Jump to content

Prima prova di simil low key


irmaga

Recommended Posts

Ciao, eccomi ancora qui a sottoporvi un'altra mia prova. Ho visto oggi in treno un po' di articoli sulla tecnica lowkey e ho voluto provare anch'io.

Set molto , ma molto casalingo.

Sfondo: cartone rivestito da una t-shirt di mio marito

Luce: lampada da comodino Ikea direzionabile (rotta rovinosamente dopo solo pochi scatti e quindi addio alle mie velleietá di provare con altri soggetti...)

Piano appoggio tavolo della cucina

Dati exif

Apertura: 4,5

Tempo: 1/80 ( di più era troppo buia)

Iso: 200

Focale 42,5

Pp: praticamente nulla. Ho scaricato foto su iPad e ho tagliato un po' a destra.

Allora innanzi tutto mi dá fastidissimo la luce bianca sulla destra ma non avendo ancora un programma serio di foto ritocco non non so come fare ( a parte che in ufficio ho Photoshop e NON. Saprei comunque come fare...) detto questo come primo tentativo assoluto non mi dispiace e , lampada rotta a parte mi sono molto divertita. Ho fatto anche altri scatti alla maschera del dottore della peste ancora grezza, magari pubblico su Flickr anche quella.

Grazie e scusate se approfitto molto dei vostri suggerimenti, ma ho fame di imparare

Link to post
Share on other sites

la foto è decisamente fuori fuoco ed è la cosa che la penalizza maggiormente.

Per il resto il low key ti è abbastanza riuscito: il concetto del low key è che il tuo soggetto deve quasi uscire dal nero, come se ne fosse risucchiato, quindi del tuo soggetto dovrebbero esserci delle parti quasi totalmente nere che si vanno a fondere con lo sfondo per poi uscirne gradualmente. Se avessi girato un ancora più lateralmente la luce questo effetto sarebbe stato ancor più preponderante.

Per quanto riguarda il resto:

quando fai questo genere di foto usa sempre il cavalletto e il comando remoto (se non hai un telecomando per lo scatto remoto allora imposta l'autoscatto e lascia che la macchina scatti da sola dopo qualche secondo altrimenti la pressione sul tasto di scatto crea del micro-mosso che poi in foto è visibile, specialmente con tempi lenti). 

Bilancia il bianco: la foto è molto tendente al giallo/arancio che è la temperatura colore della lampada che hai usato. Dovresti bilanciare il bianco della tua macchina fotografia su tungsteno in modo da rendere quel giallo un po' più bianco.

Link to post
Share on other sites

Grazie mille, Elena x le dritte. Riproverò seguendo i tuoi consigli e vediamo se riesco a tirar fuori qualcosa di più guardabile. Purtroppo sono veramente negata per la messa a fuoco. Non sono ancora riuscita ad adattare la macchina alle mie diottrie e l'ostinarmi a fotografare senza occhiali nn mi aiuta...proverò a usare il live view anziché il mirino, magari riesco meglio

Link to post
Share on other sites

Grazie mille, Elena x le dritte. Riproverò seguendo i tuoi consigli e vediamo se riesco a tirar fuori qualcosa di più guardabile. Purtroppo sono veramente negata per la messa a fuoco. Non sono ancora riuscita ad adattare la macchina alle mie diottrie e l'ostinarmi a fotografare senza occhiali nn mi aiuta...proverò a usare il live view anziché il mirino, magari riesco meglio

 

Ma la tua macchina non ha la messa a fuoco automatica?

Comunque sia non conosco Canon, ma su Nikon all'interno del mirino, in basso a sinistra, ci sono due frecce luminose all'interno delle quali si illumina un puntino quando la messa a fuoco è corretta. Questo avviene se hai delle ottiche dotate di chip che possano comunicare con la macchina fotografica, se le tue ottiche sono del tutto manuali allora l'unica è sistemare le diottrie del mirino, usare gli occhiali (!!! anche io sono miope, se fotografassi senza occhiali sarebbe un disastro!) oppure aiutarsi con il live view, magari facendo un ingrandimento.

 

Spero di esserti stata utile :)

Link to post
Share on other sites

Se non fosse sfocata... non sarebbe niente male.

 

Anch'io "semi-orbo" uso il live view con ingrandimento del punto di messa a fuoco e poi metto a fuoco a mano (su cavalletto, ovviamente). Come già detto da Elena, serve lo scatto remoto o autoscatto

La messa a fuoco fa fatta sul punto del soggetto più vicino alla macchina e poi giocando con la profondità di campo si "mette a fuoco" anche il resto.

Link to post
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...