Jump to content

Reflex o Non Reflex


Recommended Posts

Buongiorno a Tutti

Sto accarezzando da tempo l'idea di acquistare una reflex digitale
(Nikon o Canon).
In passato quando le fotocamere erano analogiche ho utilizzato con
buoni e a volte buonissimi risultati diverse fotocamere. La prima fu
una Zenith un po rudimentale, ma molto efficace, poi seguirono le Pentax MX, ME,
K1000. A parte la ME con le altre ho sempre avuto un ottimo feeling.
Con l'avvento delle digitali mi sono scoperto quasi totalmente
incapace di fare foto decenti. Qualche risultato accettabile l'ho
ottenuto con una Panasonic LUMIX.
La cosa che più mi disturba è quel, a volte impercettibile,
intervallo di tempo che passa tra la pressione del pulsante di scatto
e l'inizio dell'acquisizione dell'immagine da parte del CCD. Dal mio
punto di vista la fotografia è in gran parte "cogliere l'attimo" e
quell'intervallo l'attimo me lo fa perdere sempre. E poi mi vengono mosse.
Con le analogiche di questi problemi non ne ho mai avuti.

Ora però non posso fare a meno di chiedermi: Che differenza c'è tra
l'utilizzare una reflex digitale e una (ad esempio) una mirrorless?
Quale è la differenza di funzionamento tra le due?

Mi chiedevo: Nelle reflex il sensore è sempre attivo e viene esposto al momento dello scatto o viene attivato al momento dello scatto? Nelle mirrorless il sensore è sempre attivo e viene memorizzato al momento dello scatto o viene attivate e memorizzato al momento dello scatto?

Le sarei molto grato se foste così gentili da chiarirmi questi
dubbi.

Grazie

Link to post
Share on other sites

ciao, scusami ma tutte le macchinette che hai avuto a pellicole erano reflex?

 

la principale differenza tra una "reflex" ed una "bridge" è la mancanza dello specchio questo produce due differenze:

 

1) la reflex ha una velocità di scatto superiore (che non significa tempo di scatto) ma tempo che passa tra pressione ed effettiva cattura

 

2) la bridge non avendo lo specchio ha numero maggiore di foto a raffica, è più leggera e più "compatta"

 

la compatta invece ha come differenza sensori decisamente più piccoli e l'impossibilità di cambiare le lenti, tutto questo ne abbassa decisamente la qualità soprattutto in condizione di scarsa luce

Link to post
Share on other sites

No scusate è colpa mia. Ho dato per scontato che i modelli di cui parlo nel mio primo post fossero conosciuti da tutti e non ho considerato che essendo roba di 25 anni fa magari la gente poteva non conoscerli. Ad ogni modo la K100,La Zenith, La ME e la MX erano tutte reflex analogiche, mentre la LUMIX è una digitale, ma non reflex. Invece per quello che ho usato fino ad ora: ho usato solo delle compatte Nikon, Olimpus, Canon, ma tutte hanno quello che Giuseppe chiama "Shutter Lag" abbastanza evidente. Al dilà delle foto mosse l'SL è fastidioso nei ritratti specie quelli all'insaputa del soggetto o quelli di profilo. Tu scatti la foto e prima che l'immagine venga acquisita il soggetto ha chiuso gli occhi e quindi.......

Comunque mi pare di capire che le reflex Digitali potrebbero essere quelle che fanno al caso mio. A me piacciono poco gli zoom per cui mi orienterei verso obbiettivi fissi. Ad esempio un 18mm, un 50mm, e una 140mm. Oppure se proprio devo uno zoom 18-140. Quindi la domanda ora è: Volendo una FullFrame. Quale marca e/o modello mi consigliate? Il budget per il corpo e un obbiettivo potrebbe essere intorno ai 600/700€. Qualche consiglio?

Link to post
Share on other sites

la LUMIX suppongo sia una LX o una FZ... e allora ti capisco benissimo! :D Con la Fz5 era uno strazio fare fotografie "di rapina", salvo attivare la raffica.

 

io ho comprato la pentax K7 quando c'era un evidente gap tra le reflex e le altre.

 

Oggi non lo so se ricomprerei una reflex aps-c, e l'unica 35mm che mi attira è la sony A7, ma più per la possibilità di metterle davanti praticamente qualsiasi lente prodotta negli ultimi decenni che per motivi legati alla grandezza del sensore.

Probabilmente considererei a lungo anche le micro 4/3 olympus e panasonic, anche se con le mie preferenze per le inquadrature grandangolari queste fotocamere forse mal si adattano alle mie foto, e vedrei un po' meglio le Fuji, che vedo fare innamorare in parecchi ma che conosco poco. Anche le sony nex, magari come ergonomia non sono un granché, ma sfornano belle immagini.

 

Le reflex 35mm... a parte la A7 sony che è una mirrorless, e le d750/d810 nikon, per il resto non vedo corpi digitali che fanno dire "ah, però, in effetti rispetto ad una aps-c...".

 

Alla fine uno deve valutare anche quanto e come fotografa, e cosa vuole fare.

Io già della k7 sfrutto solo lo scatto raw e l'esposimetro, e poi lavoro tutto al pc. C'è chi invece vuole dei jpg già "pronti all'uso" sulla SD, chi apprezza il wifi, chi non può vivere senza lo schermo orientabile...

 

... per non parlare della parte "video", per cui la scelta diventa Canon, panasonic, sony, non necessariamente in quest'ordine.

 

La domanda principale non è "quale reflex comprare", ma "che foto voglio fare?". :)

 

Per i prezzi, un corpo pentax KS2 con il 18-50, un 10-20 sigma f4-5.6 e un 55-300 pentax stanno sui 1200-1300 euro. Parliamo di APS-C e prezzi "ragionevoli".

Una A7 nuova, solo corpo, sta sui 900 mi pare.

Le nikon 35mm superano i 1000 euro solo di corpo.

un corredo per m4/3 simile a quello della ks2 viene una somma simile, ma molto dipende dal corpo.

fuji non saprei.

Il sistema nex non costa moltissimo, ma le ottiche se le fanno pagare.

Prendendo una samsung, magari in una di queste megaofferte, con un migliaio di euro potresti portare a casa una fotocamera decente (tipo la NX300) e 2-3 ottiche. Ma quello è un sistema piuttosto chiuso, e non tutte le ottiche sono valide. (però davanti puoi mettergli qualsiasi ottica, come per le nex o le m4/3...)

 

 

P.S. comunque, dopo aver comprato 3-4 obiettivi pentax anni '80, ho preso anche io una MX, e poi mi hanno regalato una K2. Mettere il rullino nella fotocamera e scattare 24 foto è catartico.

Link to post
Share on other sites

Giuseppe ti ringrazio per i preziosi consigli.

Anche per me era un piacere caricare il rullino nella MX come nella K1000. Se potessi continuare ad usarla non mi porrei più il problema e mi terrei la mia Pentax. Purtroppo oggi è quasi impossibile trovare rullini. Mi sembra che anche la Ilford abbia chiuso i battenti. Kodak ha abbandonato la chimica e anche Nikon mi sembra che abbia chiuso con l'analogico.

Una domanda però mi resta. Io ho ancora il corpo della K1000 più tre obbiettivi Pentax con l'attacco K (28,50,135).

Se mi tenessi gli obbiettivi e comperassi un corpo Pentax serie K, potrei riutillizzarli ?

Però a me piacerebbe una Full Frame. Non mi entusiasmano troppo le aps-c. Sicuramente perderei l'AF, ma non mi interessa perchè tanto non mi piace usarlo.

Link to post
Share on other sites

ciao,

fino a ottobre, quando dovrebbe uscire la fantomatica 35mm Pentax, puoi utilizzare le ottiche con baionetta K su qualsiasi macchina reflex pentax, ma sono tutte aps-c.

Ho visto che qualcuno ha preso la sony A7 e montato le vecchie ottiche a fuoco manuale con adattatori. I risultati sono tutto sommato "onesti", con il 50mm che continua ad essere una signora ottica per risolvenza.

Il 28, suppongo tu abbia il 2.8, non è male, ma devi lavorare un po' sull'aberrazione cromatica, almeno fino a f5.6 . Non è difficile togliere questo tipo di aberrazioni.

Il 135, suppongo f3.5, a tutta apertura non è un granché. Chiuso di uno stop guadagna molto.

Sono entrambe ottiche che, a mio parere, sono superate già da un 18-135, che trovi a 270-300 euro.

 

I corpi macchina pentax con sensori aps-c attualmente presenti sul mercato del nuovo sono 3: ks1, ks2 e k3 II.

 

Tra le rimanenze c'è l'ottima k5 IIs, la K3 "liscia" e le "vecchie" k30, k50 e k500.

 

I prezzi vanno da un 300 euro per la k500, ad un migliaio e qualcosa per la k3 II. Il top di gamma nel tempo sono state le K5 e le k3. La k50, la k30 e la ks2 sono un livello intermedio, la k500 e la ks1 sono la serie "basic".

 

Se vuoi ottimi jpg ottenuti spippolando un po' sui comandi della fotocamera, e non ti va di lavorare i raw, la k3 e la k3II sono stupende. Tra le 2, se non ti diletti di astrofotografia o di still life, la k3 viene un po' meno e ha di fatto le stesse caratteristiche della "figlia".

 

La serie K5, k50,k500 e k30 è caratterizzata da un sensore che sale di iso senza problemi, per cui di notte puoi scattare a 6400 iso ed avere ancora immagini "fruibili", con poco rumore ed una gamma dinamica e cromatica "decente".

 

La ks1 è un po' il "calimero" del gruppo, e la ks2 è caratterizzata dal display snodabile e dal wifi (che sono oggettivamente comodi), con prestazioni del sensore di livello elevato, ma che non fanno gridare al miracolo.

 

Quasi tutti i corpi macchina pentax sono tropicalizzati (tranne ks1 e k500), e molte ottiche sono WR, ovvero resistenti agli schizzi d'acqua o alla pioggia non intensissima. Il 18-135 è WR, ad esempio.

 

Tra i contro delle pentax c'è sicuramente un parco ottiche "contemporanee" limitato, ed un costo delle ottiche usate leggermente più alto che per canon e nikon.

Per intenderci, un tamron 70-200 per canon lo trovi facilmente a 400 euro o meno con attacco canon, difficilmente sotto i 430-450 con attacco pentax.

 

Lato rivenditori, io ho il mio rivenditore di fiducia che spedisce diciamo "online". Negozi fisici che vendono pentax sono pochini, e per la garanzia o le riparazioni c'è differenza tra la FOWA (l'importatore italiano che ha anche la gestione delle riparazioni) e la garanzia europea. Per intenderci, anche amazon vende prodotti pentax, ma con garanzia europea. Se si rompe qualcosa, non ho ben chiaro a chi e come spedire...

 

...altro?

Link to post
Share on other sites

ciao,

fino a ottobre, quando dovrebbe uscire la fantomatica 35mm Pentax, puoi utilizzare le ottiche con baionetta K su qualsiasi macchina reflex pentax, ma sono tutte aps-c.

Ho visto che qualcuno ha preso la sony A7 e montato le vecchie ottiche a fuoco manuale con adattatori. I risultati sono tutto sommato "onesti", con il 50mm che continua ad essere una signora ottica per risolvenza.

Il 28, suppongo tu abbia il 2.8, non è male, ma devi lavorare un po' sull'aberrazione cromatica, almeno fino a f5.6 . Non è difficile togliere questo tipo di aberrazioni.

Il 135, suppongo f3.5, a tutta apertura non è un granché. Chiuso di uno stop guadagna molto.

Sono entrambe ottiche che, a mio parere, sono superate già da un 18-135, che trovi a 270-300 euro.

 

I corpi macchina pentax con sensori aps-c attualmente presenti sul mercato del nuovo sono 3: ks1, ks2 e k3 II.

 

Tra le rimanenze c'è l'ottima k5 IIs, la K3 "liscia" e le "vecchie" k30, k50 e k500.

 

I prezzi vanno da un 300 euro per la k500, ad un migliaio e qualcosa per la k3 II. Il top di gamma nel tempo sono state le K5 e le k3. La k50, la k30 e la ks2 sono un livello intermedio, la k500 e la ks1 sono la serie "basic".

 

Se vuoi ottimi jpg ottenuti spippolando un po' sui comandi della fotocamera, e non ti va di lavorare i raw, la k3 e la k3II sono stupende. Tra le 2, se non ti diletti di astrofotografia o di still life, la k3 viene un po' meno e ha di fatto le stesse caratteristiche della "figlia".

 

La serie K5, k50,k500 e k30 è caratterizzata da un sensore che sale di iso senza problemi, per cui di notte puoi scattare a 6400 iso ed avere ancora immagini "fruibili", con poco rumore ed una gamma dinamica e cromatica "decente".

 

La ks1 è un po' il "calimero" del gruppo, e la ks2 è caratterizzata dal display snodabile e dal wifi (che sono oggettivamente comodi), con prestazioni del sensore di livello elevato, ma che non fanno gridare al miracolo.

 

Quasi tutti i corpi macchina pentax sono tropicalizzati (tranne ks1 e k500), e molte ottiche sono WR, ovvero resistenti agli schizzi d'acqua o alla pioggia non intensissima. Il 18-135 è WR, ad esempio.

 

Tra i contro delle pentax c'è sicuramente un parco ottiche "contemporanee" limitato, ed un costo delle ottiche usate leggermente più alto che per canon e nikon.

Per intenderci, un tamron 70-200 per canon lo trovi facilmente a 400 euro o meno con attacco canon, difficilmente sotto i 430-450 con attacco pentax.

 

Lato rivenditori, io ho il mio rivenditore di fiducia che spedisce diciamo "online". Negozi fisici che vendono pentax sono pochini, e per la garanzia o le riparazioni c'è differenza tra la FOWA (l'importatore italiano che ha anche la gestione delle riparazioni) e la garanzia europea. Per intenderci, anche amazon vende prodotti pentax, ma con garanzia europea. Se si rompe qualcosa, non ho ben chiaro a chi e come spedire...

 

...altro?

Ti ringrazio ancora per i consigli.

Visto però che la Pentax non è più così commercializzata come una volta e visto che produce solo aps-c e non le full frame penso che cercherò qualcosa tra Nikon e Canon. A me piacerebbe una reflex Full Frame con il minimo di automatismi. Non mi interessa una macchina che faccia anche filmati. Non mi piaccciono gli zoom, ma a quelli mi ci posso abituare.

Comunque grazie.

Link to post
Share on other sites

la differenza tra aps-c di fascia alta e 35mm è un fattore 2 o 3 nella creazione del corredo.

 

parlando per me, con 900 euro trovo il corpo "pro" pentax, la k3

200 euro per un flash decente metz

900 euro per un 50-135 f2.8

400 euro per un 17-50 sigma f2.8

150 euro per un cinquantino f1.8

900 euro per un 12-24 f4

 

con 3500 euro hai un corredo aps-c di ottimo livello, coprando tutto nuovo.

 

in formato 35mm?

 

la seconda domanda è: ne vale la pena?

 

Secondo me, per un uso sporadico o amatoriale "moscio" come il mio, no.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...