste, e la stanza era anche troppo luminosa, sarebbe servito un filtro ND o una stanza più buia

Link to post
Share on other sites

Ho visto il set che hai postato su Flickr, che dire, brava! Forse questa è quella dove la potenzialità dello scatto non è stata resa al massimo, ma è anche una di quelle dove la difficoltà tecnica è più rilevante, o sbaglio?

 

Più che difficoltà tecnica direi pratica. E' stato necessario contare i secondi insieme ai passi, stabilire un punto d'arrivo (segnalato da un oggetto trovato lì per lì) e quanti secondi avrebbe dovuto stare fermo in quel punto perciò stabilire con quale velocità doveva camminare o da quanto lontano doveva partire... dal punto di vista tecnico è particolare, ma di fatto una volta imparata la tecnica basta applicarla ai diversi casi.

più o meno la stessa cosa ho fatto qui:

11666238114_cf97ac43f8.jpgThe Ghost Piano by Elena Gatti Photography, on Flickr

Link to post
Share on other sites

Una volta imparata la tecnica.... è tutto facile..... una volta imparata però :)

Dai ammettilo, sei brava ed hai molto da insegnarci.

 

PS: se ti interessano location simili, intorno Roma c'è una vecchio orfanotrofio abbandonato (   

 )...... Prima o poi ci andrò anch'io....
Link to post
Share on other sites

Una volta imparata la tecnica.... è tutto facile..... una volta imparata però :)

Dai ammettilo, sei brava ed hai molto da insegnarci.

 

PS: se ti interessano location simili, intorno Roma c'è una vecchio orfanotrofio abbandonato (   

 )...... Prima o poi ci andrò anch'io....

 

Ahahahahaha sì è una tecnica che mi riesce bene in effetti  :P  ma continuo a pensare che non sia così difficile come sembra.

Conosco quell'orfanotrofio ma solo di nome perché Roma purtroppo sta troppo fuori mano per una nordica come me. Pian piano sto scoprendo altri luoghi qui al nord, ma purtroppo non ho molto tempo da dedicare a queste esplorazioni urbane e comunque cerco sempre di diluirle perché sono luoghi "pesanti" da digerire.

 

Interessante la foto, ingegnosa la tecnica (e credo tu abbia ragione quando dici che è più difficile la pratica che la teoria) e bella l'atmosfera.

Conosci gli Slipknot? Potresti proporre loro un set fotografico ad hoc, mi sembra perfetto per il loro stile musicale e per il loro look.

 

Adoro gli Slipknot, è esattamente il genere di musica che amo ascoltare specialmente l'inverno (non chiedermi perché, non ne ho idea). Però da qui a proporre a loro un set fotografico ce ne passa di acqua sotto i ponti  :P

Link to post
Share on other sites

+1 sul metal, magari fai un fischio ai Lacuna Coil che sono più vicini degli Slipknot :P

 

Ma sai che proprio stasera fanno un concerto qui a 20km da casa mia? Ho chiesto al locale un accredito per le foto e mi hanno risposto picche e anche con disprezzo, danno accrediti solo ai fotografi che lavorano per la stampa  :angry:  ora ho intenzione di mettermi a cercare una rivista, cartacea o on-line che sia, per farmi dare questi cavolo di accrediti  :angry:

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

Announcements

×
×
  • Create New...