Jump to content

Recommended Posts

Per quanto sia "pentaxiano" solo dal 2012, ho vissuto sulla mia pelle, tramite forum, Facebook e soprattutto raduni e meeting vari, l'ansia terribile che affliggeva tutti i miei compagni di marchio fino a ieri sera: la terribile e cupa disperazione di non avere una full frame a catalogo, "potenziale" acquisto che nessuno può permettersi ma che tutti vogliono sognare.

Ecco, finalmente dopo tanti anni di annunci, voci, smentite, scherzi, pesci d'aprile e spernacchiate varie, Ricoh (nuovo proprietario danaroso) ha annunciato l'uscita di una Pentax a formato 35mm per la fine del 2015.

Non solo, ha anche annunciato un 70-200/2.8 ed un 150-450/4.5-5.6 a corredo del nuovo corpo macchina; altri due obiettivi che i pentaxiani reclamavano da tempo.

Nel giro di quest'anno probabilmente uscirà fuori qualche notizia anche di un 24-70/2.8 o simile, a completare il "corredo minimo" per la nuova fotocamera.


Ecco, sicuramente il prezzo sarà ben maggiore di quanto potrò permettermi e quindi, volente o nolente, non è un prodotto che stuzzica la mia fantasia (in realtà non lo sarebbe neanche a 1000, e forse neanche a 500€...).

Però sono contento per i poveri sventurati che non ne potevano più di aspettare, e sono contento del fatto che sui forum nessuno mi dirà più "e però con Canon e Nikon puoi passare a fulfreim", detto di solito da persone che fanno le pulci alla 1200D e cercano di risparmiare 30€ facendosi arrivare la D7100 in importazione parallela da Plutone... :P

Insomma, Pentax c'è (o almeno ci prova) :)

(Ora come ora ha solo sette obiettivi dichiarati esplicitamente per full frame: 31/1.8, 43/1.9, 77/1.8, 50/2.8 Macro, 100/2.8 Macro, 70-200/2.8 e 150-450/4.5-5.6; non sono certamente tanti, ma con un paio di aggiunte fra i fissi e un paio tra gli zoom, potrebbe essere interessante per chi può spendere.
Ci sono poi ovviamente Tamron, Sigma e Samyang, nonché tutte le vecchie ottiche autofocus Pentax, tra cui un 18-35/4-5.6, un 35/2 e un 50/1.4 solo da poco usciti fuori produzione
).





 

Link to post
Share on other sites

Prima di comprare la mia prima reflex sono stato a lungo combattuto tra i marchi Pentax e Canon. Non saprei spiegare bene il motivo, ma le reflex Pentax mi ispiravano simpatia: solide, senza fronzoli e soprattutto diverse dalle Nikon/Canon.... poi alla fine ho comprato una Canon, ma ho continuato a guardare alle Pentax con un pizzico di rimpianto. Ora questa notizia della prima  full frame Pentax è davvero storica. Io stavo risparmiando per comprarmi la Sony A7... ora è tutto da rivedere ^_^  anche se penso come te che posso levarmela dalla testa perché il prezzo sarà sicuramente altino !

Link to post
Share on other sites

Ora sicuramente perderà la simpatia, se inizia a seguire la politica industriale dei grandi numeri; toccherà che mi compri una Samsung, che non si fila nessuno, per stare dalla parte dei più deboli :lol:

NO LA SAMSUNG NO !!!!! Io dal marchio coreano ho già ricevuto tre sole: un cellulare, un condizionatore e uno smartphone, quindi non oso pensare come saranno le loro fotocamere ! 

Link to post
Share on other sites

NO LA SAMSUNG NO !!!!! Io dal marchio coreano ho già ricevuto tre sole: un cellulare, un condizionatore e uno smartphone, quindi non oso pensare come saranno le loro fotocamere ! 

Per essere simpatici bisogna penare!

 

Ma è la stessa pentax che hanno presentato al CES 2015?

No, al CES hanno portato (e non presentato) un corpo macchina ancora senza nome, ma sicuramente aps-c; probabilmente è la mid-level che sostituirà l'attuale K-50 (e infatti in giro la chiamano spesso K-60, non ufficialmente).

Tutta un'altra cosa insomma :)

Link to post
Share on other sites

Da felice pentaxiano non posso che confermare le parole di Abu.. questo corpo si è atteso tanto.. molte e anche troppe persone lo aspettavano pur sapendo che forse in casa Pentax non serviva così tanto come molti dicono. (Più volte ho spacciato file della mia k5 per file scattati con una fulframe)

Ma che dire,,alla fine ci voleva..forse ora ci si può solo considerare più "completi"

E chissà, magari una volta uscita questa fufu (come la chiamano i pentaxiani) molti di noi si ricrederanno e incominceranno a riempire il maialino :D

 

STAREMMO A VEDERE  :D

Link to post
Share on other sites

Giusto l'altro giorno stavo guardando sul sito la mancanza di reflex così, si passa da quelle normali alla 645D.

Sono contenta che abbiano fatto queste, non so quanto costano ma spero che i prezzi si avvicinino a quelli delle full frame di altre marche altrimenti siamo punto a capo :D

Io mi trovo molto bene con la Pentax ma anche se mi rincuora dirlo non assicuro che se un giorno potessi passare a una reflex professionale resterei su questa marca, non per la qualità ma per l'assistenza.

Dalle mie parti è assolutamente pessima e se uno facesse il fotografo di professione non può permettersi di passare le pene dell'inferno che hanno fatto passare a me quando ho avuto problemi con la prima Pentax che usavo. 

E' un peccato che ci siano anche così pochi rivenditori, quando c'erano le analogiche era tra le marche più usate e ora sta passando nel dimenticatoio, ma se riescono a stare al passo delle altre marche magari le cose miglioreranno 

Link to post
Share on other sites

sono curioso... attendo fiducioso... anche se non condivido questa scelta di ottiche a parte il 70-200!

l'utente pentax secondo me se lo stoppa uno zoom in stile  100-400 / 80-400 canon o nikon, il pentaxiano è un esigente, un puntiglioso per natura, molte volte più scassacazzi di un leica boy e ai vari 24-70 2.8 e 150 450 avrebero dovuto puntare sulle grandi ottiche da FF

 

un bel 50 1.4 made in pentax

 

un 24 1.4 made in pentax 

A quanto pare Ricoh non si ferma un attimo.

Sono rientrati in produzione l'FA 35/2 e l'FA 50/1.4, che erano stati dismessi negli anni scorsi (entrambi per full frame) :)

E sono stati inseriti in road map per il 2015: 24-70/2.8, 15-30/2.8 (circa) e 28-105/4 (circa).

E così, diciamo per il 2016, ci sarà la full frame con:

Fissi:

-FA 31/1.8 Limited

-FA 35/2

-FA 43/1.8 Limited

-FA 50/1.4

-D-FA 50/2.8 Macro

-FA 77/1.8 Limited

-D-FA 100/2.8 Macro

Zoom:

-15-30/2.8

-24-70/2.8

-28-105/4

-70-200/2.8

-150-450/4.5-5.6

Sono 12 obiettivi che esistono o vedranno la luce nel giro di due anni: per una fotocamera in cui non credeva nessuno (io per primo) fino a una settimana fa... è abbastanza ;)

Il 24 manca, un tempo esisteva l'FA 24/2.0, ma dubito che lo riproporranno (ma usato si trova).

 

 

Giusto l'altro giorno stavo guardando sul sito la mancanza di reflex così, si passa da quelle normali alla 645D.

Sono contenta che abbiano fatto queste, non so quanto costano ma spero che i prezzi si avvicinino a quelli delle full frame di altre marche altrimenti siamo punto a capo :D

Io mi trovo molto bene con la Pentax ma anche se mi rincuora dirlo non assicuro che se un giorno potessi passare a una reflex professionale resterei su questa marca, non per la qualità ma per l'assistenza.

Dalle mie parti è assolutamente pessima e se uno facesse il fotografo di professione non può permettersi di passare le pene dell'inferno che hanno fatto passare a me quando ho avuto problemi con la prima Pentax che usavo. 

E' un peccato che ci siano anche così pochi rivenditori, quando c'erano le analogiche era tra le marche più usate e ora sta passando nel dimenticatoio, ma se riescono a stare al passo delle altre marche magari le cose miglioreranno 

 

I prezzi saranno alti quanto quelli degli altri marchi, sì.

Sulla fotocamera non si sa molto, ma di sicuro non scenderà sotto i 2000€ (e difficilmente supererà i 3000€).

I due zoom dovrebbero costare 2300€  il 70-200 e 2500 il 150-450; gli altri zoom esistono ancora solo sulla carta.

L'assistenza è quella FOWA, la società che gestisce anche quella della Nikon con NITAL.

Il laboratorio è lo stesso, ed LTR di Moncalieri.

Fra l'altro essendo tu piemontese forse sei la più fortunata con l'assistenza Pentax, che a tutto il resto dell'Italia tocca spedire lì ;)

Di sicuro FOWA non è un granché efficiente come gestore dell'assistenza, sia per Pentax che per Nikon (anche loro lamentano i pessimi trattamenti, tranne gli iscritti ai programmi di copertura professionale).

Quello della distribuzione, sempre affidata a FOWA, è un altro problema evidente, e spero ci mettano una pezza: quando va bene per comprarsi una Pentax tocca fare 200km. Ma già da un po' di settimane le Pentax sono iniziate a comparire anche presso la grande distribuzione (Mediaworld, Saturn, Euronics, Trony, Expert...).

Non è tanto, ma per una azienda che è sostanzialmente fallita un paio di volte negli ultimi dieci anni... non è male.

Link to post
Share on other sites

Chi non ha tutti quei soldi da spendere in questo periodo? :lol: 

Se sono fortunata io allora non voglio immaginare gli altri in giro per l'Italia :D

E' vero la distribuzione è importante, mi capita anche di vedere nei pochi negozi (pure qui a distanza di tanti km) accessori e obiettivi con prezzi gonfiati e non poco ma qui missà che è colpa di alcuni negozianti furbetti, non tanto della Pentax 

Link to post
Share on other sites

Io sono ovviamente d'accordo, Pentax non è (e probabilmente non è mai stata) una fotocamera "da professionisti", neanche nei decenni passati quando vendeva più di Nikon e Canon messe assieme (sì, è successo...).

Il punto è che, come dice Fede, i professionisti sono ormai una parte assolutamente marginale del mercato fotografico, mentre la stragrande maggioranza di chi compra fotocamera è un fotoamatore o semplicemente un turista (o un genitorie) che fa foto ricordo.

E Pentax, con mostri di produzione come la K1000 a pellicola, ha sempre coperto benissimo il settore: macchine robustissime, precise, semplici, dotate di particolari che nessuna altra casa aveva, innovative e sempre zeppe di novità strane; ha continuato su questa strada, e solo adesso (in mano di Ricoh) sembra stia cambiando l'andazzo per uniformarsi ai leader di mercato.

La cosa in cui dovrebbe migliorare però è il marketing: in Canon e Nikon riescono a convincere gli acquirenti che prendendosi una 1200D, una 750D o una D3300 o una D5300 si fanno le foto che i professionisti tirano fuori dalla D800, dalla D4 o dalla 5DIII: non è vero, ed è una baggianata soprattutto perché le aps-c di Nikon e Canon, di fascia bassa e media, fanno semplicemente schifo (senza girarci attorno). E quelle di fascia alta sono *volontariamente* limitate per non precludere il mercato full frame.

Pentax invece sono anni che tira fuori aps-c robuste, con sensori implementati al meglio, con mille soluzioni particolari (tutti vanno a caccia della full frame da migliaia di euro per fare le foto alla Via Lattea, Pentax ti concede di fare 5 minuti di esposizione a 100iso con 200€ di spesa per il modulo GPS...), ma nessuno se la fila... perché pubblicizzata e distribuita malissimo, e non solo in Italia.

Ora Ricoh s'è buttata sulla full frame: non è un passo così azzardato.
Sony s'è permessa di bruciare soldi per 10 anni, per arrivare ad una nicchia di mercato del 5% che Pentax già ha.
Il mercato fotografico è un mercato piccolo, che non richiede chissà quali investimenti: Pentax da sola non avrebbe potuto mai farli, ma in mano Ricoh... sono spiccioli.

Ricoh è una società che fattura circa 20 MILIARDI di dollari l'anno.
Canon ne fattura quasi quattro.
Mitsubishi (che controlla Nikon), fattura 250 Miliardi.

Tutta Pentax è stata acquistata per 80 milioni di dollari. Tutta l'attività.
L'investimento per la full frame potrebbe essere di qualche milione di dollari.
Quel qualche milione di dollari, a fronte di 20 miliardi... sono spiccioli.

Insomma, è un rischio calcolato per uscire da quel 5% di mercato in cui ora è entrata stabilmente Sony (65 miliardi...).
La fine del produttore, in effetti, c'è già stata: Pentax esiste solo come marchio commerciale, ma la società è ormai del tutto inglobata da Ricoh; un po' come Minolta in Sony, solo che Sony ha deciso di far sparire il marchio inglobato, e Ricoh no.

Chi vivrà vedrà, io spero solo che nonostante l'avvicinamento alle politiche commerciali di CaNikon, Ricoh mantenga anche un po' delle caratteristiche della vecchia Pentax, continuando a fare qualche aps-c di livello (non ho alcuna intenzione di passare a full frame, che continuo a ritenere abbastanza inutile, ed assolutamente improponibile per costi, per le foto che faccio).

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Io sono ovviamente d'accordo, Pentax non è (e probabilmente non è mai stata) una fotocamera "da professionisti", neanche nei decenni passati quando vendeva più di Nikon e Canon messe assieme (sì, è successo...).

Il punto è che, come dice Fede, i professionisti sono ormai una parte assolutamente marginale del mercato fotografico, mentre la stragrande maggioranza di chi compra fotocamera è un fotoamatore o semplicemente un turista (o un genitorie) che fa foto ricordo.

E Pentax, con mostri di produzione come la K1000 a pellicola, ha sempre coperto benissimo il settore: macchine robustissime, precise, semplici, dotate di particolari che nessuna altra casa aveva, innovative e sempre zeppe di novità strane; ha continuato su questa strada, e solo adesso (in mano di Ricoh) sembra stia cambiando l'andazzo per uniformarsi ai leader di mercato.

La cosa in cui dovrebbe migliorare però è il marketing: in Canon e Nikon riescono a convincere gli acquirenti che prendendosi una 1200D, una 750D o una D3300 o una D5300 si fanno le foto che i professionisti tirano fuori dalla D800, dalla D4 o dalla 5DIII: non è vero, ed è una baggianata soprattutto perché le aps-c di Nikon e Canon, di fascia bassa e media, fanno semplicemente schifo (senza girarci attorno). E quelle di fascia alta sono *volontariamente* limitate per non precludere il mercato full frame.

Pentax invece sono anni che tira fuori aps-c robuste, con sensori implementati al meglio, con mille soluzioni particolari (tutti vanno a caccia della full frame da migliaia di euro per fare le foto alla Via Lattea, Pentax ti concede di fare 5 minuti di esposizione a 100iso con 200€ di spesa per il modulo GPS...), ma nessuno se la fila... perché pubblicizzata e distribuita malissimo, e non solo in Italia.

 

 

quello della distribuzione non è un particolare da poco: le entry level di Nikon e Canon ormai si trovano anche al reparto elettronica della Coop o dell'Esselunga: soprattutto se c'è l'offerta va finire che uno se la compra insieme alle patate e ai pomodori. 

Io se volessi una Pentax e non avessi dimestichezza con l'ecommerce (o semplicemente voglia) non saprei dove andare fisicamente a sbattere la testa.

 

 

È un problema complesso (qui a Parma c'è anche un esame specifico di Marketing Distributivo, che per fortuna non ho fatto... :)  :) ) e forse proprio il fatto di evitare i colossi della distribuzione organizzata (tipo Mediamarkt/Mediaworld, che magari impongono una forte scontistica e prezzi più bassi) consente di mantenere più potere contrattuale con i rivenditori/distributori, quindi più libertà sui prezzi e margini più alti per finanziare gli investimenti in un prodotto di qualità superiore.

Link to post
Share on other sites

quello della distribuzione non è un particolare da poco: le entry level di Nikon e Canon ormai si trovano anche al reparto elettronica della Coop o dell'Esselunga: soprattutto se c'è l'offerta va finire che uno se la compra insieme alle patate e ai pomodori. 

Io se volessi una Pentax e non avessi dimestichezza con l'ecommerce (o semplicemente voglia) non saprei dove andare fisicamente a sbattere la testa.

 

 

È un problema complesso (qui a Parma c'è anche un esame specifico di Marketing Distributivo, che per fortuna non ho fatto... :)  :) ) e forse proprio il fatto di evitare i colossi della distribuzione organizzata (tipo Mediamarkt/Mediaworld, che magari impongono una forte scontistica e prezzi più bassi) consente di mantenere più potere contrattuale con i rivenditori/distributori, quindi più libertà sui prezzi e margini più alti per finanziare gli investimenti in un prodotto di qualità superiore.

Non è affatto un particolare da poco, anzi è probabilmente uno dei problemi principali di cui ha sofferto Pentax nel decennio scorso, visto che le dimensioni aziendali non permettevano di entrare in certi giri.

Ora, col colosso alle spalle, anche Pentax viene distribuita da Mediaworld. Saturn e compagnia, almeno da quest'autunno (e le cose non possono andare che migliorando, se inizierà a vendere).

In Francia hanno aperto a Parigi una "Pentax boutique", negozio monomarca, segno che in altri Paesi il marchio tiene maggiormente il mercato; in Inghilterra un grosso negozio fisico-online come SRS ha Pentax "in vetrina" e ne distribuisce tutti i prodotti. In Germania, ancor di più, si trova facilmente.

Pentax è indietro, ma l'Italia è ancor più dietro, insomma. Ma si spera in recupero.

Fowa ha dato il via a campagne pubblicitarie anche per Pentax (e non solo per Nikon), come nel prossimo Fowa Tour e come con la promozione dei "Pentax Ambassador", alcuni professionisti e amatori "privilegiati" dal distributore per diffondere il marchio.

Detto ciò io ho dovuto farmi 250km per tenere in mano una K-5 (andata e ritorno da Roma), dopo essermene fatti 70 una prima volta (andata e ritorno da Avezzano) scoprendo che il "Centro Pentax" in realtà non ne aveva neanche una in negozio.

Gli altri più vicini erano Pescara e Napoli, e si parla di 200km sola andata...

A sud la situazione è anche peggio (mancano proprio i negozi), mentre a nord ci sono più negozi che trattano Pentax, anche se spesso lo fanno solo di facciata e poi in negozio non hanno nulla.

Insomma, è un problemone; si spera in via di risoluzione.

Link to post
Share on other sites

io non sono così drastico, ed ho comunque un corredo pentax che va da 20 a 300mm, con qualche problema sui bordi, ma taaaaanto bokeh su almeno 2-3 obiettivi. :P

 

Il problema di pentax in Italia si chiama anche FOWA, che ha fatto un marketing imbarazzante negli ultimi anni.

Anzi, mi chiedo come abbia fatto finora il marchio pentax a rimanere in vita in Italia nonostante il marketing fowa...

 

il passaggio al formato 35mm lo vedo più che altro un salto verso una tipologia di fotocamere che non fa "amatore della domenica" e che permette di vendere ad un prezo finale doppio una tecnologia che costa qualche decina di dollari in più.

Non venitemi a dire che il sensore più grosso giustifica la spesa, quando ormai certe produzioni sono a costo relativamente basso...

Link to post
Share on other sites

Io non te lo dico sicuramente: da qui a 10 anni ho l'infinita speranza che un cinese tiri fuori una mirrorless (magari pure medio formato...) senza af né orpelli a prezzo amichevole.

Perché veramente i sensori non costano nulla...

Nodis ND-570

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...